Cinema e Serie TV

È morta Carla Fracci, étoile della Scala

Carla Fracci, la celeberrima étoile del teatro alla Scala di Milano, è deceduta in seguito a un peggioramento delle sue già critiche condizioni di salute, come riportato anche dall’ANSA.

Carla Fracci: una vita per la danza

Carla Fracci nacque a Milano il 20 agosto 1936. Di umili origini, Carla ha una sorella, Marisa, anch’ella ballerina. Dal 1946 inizia a studiare presso la scuola di ballo del Teatro alla Scala, danzando in seguito anche per diverse compagnie di danza straniere. La sua spiccata propensione per la danza e il ritmo l’hanno resa celebre e amata in tutto il mondo, al punto che, negli anni ’70, Eugenio Montale le dedicò la poesia La danzatrice stanca.

Carla Fracci

Durante la sua carriera, Carla Fracci ha anche recitato in una fiction RAI, Verdi, in cui la danzatrice rivestì il ruolo della seconda moglie del compositore Giuseppina Strepponi. Dirige diversi corpi di ballo e partecipa come ospite perfino nell’album Studentessi della band rock demenziale Elio e le Storie Tese.

Dal 2009 al 2014 Carla Fracci è stata Assessore alla Cultura della Provincia di Firenze, e nel 2015 è anche stata Ambasciatrice di Expo Milano 2015.

Nel 2013 Arnoldo Mondadori Editore ha pubblicato Passo dopo Passo, l’autobiografia delle celebre e amatissima danzatrice, che potete trovare qui su Amazon.

Fra i premi e i riconoscimenti ottenuti da Carla Fracci durante tutto il corso della sua carriera, ricordiamo il Premio nazionale Toson d’oro di Vespasiano Gonzaga, nel 2018 e il premio alla carriera da parte del Senato della Repubblica Italiana, del 2020.

Carla Fracci ha anche ricevuto diverse onorificenze: il 2 giugno 1983 diviene Grande ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, il 25 febbraio 2000 viene insignita con la Medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte ed è Dama di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana dal 20 ottobre 2003.

Carla Fracci è deceduta oggi, 27 maggio 2021, a causa di un cancro da cui era afflitta ormai da tempo.