Libri e Fumetti

La catena d’oro, la prima recensione di The Last Hours


La catena d’oro
Genere
Fantasy, Young Adult
Formato
Copertina rigida
Autore
Cassandra Clare
Editore
Mondadori
Collana
Fantastica

La catena d’oro è un libro Fantasy e Young Adult di Cassandra Clare che fa parte della saga degli Shadowhunters, arrivato nelle librerie di mezzo mondo il 3 Marzo 2020, appena prima del lockdown. È il primo libro del nuovo ciclo: The Last Hours, il cui titolo fa riferimento a Grandi Speranze di Charles Dikens, continuamente citato nel romanzo.

Protagonisti delle Shadowhunters Chronicles, arrivate a oltre venti volumi pubblicati dal 2007 a oggi, sono gli Shadowhunters, o Nephilim, umani dal sangue angelico che grazie ai loro poteri, dati dall’addestramento e dalle rune che si incidono sulla pelle grazie a un apposito strumento – lo stilo – combattono i demoni e le creature sovrannaturali che minacciano il mondo normale, o mondano in gergo. Discendenti dell’angelo Raziel, nel tempo gli Shadowhunters hanno stretto col mondo sovrannaturale degli Accordi, a cui tutti, Nephilim, Vampiri, Mannari, Fatati e Stregoni devono attenersi.

Il romanzo è pubblicato in Italia da Mondadori nella collana Fantastica, come il resto della saga e le graphic novels dedicate. Attualmente è disponibile solo con copertina rigida, in un’edizione molto bella che riprende un ritratto di Cordelia, la protagonista di questo primo volume, di spalle, e un’accento sui suoi capelli rossi.

La catena d'oro

Subito nella trama

Sono passati circa vent’anni dalle vicende raccontate nella saga The Infernal Devices (Le Origini, in Italia) che, ambientata nella Londra Vittoriana, segue le storie di Tessa Gray, Will Herondale e James ‘Jem’ Carstairs. Nello specifico siamo sempre a Londra, nel 1903. I giovani protagonisti sono la nuova generazione di Shadowhunters: tra loro Cordelia e Alastair Carstairs (cugini di James), Lucie e James Herondale (figli di Tessa e Will),  Matthew Fairchild (secondogenito del Console) e altri rampolli delle famiglie di Shadowhunters, tutti tra i sedici e i vent’anni.

Dopo la Guerra Meccanica la società degli Shadowhunters si è rilassata, in qualche modo. Ci sono pochi attacchi di demoni in città, e la vita scorre tranquilla, in un delicato equilibrio tra Mondani, Nascosti e Shadowhunters che somiglia molto, forse troppo, alla vita Mondana. Tra matrimoni, picnic al parco, visite di cortesia e serate danzanti, i giovani si ritrovano a malapena preparati quando i demoni ricompaiono improvvisamente nella Londra notturna.

L’inizio

Protagonista de La catena d’oro è la coraggiosa Cordelia Carstairs. Cordelia si trasferisce a Londra con la sua famiglia: suo padre è stato imprigionato a Idris, coinvolto in una missione finita drammaticamente, e aspetta il giudizio dell’Enclave. Nel frattempo lei, suo fratello Alastair e la madre Sona, persiana di nascita, cercano un modo per garantire alla famiglia Carstairs un futuro dignitoso nonostante lo scandalo e chiedono aiuto agli Herondale nell’impresa. I Carstairs sono legati agli Herondale da un’amicizia che risale alla generazione precedente, e i tre giovani Cordelia, James e Lucie sono già legati da una profonda amicizia.

Lucie e Cordelia stanno per legarsi nel vincolo dei parabatai, poiché in segno di cambiamento anche alle donne Shadowhunters ora è permesso stringere questo patto, mentre James le sorveglia con sguardo fraterno. Male per Cordelia, innamorata di James da sempre, perché il cuore del ragazzo è rivolto altrove. Infatti è segretamente innamorato della giovane Grace Blackthorn, la sfortunata figlia adottiva di Tatiana Blackthorn, con cui condivide una vita di isolamento e odio nei confronti degli altri Shadowhuners, responsabili di non averla aiutata quando il marito, Rupert Blackthorn venne ucciso da suo padre, Benedict Lightwood.

La catena d'oro

Demoni a Londra

Quando una nuova ondata di demoni molto più potenti del normale sconvolge gli Shadowhunters, i giovani scopriranno di essere legati alla vicenda in modo molto stretto. James e i suoi Allegri Compagni (ovvero il suo parabatai Matthew Fairchild e i due cugini Thomas e Christopher Lightwood) chiederanno l’aiuto delle ragazze Lucie e Cordelia (ottima combattente sempre accompagnata dalla spada di famiglia Cortana) per risolvere il problema all’origine, tenendo gli adulti all’oscuro.

I demoni, infatti, sembrano legati agli strani poteri di James e Lucie, discendenti da un demone da parte di madre. Tessa Gray, infatti, è figlia di un demone e della Shadowhunter Elizabeth Gray, un tempo Adele Starkweather. Indagando, i ragazzi si troveranno ad affrontare pericoli più grandi di loro, e serviranno tutto il loro ingegno e coraggio per riportare la pace nel mondo dei Nephilim.

