Libri e Fumetti

Heartstopper – Volume 2: la recensione

Heartstopper – Volume 2
Genere
Young Adult
Formato
Copertina flessibile
Autore
Alice Oseman
Editore
Mondadori
Collana
Oscar Ink

Nick e Charlie sono tornati, con un carico di amore innocente e puro: Heartstopper – Volume 2 ci parla di una storia di amicizia e affetto che si fa così grande da poter oltrepassare con ampie falcate qualsiasi dubbio o pregiudizio, lasciandosi indietro incomunicabilità, paura, intolleranza per sfociare nell’amore.

Alice Oseman prosegue il suo racconto dei due giovani studenti al liceo Truham, del loro coraggio nel confessare un amore segreto e della forza che questo infonde in loro per tenere testa a chi, quell’amore, non lo comprende e non lo accetta.

Heartstopper - Volume 2

Heartstopper – Volume 2: dov’eravamo rimasti

Il primo volume del graphic novel LGBT firmato dalla giovane autrice Alice Oseman è stato pubblicato in Italia da Mondadori Oscar Ink il 12 maggio di quest’anno: sono trascorsi quindi già diversi mesi dall’uscita di Heartstopper – Volume 1 e i lettori che si sono appassionati a questo fumetto young adult avranno di certo una forte smania di scoprire come prosegue la storia tra Nick e Charlie. Nonostante il tempo trascorso, però, Heartstopper – Volume 2 riprende il filo del discorso esattamente da quella fatidica sera con cui il primo volume si era concluso, lasciandoci in apprensione per le sorti di questa storia d’amore wannabe.

Heartstopper - Volume 2

Heartstopper racconta di Nick e Charlie, due studenti del liceo Truham che non si erano mai incontrati, fino al giorno in cui si trovano a condividere il banco durante una lezione. Benché apparentemente siano molto diversi tra loro, i due sviluppano un forte legame d’amicizia che li porta a trascorrere diverso tempo insieme, sia a scuola che al di fuori di essa. Nick è un ragazzone di buon cuore che eccelle nel rugby, mentre Charlie è un timido ma brillante studente che suona la batteria e insieme condividono lo studio e le passioni, sebbene sotto ci sia molto di più che una semplice amicizia cameratesca.

Charlie è stato vittima di bullismo a scuola per diverso tempo dopo aver fatto coming out e adesso che sa di essersi innamorato di Nick, è restio a confessare i propri sentimenti all’amico (ritenuto etero) per timore di infrangere il profondo legame che si è creato e subire nuovamente le angherie dei compagni di scuola. Il punto di svolta in questa faccenda, tuttavia, arriva una sera alla festa di compleanno di Harry Greene (simpatico come le unghie sulla lavagna): ritrovatisi da soli in una stanza, lontani da frecciatine e battutacce sul conto di Charlie, i due si scambiano un bacio. Nick però va via subito dopo, lasciando Charlie solo con il proprio imbarazzo e la propria paura di aver fatto una mossa a dir poco sbagliata.

Il primo volume della serie, Heartstopper – Volume 1, da leggere tutto d’un fiato: lo trovate a questo link.

E arriviamo così al prosieguo della serata, in Heartstopper – Volume 2: i due giovani si trovano ciascuno nel proprio letto, insonni a causa di ciò che è appena accaduto, benché ognuno per motivi diversi. Charlie ritiene di essere stato uno stupido a baciare un ragazzo etero che di certo non ricambia i suoi sentimenti, e soffre per il suo gesto. Nick, dal suo canto, scrive – cancella – riscrive in loop un messaggio per l’amico, che non invierà mai. Ed ecco che il mattino dopo, in una di quella scene da film romantico in cui la pioggia a catinelle riesce a rendere tutto ancora più poetico, Nick bussa alla porta di Charlie, completamente fradicio, e interrompe la fiumana di scuse da parte dell’amico con un lungo bacio che cancella subito qualsiasi dubbio.

