Cinema e Serie TV

Justice League Snyder Cut – uscirà su HBO Max, i primi dettagli

Nella tarda serata di ieri è giunta a sorpresa e per la gioia di moltissimi fan una notizia clamorosa: la Justice League Snyder Cut ovvero il montaggio della sfortunata pellicola del 2017 vedrà finalmente la luce grazie alla nuova piattaforma streaming HBO Max.

L’annuncio è arrivato direttamente dal regista Zack Snyder durante il watch party organizzato per la visione di Man of Steel in cui è intervenuto anche il protagonista Henry Cavill che è stato ambasciatore dell’annuncio stesso.

L’uscita di Justice League Snyder Cut avverrà nel corso del 2021 e lo stesso regista ha confermato che si tratterà di un film completamente nuovo soprattutto per chi ha visto la versione uscita al cinema, completamente una nuova esperienza azzardandosi a rivelare che quello che abbiamo visto al cinema è solo un quarto di quello originariamente fatto e pensato per la pellicola.

Justice League Snyder Cut – la genesi

Snyder fa riferimento ovviamente alla travagliata genesi del film nel 2017. Justice League avrebbe idealmente dovuto chiudere la prima fase del DCEU che iniziato già sotto le critiche, a parere di chi scrive immeritate e ingiustificate, a Man of Steel erano deflagrate poi con quel Batman v Superman: Dawn of Justice in cui era evidente come la pressione della corsa per uniformare le pellicole DC a quelle della concorrenza il cui progetto era diametralmente opposto a quello evidentemente concepito dal regista.

Foto generiche

Justice League è stato uno dei cinefumetti, per non dire uno dei film, più controversi degli ultimi 20 anni tant’è  che la sua realizzazione potrebbe essere accostata ad uno dei grandi capolavori del cinema americano ovvero Via col Vento questo perché le due pellicole sono state accomunate da una lavorazione a dir poco travagliata che, fra attori scontenti e riprese aggiuntive costate milioni di dollari, culminò con l’allontanamento di Zack Snyder dalla regia, avvenuto in concomitanza con un gravissimo lutto famigliare, e l’arrivo di Joss Whedon che nel tentativo di bissare il successo di Avengers ultimò una pellicola acerba che riusciva a raggiungere a fatica il suo scopo ovvero chiudere l’era Snyder.

Con il tramonto del DCEU e la nascita dei Worlds of DC però la base di fan di Zack Snyder è rimasta sempre molto vocale facendo registrare nelle sue fila anche gli attori protagonisti del film ma anche insospettabili professionisti del mondo del cinema e dei fumetti che evidentemente avevano percepito la necessità di dare prima di tutto dal punto di vista artistico una possibilità al regista di mostrare il suo lavoro così come originariamente concepito.

Justice League Snyder Cut – finzione o realtà?

L’esistenza di Justice League Snyder Cut è stata da sempre oggetto di voci divenendo quasi una leggenda. Lo stesso regista aveva però spesso mostrato immagini di sequenze non complete in cui mancavano effetti speciali e lavoro di post-produzione, un modo per ringraziare i fan per il loro affetto e supporto.

Supporto che ha convinto i vertici della Warner Bros. a portare su HBO Max Justice League Snyder Cut che però dovrà essere ultimata.

Il primo problema è relativo al minutaggio. Il film originale era stato “accorciato” a soli 120 minuti, minutaggio bassissimo per la media dei cinefumetti, venendo incontro ad una delle critiche più aspre ne confronti del regista ovvero l’eccessiva lunghezza dei precedenti Man of Steel e Batman v Superman: Dawn of Justice.

Il cut originale era di circa 4 ore che Snyder avrebbe poi ridotto a circa due ore e mezze, due ore e quaranta massimo per direttive degli studios. Ora però questo problema non si pone come confermando da Deborah Snyder, moglie del regista e produttrice, grazie alla presenza della piattaforma streaming HBO Max in cui questo tipo di contenuti sembrano calzare a pennello anche come incentivo per gli abbonamenti.

Justice League Snyder Cut – come verrà proposta?

Resta ora da capire se Justice League Snyder Cut sarà un unico film da 4 ore oppure verrà spezzata magari in quattro episodi da circa un’ora l’uno.

Foto generiche

Il secondo problema è il completamento stesso di Justice League Snyder Cut. Il regista ha mostrato ad inizio febbraio ai nuovi vertici di Warner Bros., a quelli di HBO e DC una versione senza effetti speciali, grezza, che deve essere ultimata non solo con VFX e pre-produzione ma anche con scene aggiuntive. Pare che Snyder abbia iniziato a chiamare personalmente non solo la crew originale del film ma anche gli stessi attori che potrebbero tornare sul set, appena possibile a causa dell’emergenza causata dall’epidemia di Coronavirus, come confermato dallo stesso Ray Fisher interprete di Victor Stone aka Cyborg.

Si vocifera che Warner e HBO abbiano messo sul piatto fra i 20 e i 30 milioni di dollari per completare il film sicuri di un rientro pressoché immediato fra HBO Max ed eventuale uscita in home video.

Justice League Snyder Cut – l’impatto sulle prossime pellicole DC

Vedremo davvero un altro film con Justice League Snyder Cut? Molto probabile. Si tratta sicuramente di un avvenimento senza precedenti nella storia del cinema – che un film “resusciti” per una cut alternativa dopo 4 anni dalla sua uscita – e che dal punto di vista meramente artistico è una “vittoria” per chi ha lavorato al film originale mentre Warner Bros. potrebbe ricevere un incredibile spinta commerciale e pubblicitaria con un sforzo minimo se rapportato ai budget standard per un cinefumetto.

È difficile però che Justice League Snyder Cut cambi drasticamente il futuro dei Worlds of DC sia in termini di programmazione che di tono. Indipendentemente dal successo ottenuto o mancato da Zack Snyder la sua visione e i suoi progetti cozzavano e cozzano tutt’ora con una visione ad ampio raggio che i cinefumetti sono costretti giocoforza ad assumere come dimostrato dalla eterogeneità di quelli che sono ad oggi i film ritenuti migliori ovvero Wonder Woman, Aquaman e Shazam!.

Ha senso proporre oggi Justice League Snyder Cut? Sì nella misura in cui il film così come concepito originariamente da Zack Snyder potrebbe da un lato fornire ulteriori spunti narrativi per nuove pellicole – ricordiamoci che sia Wonder Woman che Aquaman sono “intuizioni” e soprattutto casting di Zack Snyder – e dall’altro “correggere” una pellicola che così come uscita al cinema aveva più di un passaggio forzato – vedasi il pessimo Flash di Ezra Miller o la CGI scadente delle scene aggiuntive volute con Henry Cavill – in misura ancora più significativa di quanto accaduto con Batman v Superman: Dawn of Justice massacrato dal montaggio cinematografico.

Foto generiche

In definitiva si tratta di chiudere davvero e definitivamente un cerchio e chissà magari alla fine Warner deciderà di affidare a Snyder qualche altro progetto targato DC magari sempre su HBO Max oppure il sequel di quel Man of Steel da cui tutto era iniziato e di cui si era iniziato a parlare poche settimane fa.

Tuffatevi nei Worlds of DC con questo massiccio cofanetto blu-ray e 4K Ultra HD che raccoglie tutti i film finora usciti cliccando QUI.