Cinema e Serie TV

Fast & Furious 9 – The Fast Saga: recensione in anteprima

Arriva al cinema Fast & Furious 9 – The Fast Saga, nuovo capitolo del franchise di Justin Lin, prodotto da Universal e con protagonisti Vin Diesel, Michelle Rodriguez, Tyrese Gibson, Chris “Ludacris” Bridges, Jordana Brewster, Nathalie Emmanuel e John Cena.

L’uscita del film è doppiamente significativa per gli appassionati, in quanto quest’anno ricorre il ventennale della saga. Il film era inizialmente programmato per il 2019 ma è stato rimandato più volte anche a causa della pandemia di Covid-19: in Italia approderà in sala dal 2 agosto 2021 in anteprima estiva e poi su tutto il territorio nazionale dal 18 agosto.

Abbiamo avuto l’opportunità di partecipare alla proiezione in anteprima per la stampa di Fast & Furious 9, a seguire potete quindi leggere le nostre nostre considerazioni.

Fast & Furious 9: la trama

Fast & Furious 9 - The Fast Saga

Sono passati quattro anni dalla conclusione di Fast & Furious 8. Dom (Vin Diesel) e Letty (Michelle Rodriguez), seguendo l’esempio di Brian e Mia (Jordana Brewster), si sono ritirati a vita privata. La tranquillità agreste della famiglia viene però scossa da un messaggio di S.O.S inviato ai membri della Famiglia da parte del Signor Nessuno, attaccato mentre stava trasportando Cipher (Charlize Theron) a bordo di un jet militare. Il mandante di questa azione è Jakob Toretto (John Cena), fratello perduto di Dom e Mia, che è alla ricerca di una pericolosissima tecnologia militare in grado di mettere in ginocchio le potenze mondiali.

La solita ricetta, ma sotto steroidi

Fast & Furious 9 ripropone tutti gli elementi iconici che i fan hanno imparato a conoscere e amare in questo franchise action. Durante le sue 2 ore e 25 minuti ci troveremo catapultati in scenari adrenalinici volti ad innalzare costantemente il livello della spettacolarità e della devastazione circostante, fino a culminare con un’auto lanciata nello spazio, una delle scene più chiacchierate e sensazionalistiche dell’intera campagna di marketing del film.

Fast & Furious 9 - The Fast Saga

La parola d’ordine è quindi stupire ad ogni costo: esplosioni, auto in grado di afferrare al volo le persone, dotazioni super tecnologiche e una spolverata di scienza e matematica talmente surreale e assurda da risultare accettabile nel clima di totale sospensione dell’incredulità che permea la pellicola.

Le situazioni sono talmente sopra le righe che c’è spazio anche per una parentesi divertente e divertita sulla presa di coscienza di alcuni personaggi riguardo l’improbabilità delle situazioni che travolgono i membri della Famiglia. Fast & Furious 9 mostra quindi i muscoli e va benissimo così: i film della serie hanno da tempo abbandonato un’atmosfera ancorata alla realtà per privilegiare un narrazione da spy story iperbolica e sotto steroidi.

Questo non vuol dire che al film si possa perdonare tutto: come altre recenti pellicole, il film risulta eccessivamente lungo, quasi trascinato. In termini di ritmo questo aspetto produttivo appesantisce la visione nel complesso e si avverte una certa ripetitività nelle scene d’azione più prolisse.

La Famiglia prima di tutto

Se ripercorriamo la storia del franchise di Fast & Furious ci ritroveremo a passare dalle corse clandestine di L.A. e i furti di lettori DVD a chiassose missioni, prese in prestito dagli spy movie, in cui è puntualmente in gioco il destino del mondo. Non si è trattato però di un salto improvviso, ma lo stacco tra i primi titoli della serie e gli ultimi è la demarcazione di un confine dove l’aspetto escapista delle corse d’auto ha ceduto il passo a qualcosa che si avvicina (ma senza mai dichiararlo apertamente) alla narrazione supereroistica.

Fulcro di questa narrazione è Dom Toretto e la sua famiglia, o meglio la Famiglia, che è uno dei temi ricorrenti della saga: i legami elettivi e di sangue tra i protagonisti danno vita a un nucleo coeso in grado di imbarcarsi nelle imprese più assurde e di sfangarla sempre grazie alla reciproca lealtà.

Fast & Furious 9 - The Fast Saga

Il nono capitolo espande ulteriormente la mitologia dei Toretto introducendo Jakob, il fratello perduto di Dom, in cerca di rivalsa e gloria personale. L’origin story del terzo Toretto viene quindi esplorata per tutta la durata del film con la giustapposizione di flashback dal look vintage, che mostrano l’antefatto e le motivazioni che hanno portato Jakob a sfidare apertamente Dom. Oggetto del loro “braccio di ferro” è il consueto MacGuffin, attorno al quale si dipana l’intera missione del film. Appare quindi evidente fin da subito il vero nodo focale dell’intero film sia il confronto e l’approfondimento del vincolo familiare di questi due personaggi.

Fast & Furious 9 - The Fast Saga

La Famiglia però non riguarda solo i legami di sangue: durante questi 20 anni sono stati accolti al suo interno una serie di personaggi memorabili. Fast & Furious 9 si prende quindi tutto il tempo possibile per dare le giuste attenzioni ai diversi personaggi che ci hanno accompagnato per tutta la saga, con l’intento di correggere gli elementi stonati apportati dall’ottavo capitolo e nel poco riuscito spin off Hobbs & Shaw. Il ritorno di Han rappresenta il trionfo del mantra social “Justice for Han” che negli anni ha chiesto a gran voce il ritorno del personaggio interpretato da Sung Kang e assassinato (retroattivamente) da Shaw al termine di Tokyo Drift.

Anche se Han in questo film non gode di moltissimo screen time, il suo ritorno tra le fila della Famiglia lascia ben presagire per il futuro di questo personaggio, con la speranza che nei capitoli conclusivi della saga possa stupirci e regalare nuovi momenti iconici.

Conclusioni

Fast & Furious 9 - The Fast Saga

Fast & Furious 9 – The Fast Saga, pur mostrando l’ormai ben collaudata formula che ha reso così popolari i film di questa serie, approfondisce e amplia il tema della Famiglia mostrando eventi mai visti prima legati al passato dei Toretto, che sono il vero cardine della pellicola.

Dal punto di vista delle scene d’azione il nono capitolo non lesina sugli elementi iconici e spettacolari tipici del franchise: fin dal primo inseguimento sarà subito chiaro il livello esponenziale di spettacolarità e devastazione. Nonostante la presenza di tutti questi elementi e del ritorno di uno dei personaggi più amati del franchise, Fast & Furious 9 risente a tratti di una certa ripetitività e a una lunghezza eccessiva del film.