Heartstopper - Volume 2

È l’inizio di una dolce e travolgente storia d’amore, che consolida e accresce quel sentimento già intenso tra Nick e Charlie che solo i dubbi, i timori e l’imbarazzo causati dal giudizio degli altri avevano reso inconfessabile. Possiamo, però, credere ad un “e tutti vissero felici e contenti”? Un amore così innocente e puro non sarà troppo bello per essere vero?

Dal punto di vista di Nick

Dalle pagine di Heartstopper – Volume 2 possiamo constatare che il graphic novel si focalizza qui più sui sentimenti di Nick, soprattutto in relazione al suo coming out (la stessa Alice Oseman lo afferma a fine fumetto). In questo volume viene dato perciò ampio spazio a ciò che prova il giovane studente nei confronti di Charlie, fugando tutti quei dubbi su un suo eventuale interesse nei confronti dell’amico che erano sorti con il primo capitolo di questa storia. Perché i timori di Charlie erano diventati, in fondo, un po’ anche i nostri: non sarà che Nick, eterosessuale, passi del tempo con il suo nuovo migliore amico semplicemente perché sta bene con lui? Sappiamo poi tutti molto bene quanto possa essere fortemente condizionante un ambiente scolastico fatto di adolescenti che nel ricercare un’identità stabile spesso demoliscono quelle dei coetanei e anche Nick, naturalmente, può lasciarsi influenzare dal giudizio altrui.

Quando il giovane però esprime i suoi sentimenti a Charlie, lo fa in maniera del tutto naturale, come se questi fossero sempre stati lì, in attesa di essere esplicitati, coronando quel desiderio di poter vedere finalmente stare insieme sul serio i due protagonisti di questo dolce graphic novel. Nick, tuttavia, non è ancora completamente dispensato dalle sue paure.

Heartstopper - Volume 2

Oseman descrive così i timori reali che qualunque adolescente di sedici anni potrebbe avere durante la ricerca della propria identità sessuale. Tra i fiori che sbocciano allo scoccare dei baci tra Nick e Charlie si insinua quindi la necessità di non manifestare il loro amore di fronte agli altri, la richiesta di non divulgare ancora la “notizia”: la confusione di Nick nello scoprire di essere bisessuale è accompagnata dalla paura di ciò che questo può scatenare nella mente altrui. C’è del tenero in questa coppia, ma anche delle riserve dettate dai pregiudizi, dalle reazioni indesiderate, da quella che in fin dei conti è ancora un’intolleranza largamente e tristemente diffusa.

In questo contesto acquisiscono un’importanza particolare le figure familiari della madre di Nick e di Tori, la sorella di Charlie: loro sembrano saperne molto più di ciò che lasciano trapelare e accettano e amano i due ragazzi senza riserve, rappresentando un fondamentale sostegno per i due giovani. Per Nick, in particolare, che sta vivendo una “novità”, sta cercando di capire meglio sè stesso e ciò che vuole ed ha ovviamente bisogno di poter contare su qualcuno che possa comprendere i suoi sentimenti e le sue esigenze.

Parlare d’amore con sensibilità

Questo, comunque, non dispensa l’autrice dal regalarci dei momenti di intensa dolcezza e purezza che non eguagliano quelli del primo volume: li superano. Con Heartstopper – Volume 2 non possiamo fare a meno di sentire tutta la tenerezza di cui questa storia d’amore appena sbocciata è fatta, descritta sempre con grande delicatezza. Non esiste volgarità, non c’è mai esagerazione, un elemento fuori posto che possa far risultare i momenti condivisi da Nick e Charlie troppo sdolcinati o, al contrario, eccessivamente dissoluti.

Heartstopper - Volume 2

Al termine di questo volume Oseman ha inserito anche una mini-storia che racconta con un piccolo flashback del giorno in cui è scattata la scintilla tra Tara e Darcy, due studentesse lesbiche che frequentano la Truham e con cui Nick ha modo di confrontarsi tra le pagine di Heartstopper – Volume 2, trovando un altro fondamentale appoggio nella sua ricerca della propria identità. Una breve “appendice” caratterizzata allo stesso modo da una profonda dolcezza, che fornisce un approfondimento su due personaggi che, oltre ad inserirsi nel contesto LGBT proprio di questo graphic novel, si rivelano particolarmente importanti per uno dei protagonisti nel comprendere meglio sè stesso e ciò che vuole realmente dalla sua storia con Charlie.

