Parchi divertimento

Epcot: ristrutturazione su larga scala per Spaceship Earth

In occasione dell’evento D23 expo, furono annunciati progetti grandiosi per Epcot, a suo tempo accuratamente descritti. Tra i tanti cambiamenti e miglioramenti, uno degli interventi più rilevanti è quello che riguarderà Spaceship Earth. Una dark ride iconica, sita all’interno di un’enorme sfera dal diametro di 50 metri, presente fin dall’inaugurazione del parco, avvenuta nel 1982.

Da allora non è mai stata toccata. Adesso, dopo tutto questo tempo si provvederà ad una ristrutturazione completa, che richiederà ben due anni di lavori. Spaceship Earth verrà chiusa a partire dal prossimo 26 Maggio. La riapertura è prevista per la primavera del 2022 in occasione del 40° anniversario del parco.

Il tema di base, ovvero un viaggio dalla preistoria all’era moderna non cambierà. Piuttosto sarà esteso colmando il gap tra il 1982 ed il 2020. Anche la maggior parte delle scene più iconiche come quella del periodo egizio resteranno nella nuova versione, ma completamente ristrutturate e migliorate, in particolare per quanto riguarda gli animatronics e gli effetti, oltre che nuova musica e narrazione.

La luce giocherà un ruolo determinante. Non solo gli impianti verranno completamente sostituiti, ma è previsto un utilizzo degli effetti luminosi come mai visto prima. L’artwork ufficiale mostra ad esempio il settore egizio, dove si fa uso di retroilluminazione, fibra ottica e proiezioni sugli sfondi. Un approccio abbastanza rivoluzionario rispetto al metodo classico di illuminazione con fari direzionali spesso a vista posti sul tetto dell’edificio.

Appare quindi chiaro che a fronte di un parco in continua evoluzione e sempre più innovativo questa ristrutturazione non poteva essere ulteriormente rinviata. Per quanto riguarda le tempistiche, quasi due anni sono effettivamente tanti, tuttavia va tenuto presente che in questo momento tutti i lavori annunciati il occasione della D23 expo sono già in corso. Con diversi cantieri aperti e la volontà di fare bene in ognuno di essi, andare di corsa non è un’opzione che realtà del calibro della Disney hanno mai preso in considerazione.

Consigliamo il libro La magia nascosta di Walt Disney World