Cinema e Serie TV

Film al cinema gennaio 2020: top e flop al botteghino!

Quali sono stati i film più e meno visti al cinema a Gennaio 2020? Gennaio è ormai giunto a conclusione dimostrandosi come un buon primo mese dell’anno per quanto riguarda le pellicole cinematografiche uscite e la loro qualità. In questo mese abbiamo avuto l’onore di ammirare film come 1917, vincitore di due Golden Globe tra cui miglior film drammatico e candidato a ben dieci Oscar tra cui miglior film, Jojo Rabbit, il nuovo film di Taika Waititi candidato anch’esso a miglior film agli Oscar oltre ad altre cinque candidature e Tolo Tolo, la nuova pellicola di Checco Zalone tanto discussa, ma anche tanto visto e record assoluto di incassi in Italia. Parliamo, quindi, proprio di incassi in questa Top e Flop al botteghino di Gennaio 2020 prendendo in particolare i film che hanno stupido e deluso maggiormente nel corso di questo mese.

I Top

Una delle sorprese più grandi di gennaio è stata, senza dubbio, la prima prova cinematografica del duo di YouTube conosciuto ai più come Me contro Te. La coppia, composta da Luigi Calagna e Sofia Scalia (Luì e Sofì), ha debuttato al cinema con il film Me contro Te Il Film – La vendetta del Signor S che nel solo primo week-end di programmazione ha incassato ben 5.438.127 di euro salendo immediatamente in vetta e superando anche gli incassi settimanali di Tolo Tolo di Checco Zalone. Al momento della scrittura di questo articolo gli incassi totali si attestano intorno ai nove milioni di euro (8.440.767 euro) con un incasso nell’ultimo week-end di oltre un milione di euro (1.743.189 euro).

Altra sorpresa è Figli, il nuovo film di Giuseppe Bonito la cui  sceneggiatura è stata scritta dal compianto Mattia Torre ed è tratta dal suo monologo I figli invecchiano, interpretato da Valerio Mastandrea, nonché uno dei protagonisti del film. La pellicola è uscita al cinema il 23 gennaio, ma nella sola prima settimana di programmazione ha già superato il milione di euro di incasso (1.427.184 euro) posizionandosi in terza posizione settimanale poco sotto i Me contro Te e molto sopra Piccole Donne.

1917 è al momento al primo posto al box office e non è una sorpresa, anzi è strano come abbia guadagnato così poco. Il nuovo film di Sam Mendes, ambientato nel 1917, durante la prima Guerra Mondiale, racconta in maniera sublime la disperazione e l’eroismo dei soldati impegnati sul fronte durante la Grande Guerra. Al momento della scrittura dell’articolo ha incassato 2.155.033 euro, ma è anche vero che è arrivato al cinema esattamente una settimana fa, quindi la sua prima posizione fa bene sperare. È indubbio, però, il divario di accoglienza con altri film come, appunto, il sopracitato Me contro Te Il Film.

Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone, invece ha superato ogni record di incasso italiano arrivando ad una quota attuale di 45.665.368 euro e un incasso nel solo primo week-end di oltre venti milioni di euro (21.101.893 euro). Basti pensare che nel solo primo giorno di proiezione il film ha superato il record di incassi raggiungendo quota 8.668.926 euro e il precedente record era detenuto dallo stesso Zalone con il film Quo Vado? uscito il primo gennaio del 2016.

Chiudiamo questa top con Hammamet e Piccole Donne, entrambi usciti al cinema il 9 gennaio, entrambi con un incasso molto simile (5.371.642 euro il primo e 4.883.392 euro il secondo) ed entrambi con delle tematiche narrate molto delicate e spesso non apprezzate dal grande pubblico. Hammamet, il nuovo film di Gianni Amelio con Pierfrancesco Favino nel ruolo di protagonista, racconta gli ultimi sei mesi di vita di Bettino Craxi mentre Piccole Donne, di Greta Gerwig, è l’adattamento cinematografico del più famoso romanzo di Louisa May Alcott il quale racconta la vita di quattro sorelle (March – Meg, Jo, Beth e Amy) durante la Guerra di Secessione Americana.

I Flop

Tra i flop più clamorosi di questo mese va menzionato City of Crime, il nuovo film di Brian Kirk con un cast d’eccezione composto da Chadwick Boseman, Sienna Miller, Stephan James, Keith David, Taylor Kitsch e J. K. Simmons. La pellicola racconta la storia di un detective della polizia di New York, Andre Davis, impegnato con una adrenalinica caccia all’uomo, sulle tracce di una coppia di rapinatori ed ex veterani di guerra. Un film caratterizzato da tanta azione e suspense, ma che non è piaciuto particolarmente al pubblico italiano facendo incassare appena 882.413 euro con un guadagno nell’ultimo week-end di poco più di 55mila euro.

Altro deludente risultato per Sulle ali dell’avventura, film francese di Nicolas Vanier, che racconta la storia vera di Christian Moullec, soprannominato “birdman” (l’uomo uccello) per aver dedicato la sua intera vita ad allevare e addestrare oche orfane, volando letteralmente con loro. Un racconto familiare e naturalistico che vede anche la caratterizzazione del figlio di Moullec, ma forse fin troppo distante dal pubblico italiano che lo ha “premiato” con un incasso totale di appena 493.881 euro e un guadagno nell’ultimo week-end di meno di 30mila euro.

Gli altri due flop sono in realtà molto particolari poiché, in realtà, sono due capolavori usciti, forse, in un momento sbagliato. Stiamo parlando di Jojo RabbitRichard Jewell. Il primo è realizzato dal regista Taika Waititi ed è una commedia ambientata nella Germania nazista del 1944 il cui protagonista è un dolce e timido bambino tedesco di dieci anni, Jojo Betzler, soprannominato “Rabbit”, appartenente alla Gioventù hitleriana nel corso dei violenti anni della Seconda guerra mondiale. La sua visione nazista del mondo cambia completamente quando scopre che sua madre nasconde in soffitta una ragazza ebrea e inizia a cambiare idee riguardo al suo amico immaginario dalle fattezze di Hitler. Il secondo, invece, è diretto dal celebre regista Clint Eastwood e racconta la vera storia dell’omonima guardia giurata che nel 1996, durante i giochi olimpici di Atlanta, salvò moltissime vite umane, scoprendo per primo la bomba piazzata nel Centennial Park. I problemi arrivarono quando da eroe fu trasformato, ingiustamente, in terrorista. Entrambi i film, molto apprezzati dalla critica internazionale, in Italia stanno avendo un risultato alquanto moscio con un guadagno totale di 1.975.095 euro per Jojo Rabbit (889.366 euro nell’ultimo week-end) e 2.087.458 euro per Richard Jewell (643.389 euro nell’ultimo week-end). Considerando che i film sono al cinema dal 16 gennaio, i risultati sono davvero poco soddisfacenti.

Chiudiamo infine anche la flop con Tappo – Cucciolo in un mare di guai, l’ultimo film di animazione di Kevin Johnson che ha visto la partecipazione di nomi illustri quali Snoop Dogg, Seth Rollins, Kevin Chamberlin, César Millán e Jason Mraz. Sarà che molti di questi non sono veri e propri attori, sarà che il tema del cane ricco e viziato che all’improvviso si ritrova senza nulla e senza padrone ormai sa di già visto, il film nella prima settimana ha incassato appena 272.235 euro e pertanto il futuro difficilmente sarà roseo.