Orgoglio, pregiudizio e demoni

Non solo combattimenti con i demoni e incantesimi, ma tè, abiti costosi e waltzer rendono questa saga affascinante. Chi non ama spade e corsetti, dopotutto? Un delicato equilibrio tra icore demoniaco ed Earl Grey che può soddisfare il palato di tutti. Il torbido passato dei protagonisti, i circoli esclusivi per stregoni e Nascosti di ogni razza e accordi matrimoniali degni di Jane Austen rendono questa saga la più ricca delle Shadowhunters Chronicles, per il mio modesto parere.

I personaggi sono brillanti, sagaci e terribilmente giovani, pieni di sogni, paure e cuori pronti ad essere fatti a pezzi, più o meno letteralmente. La narrazione è fluida ma ricercata, segue le vicende e i ricordi dei protagonisti alternando punti di vista e salti nel passato, ma la narrazione rimane sempre in terza persona. Le descrizioni molto accurate fanno eco ai poemi e alle citazioni dalla letteratura dell’epoca che aprono ogni capitolo, e i protagonisti non mancano di fare continui riferimenti ad opere di spicco dell’epoca tardo-vittoriana, da Oscar Wilde a Virginia Woolf, loro coetanea intravista nei circoli letterari.

“Fermati, tu che stai leggendo, e pensa per un momento alla lunga catena di ferro o d’oro, di spine o di fiori, che non ti avrebbe mai legato, non fosse stato per la creazione di quel primo anello in un giorno memorabile.”

La catena d'oro

La famiglia

Ne La catena d’oro combattimenti e cuori infranti contornano una bella storia di crescita. I riferimenti esoterici a cui la Clare ci ha abituati non deludono, e un aspetto piacevole di questo volume riguarda anche i genitori. Tessa e Will, che i lettori avevano conosciuto come due giovani scapestrati, sono adesso dalla parte degli adulti. Amorevoli e comprensivi, si adeguano a un nuovo standard di questo genere: la famiglia serena.

Sebbene ci siano esempi diversi di famiglia all’interno della storia e vengano affrontate tematiche anche difficili (alcolismo, perdita dei genitori, lutto, adozione e via dicendo), la famiglia dei protagonisti è una famiglia fortunata. I genitori si amano ora come all’inizio del matrimonio, i due fratelli sono buoni amici e hanno un rapporto di comprensione e fiducia tra tutti loro. Nel futuro di Tessa e Will, sembra che ci sia la gioia, insieme al rimpianto di Jem, e i lettori possono essere rassicurati dal fatto che ogni cosa sembra essere al suo posto.

Cassandra Clare

Cassandra Clare (pseudonimo di Judith Rumelt, ma ‘Cassie’ per i suoi fan), è nata nel 1973 a Teheran come uno dei personaggi della sua storia. Ha un passato di giornalista di spettacolo alle spalle, ma nel 2004 comincia a lavorare al suo primo romanzo per ragazzi: Shadowhunters – Città di Ossa. Il successo mondiale arriva con la pubblicazione, nel 2007 da parte di Simon & Schuster, una delle maggiori case editrici americane. Da allora, la Clare ha pubblicato più di venti romanzi, solo tra quelli dedicati agli Shadowhunters, oltre alla saga Magisterium, scritta insieme alla bravissima Holly Black, e alcune raccolte di racconti. Per questo autunno è prevista la pubblicazione del suo primo romanzo non rivolto ai ragazzi, e per l’anno prossimo il seguito de La catena d’oro, Chain of Iron.

La catena d'oro

Conclusioni

La Catena d’Oro, in definitiva, non delude. È una storia avvincente e romantica al punto giusto, che vi terrà incollati fino all’ultima pagina. Per tutti quelli che avevano amato Tessa Gray è un degno successore della trilogia, e per chi ama il fantasy in costume è decisamente un’ottima scelta.

La catena d’oro

La coraggiosa Cordelia Carstairs è una Shadowhunter, e le è stato insegnato a combattere i demoni sin dalla più tenera età. Quando suo padre viene accusato ingiustamente e imprigionato dall’Enclave a Idris, lei si trasferisce a Londra con la sua famiglia. I Carstairs sperano nell’aiuto della famiglia Herondale per entrare a testa alta nella società dei Nephilim, e Cordelia chiede aiuto ai suoi amici Lucie e James.

Il mondo di Londra è sfavillante ed emozionante, e Cordelia dovrà districarsi tra sale da ballo e tè, oltre ovviamente a combattere ogni notte con la spada di famiglia al fianco dei suoi amici. Ma ciò che minaccia Londra e gli Shadowhunters è un pericolo che non si era mai visto: una nuova specie di demoni in grado di attaccare alla luce del sole. Come sono collegati questi pericoli allo strano potere del suo amato James?

La catena d’oro è il primo volume della trilogia The Last Hours, il nuovo ciclo di Shadowhunters pubblicato da Cassandra Clare il 3 Marzo 2020.


Verdetto

Per tutti gli appassionati di Young Adult, Fantasy ed epoca Vittoriana, tra combattimenti all'ultimo sangue e cuori spezzati, questo nuovo inizio vi terrà incollati fino all'ultima pagina.

Pro

-Ambientazione Vittoriana;
-Corsetti&Spade;
-Stile curato e scorrevole;
-Molto romance.

Contro

-Molto romance.