Tom's Hardware Italia
Cinema e Serie TV

Kevin Feige rivela: lo schiocco di Hulk ha avuto un secondo effetto in Avengers Endgame

Dopo la conclusione della Saga dell'Infinito con Avengers: Endgame del Marvel Cinematic Universe, molti quesiti sono rimasti aperti...

Dopo la conclusione della Saga dell’Infinito del Marvel Cinematic Universe, molti quesiti sono rimasti aperti su Avengers: Endgame. Scansando per un secondo ciò che riguarda i viaggi nel tempo, trattati in modo veloce nel film (e che sicuramente avranno ripercussioni nella prossima pellicola, Spider-Man: Far From Home), alcuni fan hanno avuto di che parlare in termini di “realismo fantasy”, quando alcuni quesiti sono comparsi sul ritorno dei caduti.

Nonostante molte opere di finzione di questo tipo si permettono di giocare con la fisica – cosa che ai fini della trama non inficia assolutamente – la domanda che gira tra i vari fan accaniti riguarda il ritorno di tutti quelli polverizzati in Infinity War: le persone che in quel momento si trovavano in un aereo, in auto o in qualche situazione di pericolo, dove sono ricomparse? La risposta, senza lasciar arrovellare le menti degli internauti, arriva da Kevin Feige durante un Q&A su Reddit: secondo lui, il fatto che la versione di Hulk che ha schioccato le dita in Avengers: Endgame fosse quella intelligente, ha permesso al gigante verde di far riapparire tutte le persone in zone sicure, senza lasciarli sospesi nel vuoto o in auto a sfrecciare verso morte certa.

Noi ci riferiamo alla versione intelligente di Hulk, non alla precedente, quindi sì, è stato sia in grado di riportare tutti indietro, che di spostarli in luoghi più sicuri rispetto a quelli dove li avevamo lasciati.

*

Questa affermazione aggiunge un secondo effetto allo schiocco di Hulk e, di conseguenza, aggiunge mistero a quello di Tony Stark: la persona che è riuscita ad aggiustare il viaggio nel tempo, e quindi dotato di un’intelligenza davvero elevata, potrebbe essere riuscito a far distinzione tra nemici e amici, polverizzando soltanto Thanos e la sua armata (e lasciando in vita Gamora). Questa ipotesi, ancora non confermata – anche se probabilmente la sorella di Nebula comparirà in Guardiani della Galassia Vol. 3 – trova alcuni scogli (tra cui la mancanza di incontri tra Tony Stark e Gamora, sia quella dei Guardiani della Galassia, sia quella dell’altra linea temporale). Insomma, a botte di ipotesi e tesi, la rete continua a far germogliare nuove idee e collegamenti tra le conseguenze innescate in Avengers: Endgame e le prossime pellicole. Non ci resta che attendere luglio per il nuovo Spider-Man (e la scoperta del Multiverso), e poi i prossimi anni per la Fase 4 del Marvel Cinematic Universe.

Per festeggiare i dieci anni del Marvel Cinematic Universe è stata rilasciata una serie di Blu Ray speciale con sovraccopertina dedicata: ecco Avengers nella sua edizione speciale!