Eventi

Gli scienziati scoprono nuove forme di vita in Antartide

Nel 2016, un team di scienziati marini provenienti da tutto il mondo si è recato in Antartide per conoscere i misteriosi ecosistemi sotto le vaste piattaforme di ghiaccio. Un team di geologi (come riportato dal sito Gizmodo consultabile a questo link) è stato incaricato di realizzare dei video proprio da sotto la piattaforma di ghiaccio Filchner-Ronne, che si trova sul Mare di Weddell sud-orientale. È stato un disastro. Gli scienziati hanno perforato più di novecento metri di ghiaccio ma un grosso masso grigio gli ha ostacolati e non sono riusciti a estrarre un campione per poter condurre i loro esperimenti.

Antartide

Hanno portato il filmato in un laboratorio dell’Università di Cambridge, ma sono rimasti delusi: volevano che studiassero i sedimenti della piattaforma di ghiaccio, non i video di un pezzo di roccia. Quando i biologi del Cambridge hanno visto il campione, sono stati felicissimi, perché i ricercatori si erano imbattuti accidentalmente in una serie di strane creature che sembravano essere spugne marine antartiche, e avevano catturato il breve tête-à-tête con il non identificato vita su una GoPro attaccata alla trivellatrice. I ricercatori sono rimasti scioccati, perché le condizioni sotto la seconda più grande piattaforma di ghiaccio antartica non sono esattamente ospitali per la maggior parte delle forme di vita presenti sul nostro Pianeta. Le temperature rimangono ben al di sotto dello zero ed è costantemente buio.

Antartide

Questi risultati sono documentati in un nuovo studio pubblicato lunedì. “È un po ‘come trovare un pezzo di foresta pluviale nel mezzo del Sahara“, ha detto Huw Griffiths, biologo marino del British Antarctic Survey che ha guidato l’osservazione degli animali. “È il posto sbagliato per quella forma di vita“. “Questa scoperta va contro quello che ci aspettavamo di vedere sotto le piattaforme di ghiaccio“, ha aggiunto. Il mondo sotto il ghiaccio è un ambiente dinamico, anche se inospitale. Le rocce depositate sul lato inferiore di enormi frammenti di ghiaccio possono cadere mentre le lastre si staccano l’una dall’altra, facendole sprofondare nell’acqua. Ma una tale “pietra” è diventata la dimora di un certo numero di specie, alcune sono probabilmente delle spugne marine antartiche, così come altri animali con identità ancora più incerte.

Ancora più incredibilmente gli scienziati del laboratorio hanno immediatamente riconosciuto che gli animali mangiano filtrando la materia sospesa nell’acqua. Ma le spugne vivevano a duecentosessanta chilometri di distanza dall’oceano aperto da dove doveva provenire il cibo. Non avrebbero potuto viaggiare per trovare cibo da altre fonti, perché erano attaccati al masso ghiacciato con piccoli steli carnosi. “Ci aspettavamo di trovare animali mobili come pesci o crostacei che possono viaggiare per trovare le piccole quantità di cibo disponibile“, ha detto Griffiths. “Gli animali nel video sono attaccati alla roccia, quindi non possono muoversi. Ciò significa che devono aspettare che arrivi il cibo! “. Griffiths è l’autore principale dello studio, pubblicato lunedì su Frontiers in Marine Science. È la prima registrazione in assoluto di una comunità di animali che vive su una superficie dura sotto una piattaforma di ghiaccio e sfida tutte le teorie su quale tipo di vita possa sopravvivere in queste condizioni estreme.

Antartide

Griffiths e il suo team non riescono ancora a capire come esattamente questi animali siano riusciti a procurarsi cibo sufficiente per sopravvivere. Sperano di saperne di più sulle bizzarre creature. “Sebbene si basi su osservazioni limitate, è una scoperta sorprendente che è un pezzo importante del puzzle sulle spugne antartiche“, ha scritto in una e-mail César Cárdenas Alarcón, un biologo del Chilean Antarctic Institute che non era affiliato al recente articolo . “Questo lavoro evidenzia anche l’importanza di sviluppare spedizioni di ricerca più interdisciplinari per migliorare la nostra comprensione di queste comunità rare e anche per comprendere potenziali scenari, in quanto si prevede che il crollo delle piattaforme di ghiaccio aumenterà mentre il riscaldamento globale continua a colpire l’Antartico“.

Antartide

Per quanto estremi siano i loro ambienti, ha sottolineato Griffiths, queste creature enigmatiche lo stanno facendo funzionare. Per saperne di più, però, ci vorranno ancora molti studi: “Per rispondere alle nostre domande, dovremo trovare un modo per avvicinarci a questi animali e al loro ambiente, che è sotto i 900 metri di ghiaccio“, ha detto. “Ciò significa che, come scienziati polari, dovremo trovare modi nuovi e innovativi per studiarli e rispondere a tutte le nuove domande che abbiamo“. Le nuove scoperte mostrano quanto gli scienziati stiano ancora imparando sulle parti della Terra che di solito sono nascoste lontano dagli occhi umani. Come osserva lo studio, tuttavia, la finestra di opportunità per studiare questi ecosistemi potrebbe chiudersi poiché le acque si stanno riscaldando e molte piattaforme di ghiaccio nell’Antartico rischiano di collassare in mare. 

Se volete scoprire i segreti dell’Antartide, vi consigliamo l’acquisto del libro Antartide. Il Continente di Ghiaccio a questo link.