Cinema e Serie TV

Guillermo del Toro in attesa del ritorno sul set di Nightmare Alley

Guillermo del Toro, a causa della pandemia di Covid-19 che ha determinato il blocco totale di alcuni settori di produzione e lavorativi in tutto il mondo, ha dovuto interrompere le riprese di Nightmare Alley. Proprio la Disney il 13 Marzo di quest’anno aveva dato la notizia dell’interruzione dei lavori dell’ultimo film di Del Toro a causa della pandemia e il regista è stato fautore in prima istanza dell’interruzione delle riprese. Dalle pagine di IndieWire Live possiamo leggere le ultime rivelazioni di Del Toro fatte al giornale: “Abbiamo interrotto le riprese una settimana prima (che ci fosse il blocco totale di tutte le attività industriali). Abbiamo reagito velocemente, abbiamo proposto allo studio di fermarci prima che ci venisse imposto di sospendere i lavori. Questo ci ha salvati. Nessuno di mia conoscenza nel cast e nel team di lavoro si è ammalato di coronavirus. Siamo arrivati approssimativamente al quarantacinque percento di realizzazione del film, siamo nel bel mezzo di una delle scene clou. Eravamo andati a pranzo parlando con lo studio e quando siamo tornati abbiamo detto -Tutti quanti devono lasciare gli strumenti e andare via adesso-“. Sempre dalle pagine di IndieWire, il regista dice di voler riprendere al più presto le riprese, ma non si può prevedere quando sarà possibile.

Nightmare Alley è il lavoro successivo di Del Toro dopo La Forma dell’Acqua che ha regalato al regista la vittoria dell’Oscar come miglior film e miglior regia. Il film è un adattamento del romanzo omonimo di William Lindsay Gresham del 1946 e vede come protagonista Bradley Cooper che interpreta un mentalità circense con uno spiccato talento per la manipolazione psicologica delle persone. Egli si innamora di una misteriosa psichiatra, interpretata da Cate Blanchett. Nel cast compaiono Rooney Mara, Willem Dafoe e Ron Perlman.

Guillermo del Toro, oltre a Nightmare Alley, ha altri progetti in cantiere tra cui Pinocchio, un musical in stop-motion. Il regista ha inoltre dichiarato di aver creato un documento di ottanta pagine di protocolli di sicurezza per iniziare le riprese in totale tranquillità. A proposito di Pinocchio, il regista ha dichiarato: “Usando lo stop-motion, si ha possibilità di avere diversi set uno vicino all’altro. Si possono avere anche dieci set in un unico spazio. Quindi dobbiamo creare un protocollo per distanziare i set di un certo numero di metri. Abbiamo creato dei distanziamenti così che nessuno potesse essere esposto al virus. In questo momento la sicurezza è fondamentale. Non penso che si potrà tornare a quella che definivamo normalità. Tutto cambierà almeno un po’“.

Se volete guardare La Forma dell’Acqua ogni volta che volete, non lasciatevi sfuggire il blu-ray in offerta a questo link.