Cinema e Serie TV

Ghostbusters 3 si farà, Dan Aykroyd torna a dar speranza ai fan

Ghostbusters 3 si farà? Ebbene, sembra proprio di sì, almeno stando alle parole di Dan Aykroyd, intervistato da Dan Rather nel suo show. L’attore, già sceneggiatore e protagonista dei due film del 1984 e del 1989, è apparso sicuro e non ha usato condizionali dicendo che il film si farà e avrà un cast tutto maschile.

È noto infatti che il sequel del 2016 diretto da Paul Feig e interpretato da attrici abbia scontentato i fan e non sia andato molto bene al botteghino. I fan del resto, si sa, sono piuttosto conservatori e tendono a chiedere sempre “more of the same”, anche contro le intenzioni di registi e attori originali, che magari vorrebbero innovare di più. È anche vero però che è difficile spiegare a chi ha meno di 40 anni cosa ha rappresentato il franchise di Ghostbusters per un’intera generazione e la sua capacità di cogliere e restituire come pochissimi altri prodotti del periodo l’essenza degli anni ’80.

Secondo Aykroyd la sceneggiatura sarebbe già pronta e anche “molto bella”, ma l’attore non ha dato alla fine indicazioni concrete, come la data di inizio delle riprese o il nome del regista. Al di là dunque dei dubbi che permangono ancora sulla possibilità che Ghostbusters torni nelle sale cinematografiche, i fan dovrebbero fare però i conti con almeno altri due limiti piuttosto gravi e cioè l’assenza di due dei tre iconici protagonisti. A parte Aykroyd/Raymond Stanz infatti non ci sarebbe Harold Ramis/Egon Spengler (l’attore purtroppo si è spento nel 2014) e soprattutto potrebbe non esserci nemmeno Bill Murray/Peter Venkman.

In tutti questi anni infatti il vero ostacolo alla realizzazione del terzo capitolo della saga è stato proprio Murray, che a quanto pare avrebbe respinto una dopo l’altra tutte le sceneggiature propostegli da Aykroyd, nella convinzione che ormai il tempo di un sequel fosse definitivamente passato. Aykroyd ha lasciato intendere che in qualche modo Murray ora potrebbe anche partecipare, ma non ci sono certezze.

Forse però i film particolarmente iconici, che sono diventati negli anni un cult e parte della cultura pop sarebbe meglio lasciarli dove sono, nella memoria, dove sopravvivono alle ere e alle mode in un ricordo imperituro. Aykroyd come ricorderete ha infatti tentato di rivitalizzare anche un altro cult a cui aveva partecipato, The Blues Brothers, con risultati diciamo alquanto discutibili. Forse potrebbe avere ragione Bill Murray.

Il Funko del fantasmino Slimer, una delle mascotte dei primi due Ghostbusters? Esiste, lo trovate su Amazon con uno sconto del 47%.