Cinema e Serie TV

Trama e ambientazione

Pagina 2: Trama e ambientazione

L'astronave degli esseri perduti è il terzo capitolo della saga cinematografica del dottor Bernard Quatermass, lo scienziato immaginario ideato da Nigel Kneale nel 1953 per la televisione britannica. Un'opera che è stata protagonista di quattro miniserie televisive, quattro romanzi di fantascienza tratti dalle sceneggiature delle medesime, tre film cinematografici (remake delle stesse serie TV),  un film per la televisione e un radiogramma. Il ritmo di questo film è decisamente più blando rispetto ai predecessori e c'è un'unica location utilizzata per tre quarti di film, ma L'astronave degli esseri perduti è comunque tutt'altro che scontato e ha un finale imprevedibile.

L'astronave degli esseri perduti
Titolo originale Quatermass And The Pit
Anno 1967
Regista Roy Ward Baker
IMDB 7.1
Rotten Tomatoes – tutti i critici 80
Rotten Tomatoes – Pubblico 73

Durante gli scavi per la costruzione di una nuova linea della metropolitana londinese, gli operai scoprono alcuni resti di un ominide fossile la cui struttura risulta sconosciuta. I lavori vengono immediatamente interrotti e gli scienziati, diretti dal paleoantropologo Matthew Roney (James Donald), prendono il posto degli operai.

La terza e più interessante delle parabole di Quatermass firmate da Nigel Kneale, scritta senza interferenze dallo stesso Kneale a partire dalle serie TV originali, che mantiene intatta l'allusiva rete di speculazioni occulte, antropologiche, religiose ed extraterrestri.

Timeout

Durante i successivi scavi viene addirittura alla luce un'astronave che, aperta dopo molte difficoltà, rivela nel suo interno strane creature simili a cavallette che l'aria va rapidamente decomponendo; interviste agli abitanti della zona fanno emergere storie di spiriti e presenze demoniache. Il dottor Quatermass (Andrew Keir) elabora una teoria molto lontana dalla scienza ma molto vicina alla stregoneria: l'astronave viene da Marte e gli esseri cavalletta ne erano i padroni, gli ominidi gli schiavi.

MV5BMTU1NzU3MDc5N15BMl5BanBnXkFtZTgwMDgwNTE1MjE@  V1 [1]

Sempre secondo la teoria di Quatermass, l'astronave giunse sulla Terra milioni di anni fa, cadde sul pianeta e alcuni ominidi si salvarono generando la razza umana che sarebbe quindi in parte la progenie di una razza di schiavi.Alla ricerca di prove a sostegno della sua tesi, Quatermass riesce a collegare il cervello dell'assistente del dottor Roney (Barbara Shelley) con una specie di televisore, con l'obiettivo di raccogliere ricordi ancestrali di questo periodo umano "pre-Terra". Ma ecco che l'astronave rientra in funzione, diffonde nell'aria strani suoni u un'ignota radiazione che riduce gli uomini ad automi. Anche Quatermass ne subisce le conseguenze; immune è invece il dottor Roney che sopra una gru dirige l'armatura metallica verso la "nuvola" mortale, creando un corto circuito che distrugge l'invasore venuto dal passato.

E noi dovremmo la nostra attuale condizione umana all'intervento di strani insetti?

– Ministro della Difesa