Cinema e Serie TV

Il Silmarillion e i Racconti Incompiuti concessi in licenza agli Amazon Studios

La serie TV de Il Signore degli Anelli è attualmente in sviluppo per Amazon Prime Video. Visto che la storia sembra essere ambientata nella Seconda Era, una delle domande d’obbligo che sono sorte è se avrebbe preso storie e informazioni dagli altri due libri di di J.R.R. Tolkien, ovvero Il Silmarillion e I Racconti Incompiuti di Númenor e della Terra di Mezzo.

Bene, secondo quanto riportato da TheOneRing.net, per la prima volta in assoluto elementi e passaggi da Il Silmarillion e da I Racconti Incompiuti di Númenor e della Terra di Mezzo sono stati concessi in licenza agli Amazon Studios per questo adattamento.

La serie TV de Il Signore degli Anelli: a proposito della trama

Per ora si ipotizza che per la serie TV de Il Signore degli Anelli possa prendere spunto dalle sezioni di libri relative a Númenor e agli Anelli del Potere, inclusi i diritti completi sulle storie concesse in licenza nelle Appendici de Il Signore degli Anelli. Questi elementi permetteranno al team creativo dietro alla serie TV de Il Signore degli Anelldi Amazon di andare a coprire momenti importanti della storia della Terra di Mezzo, tra cui la forgiatura degli Anelli del Potere e la creazione degli orchi.

Il Signore degli Anelli

Senza contare che ben tre esperti di Tolkien e della Terra di Mezzo erano anche sul set durante la produzione. Come infatti molti ricorderanno le cose non sono andate molto bene con le versioni precedenti di Peter Jackson de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit che non hanno soddisfatto le aspettative della Tolkien Estate, la quale non ha mostrato alcun interesse a concedergli in licenza le rimanenti storie della Terra di Mezzo di Tolkien.

Il Signore degli Anelli

Questa la sinossi della serie TV:

Il Signore degli Anelli porta sugli schermi per la prima volta le leggende eroiche della favolosa Seconda Età della storia della Terra di Mezzo. Questo dramma epico è ambientato migliaia di anni prima degli eventi de Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli di J.R.R. Tolkien, e riporterà gli spettatori in un’epoca in cui furono forgiati grandi poteri, regni salirono alla gloria e caddero in rovina, improbabili eroi furono messi alla prova, la speranza fu appesa al filo più sottile, e il più grande cattivo che sia mai uscito dalla penna di Tolkien minacciò di coprire tutto il mondo di tenebre. Iniziando in un periodo di relativa pace, la serie segue un cast di personaggi, sia familiari che nuovi, mentre affrontano il tanto temuto riemergere del male nella Terra di Mezzo. Dalle profondità più oscure delle Montagne Nebbiose, alle maestose foreste della capitale degli elfi di Lindon, al regno mozzafiato dell’isola di Númenor, fino ai punti più lontani della mappa, questi regni e personaggi si ritaglieranno eredità che vivranno a lungo dopo la loro scomparsa.

Per quanto riguarda lo staff Bryan Cogman, ex allievo di Game of Thrones, è produttore consulente dello show, mentre J.D. Payne e Patrick McKay sono alla guida del progetto come scrittori e showrunner. Lo show è diretto da J.A. Bayona, Wayne Che Yip e Charlotte Brändström.

Per ora la prima stagione della serie televisiva è già costata 465 milioni di dollari e il cast è composto da ben 39 persone.

Insomma, ci sono tutti gli elementi necessari per creare un vero e proprio capolavoro, ma è ancora presto per giudicare. Il fatto che lo stesso Tolkien sia soddisfatto del progetto però, è un ottimo indizio.

Recuperate Il Silmarillion su Amazon!