Libri e Fumetti

Il Rintocco, la recensione dell’ultimo capitolo della trilogia delle Falci


Il Rintocco
Genere
Fantascienza
Formato
Copertina Rigida
Autore
Neal Shusterman
Editore
Mondadori
Collana
Oscar Fantasia

Con Il Rintocco, la trilogia della falce, scritta da Neal Shusterman, si conclude. La storia della saga young adult, iniziata con Falce e proseguita con il secondo capitolo, Thunderhead, è ambientata in un futuro distopico governato da una grande intelligenza artificiale, in cui la morte e la sofferenza non esistono. Solo le falci hanno il potere deterministico di togliere la vita una volta per tutte, in maniera casuale o studiata secondo una filosofia personale.

LIBRI

Il Rintocco è la degna conclusione della storia, e mostra al lettore un mondo alle prese, nuovamente, con il caos, in cui un’unica falce sembra aver avuto il predominio assoluto, il temibile Goddard. Neal Shusterman regala ai lettori e ai fan dei romanzi una storia avvincente e costruita egregiamente, in cui nulla è più così semplice ma tutta la società è diventata lo specchio della corruzione.

Il Rintocco, “la risposta è nel Tono”

I fili dei due libri precedenti vengono espansi e intrecciati ne Il Rintocco in una narrativa intricata che esplora le implicazioni filosofiche e morali del vivere per sempre. Una delle cose che questa serie fa così bene, è prendere i problemi sociali della vita reale e guardarli attraverso analogie costruite con molta attenzione. Nel libro la relazione tra il Thunderhead e Greyson, per esempio, è simile a quella di Mosè e Dio, mentre lo scisma all’interno alla società delle Falci potrebbe ricordare la situazione politica americana degli ultimi sei mesi. Tuttavia, per concentrare l’attenzione del lettore su queste dinamiche, la storia di Citra e Rowan passa in secondo piano fino all’ultimo atto del libro. 

La fine di Thunderhead è stata molto drammatica, quindi questo terzo capitolo inizia lentamente e introduce diversi nuovi personaggi di cui non abbiamo sentito parlare prima, nonché alcuni che hanno avuto un ruolo minore nei libri precedenti. Comprendiamo, inoltre, già dalle prime pagine, che la  storia si svolge tre anni dopo gli eventi narrati nel secondo capitolo della trilogia. Il passaggio su piani temporali diversi è spesso improvviso, per questo motivo ci sono dei capitoli che forniscono al lettore degli elementi in più per comprendere gli avvenimenti fino al presente narrato.

Falce

Parlando del Thunderhead, ne Il Rintocco abbiamo una visione più approfondita del funzionamento interno dell’Intelligenza Artificiale. È una versione abbastanza inusuale per il contesto della fantascienza, dove tradizionalmente le IA sono vista come antagonisti, soprattutto verso la fine dove diventano protagoniste della battaglia finale, a voler simboleggiare l’uomo contro la macchina. È emozionante leggere una storia che si allontana dalle convenzioni del genere letterario per creare il proprio percorso originale, piegando le regole e le convenzioni. Le possibilità sono infinite e ogni pagina è solo un altro indizio del grande enigma della trama.

Lo stile e i personaggi del libro

Mentre i primi due capitoli della saga seguono principalmente i due protagonisti, Citra e Rowan, nel loro indesiderato apprendistato da falce, questo terzo e ultimo capitolo della serie allarga l’obiettivo sul mondo profondamente turbolento delle Falci e l’impatto che le loro azioni hanno sul resto dell’umanità. Anche se i due protagonisti non sono rilevanti in questa complessa e nuova storia, i personaggi che entrano a far parte della storia sono molti e ben caratterizzati. Per un cast di questo livello, l’autore fa un lavoro straordinario nel catturare le motivazione e le storie di ciascuno, tutti si muovono sulla grande scacchiera della trama in maniera studiata e consequenziale. Anche le parti secondarie sono ben costruite e non vengono mai usate in maniera funzionale per allungare il brodo della storia, anzi. L’autore riesce a restituire a ogni personaggio il suo dinamismo e la sua funzione nella storia, nulla viene lasciato in balia della fortuna. Ciò che Shusterman fa bene è anche gestire le tempistiche dell’oggetto narrativo. Ogni parte di questo libro ha una responsabilità enorme, poiché diverse cose vengono raccontante a partire dal paesaggio, per arrivare alla situazione politica tanto tesa quanto precaria.

LIBRI

Tutto è accuratamente posizionato nel tempo e nel luogo più appropriamo, facendone derivare la sensazione di una complessa e certosina opera di costruzione della storia del romanzo, in cui nulla è lasciato al caso. Inoltre, l‘autore riesce a catturare l’attenzione del lettore con un potente gioco di suspence, fornisce a coloro che stanno vivendo la storia, attraverso la lettura, tutti gli indizi per innescare nella mente una scintilla che darà vita all’ indagine personale. Il lettore vive in prima persona la storia attraverso questo processo di mimesi con la vicenda narrata, abbiamo tutto quello che ci serve per comprendere i fatti, possiamo leggerli e interpretarli.

Il Rintocco è sicuramente il libro più complesso di tutta la trilogia, ma è la degna conclusione di una storia che ci ha tenuti incollati alle pagine. La storia raccontata da Shusterman è un capolavoro, costituito da personaggi dinamici che creano mondi intelligenti e un universo che sfida la percezione morale della vita e della morte. Quest’ultimo libro è più vicino alla realtà storica di questo periodo di quanto possiamo immaginare e serve come un preoccupante promemoria dello stato in cui si trova attualmente il nostro mondo.

Conclusioni

Il romanzo di Shusterman, Il Rintocco, è il volume conclusivo della trilogia delle falci iniziata nel 2016. Mentre il primo capitolo della serie ha seguito principalmente i due protagonisti, Citra e Rowan, mentre intraprendevano il loro emozionante, anche se indesiderato, apprendistato da falce, questo terza e ultima incursione nella serie allarga l’obiettivo sul mondo profondamente turbolento delle Falci e l’impatto che le loro azioni hanno sul resto dell’umanità.

Falce

La lettura e avvincente, anche se un po’ meno scorrevole dei due libri precedenti. Questo perché la storia raccontata è molto più impegnativa e merita una lettura molto più accurata e approfondita, proprio perché fatta di dettagli significativi. Il Rintocco può interessare, quindi, non solo un target di giovani adulti ma potrà coinvolgere anche i lettori più navigati. I personaggi sono caratterizzati in maniera ineccepibile e facciamo fatica a trovare dei rivali letterari nella letteratura di questo genere.