Tom's Hardware Italia
Cinema e Serie TV

George RR Martin preoccupato su come finirà la serie TV del Trono di Spade

George RR Martin, autore del ciclo delle Crocache del Ghiaccio e del Fuoco, pare non sia del tutto convinto e gratificato dell'epilogo della famosa serie televisiva di The Gane of Thrones.

Il finale della serie del Trono di Spade sta suscitando non poco scalpore. Sono stati soprattutto gli ultimi episodi di questa ultima stagione ad essere stati la causa di una sorta di malcontento generale. Nell’attesa di scoprire come andranno a concludersi le vicende che tanto hanno appassionato il pubblico amante delle Cronache del Giaccio e del Fuoco, lo stesso scrittore di questa saga si sente, in parte, insoddisfatto e preoccupato del poco consenso ottenuto sul finale della vicende da lui ideate.

Sembra abbastanza chiaro che, gli autori David Benioff e Daniel Weiss siano stati ”accusati” di aver avuto fretta di concludere la stagione. Questo, ovviamente, non è stato ben accetto dai fan di The Game of Thrones. Ebbene, non solo il pubblico, ma anche George RR Martin pare non sia del tutto convinto e gratificato dell’epilogo della famosa serie televisiva. Secondo quanto rilasciato dall’autore, nel corso di un’intervista a Rolling Stones, pare che il suo poco consenso sia iniziato nel momento in cui la serie TV cominciava ad allontanarsi dalle vicende del Romanzo scritto.

Così parla in merito al personaggio di Sansa Stark:

”Ovviamente ho una reazione emotiva. Voglio dire, avrei preferito che seguissero esattamente ciò che ho fatto io? Certo. Ma sono stato anche dall’altra parte; ho adattato le opere di altri e non ho fatto esattamente come loro, quindi…”

E subito dopo afferma nuovamente:

“Alcune deviazioni dipendono certamente dalla mia lentezza coi libri. Avrei dovuto finirli quattro anni fa e in questo caso avemmo avuto un racconto differente della storia”

Non sono mancate, in fine, alcune parole in merito alla parte conclusiva di The Game of Thrones:

“È un po’ triste, in realtà. Avrei voluto più stagioni, ma lo capisco. Dave e Dan hanno altre cose da fare e sono sicuro che gli attori, sotto contratto per sette o otto anni, abbiano altri ruoli da ottenere. È giusto così. Non sono arrabbiato né niente, ma ho questa piccola inquietudine”.

Volete ripercorrere le vicende dei vostri personaggi preferiti? Su Amazon è disponibile un appassionante gioco in scatola: Monopoly Game of Thrones. Non perdetevelo.