Heartstopper è uno di quei graphic novel che avremmo voluto leggere durante la nostra, di adolescenza, per immergerci in una storia che parla con sensibilità e attenzione di un amore fresco e sincero. Ma anche di quel corollario di problematiche che qualunque adolescente (di qualunque orientamento sessuale) ha affrontato almeno una volta nella sua vita pensando che forse nessuno potesse essere in grado di capirne a fondo ogni aspetto. Invece Alice Oseman descrive alla perfezione le situazioni vissute dai due protagonisti come fossero due di noi, con tocco tenue e delicato.

Heartstopper - Volume 2

Però… c’è un però. Nick e Charlie sembrano perfetti insieme, uno compensa le mancanze dell’altro, condividono le proprie passioni e si comprendono a vicenda quando qualcosa non va. Insomma, sembra tutto troppo bello per essere vero, come se il rischio che quest’amore possa inciampare da un momento all’altro a causa di un qualche fattore esterno pronto a intromettersi fosse costantemente dietro l’angolo. Heartstopper – Volume 2 non è un graphic novel con colpi di scena o particolari plot twist, ma si prende il suo tempo e il suo spazio per raccontare in maniera piuttosto lineare (almeno finora) il legame tra Nick e Charlie. Tuttavia leggendolo si ha la sensazione che questo amore che finalmente è sbocciato possa sfiorire, che questo sogno ad occhi aperti possa rivelarsi solo questo: un bellissimo sogno.

L’opera di Oseman ci trasporta nel mondo di Nick e Charlie e ci fa inevitabilmente sussultare il cuore, ma è proprio nei momenti in cui vediamo Charlie così sorridente da avere quelle piccole fossette sulle guance o Nick arrossire alle parole sussurrate dall’altro, che abbiamo la sensazione di trovarci di fronte ad una storia d’amore così romantica da poter appartenere solo al mondo dei sogni. La speranza è ovviamente che non sia così, che questa coppia in grado di superare le barriere dell’intolleranza per vivere senza paura i propri sentimenti possa ancora rubarci quel battito, come suggerisce il titolo Heartstopper, e toglierci il fiato.

Heartstopper – Volume 2

L’amicizia tra Nick e Charlie è molto di più. Dopo il loro primo incontro nel primo volume di questo graphic novel e il profondo legame che ne è scaturito, Alice Oseman ci porta dentro quell’amore carico di dolcezza che può nascere tra due adoloscenti. Con i timori che una relazione omosessuale porta con sè, ma anche con la voglia e il coraggio di superare quelle barriere che potrebbero ostacolarlo.

Verdetto

Oseman si rivela ancora una volta un'abile autrice nel delineare con un tocco leggero e sensibile la storia di Nick e Charlie: tenera, carica di dolcezza, ma anche carica di tutti quei timori che un amore omosessuale tra due adolescenti porta con sè. Una di quelle storie così belle da farci sognare. È, però, troppo bella per essere vera? Questo sogno ad occhi aperti è destinato ad infrangersi con i prossimi volumi?

Pro

- Una lettura carica di tenerezza: impossibile resistere alla coppia Nick e Charlie;
- Il punto di vista focalizzato maggiormente su Nick ci offre la prospettiva di chi sta cercando di scoprire sè stesso e la propria identità sessuale;
- Grazie a questo, Oseman affronta tematiche LGBT delicate con grande tatto;
- Da leggere fino alla fine per apprezzare anche la mini-storia riguardante Tara e Darcy

Contro

- L'amore tra Nick e Charlie sembra finora tutto "rosa e fiori", pur con i timori e i dubbi derivanti dalla loro storia;
- La delusione è appena dietro l'angolo? Questo rapporto così bello è destinato ad incrinarsi?