Gadget

LEGO TECHNIC #42122 JEEP Wrangler: la recensione


LEGO Technic #42122 Jeep Wrangler Rubicon
Serie
Technic
Numero del set
42122
Numero dei pezzi
665
Costo Ufficiale
€ 49,99
Anno di produzione
2021

Presentato lo scorso dicembre, il set LEGO Technic #42122 Jeep Wrangler riproduce la versione Rubicon dell’iconico fuoristrada Made in USA. Scopriamo insieme la vettura reale e poi andiamo a vedere cosa ci aspetta con questo primo set a marchio FCA/Jeep che riproduce un veicolo che a tutti gli effetti si può considerare sinonimo di 4×4.

LEGO TECHNIC JEEP WRANGLER RUBICON - RECENSIONE

Suggerimento: se volete vedere la costruzione live del set, è disponibile il video della puntata di LEGO MANIA dedicata a questo set sul canale Twitch CulturaPopITA.

La confezione

Il frontale della scatola mostra il veicolo nella sua livrea giallo-nero che attraversa un torrente fra le rocce con alte montagne sullo sfondo, mentre sul retro possiamo trovare le immagini del set costruito che evidenziano le funzionalità del modello: cofano e portiere apribili, verricello anteriore, sospensioni indipendenti e funzionanti. E’ presente anche una immagine del veicolo reale inserita in una breve scheda tecnica di quest’ultimo che riepiloga le caratteristiche del veicolo stesso: cilindrata, peso, cavalli e sistema di trazione integrale. La replica in elementi LEGO Technic di questo set LEGO Technic #42122 Jeep Wrangler, come avviene quasi sempre anche per i veicoli reali, include una serie di accessori aftermarket, come ad esempio gli pneumatici più grandi con battistrada maggiorato, il verricello e il portapacchi.

LEGO TECHNIC JEEP WRANGLER RUBICON - RECENSIONE

All’interno, le parti sono divise in cinque buste numerate da “1” (2 buste) a “2” (3 buste). I cinque pneumatici (4 per le ruote del veicolo e 1 per la ruota di scorta), il manuale di istruzioni e il foglio di adesivi invece inseriti nella scatola sciolti. Avendo diviso i 665 pezzi in sole due parti, si passa molto tempo a rovistare attraverso due lotti da quasi 300 pezzi l’uno, aumentando piacevolmente la durata della esperienza di costruzione, ad esempio rispetto ai più recenti set classificati 18+ , nei quali la divisione dei pezzi è molto più agevolante.

Il foglio degli adesivi contiene solo alcuni dettagli estetici, come le maniglie delle porte, la scritta “Rubicon” per il cofano e la riproduzione del pellame dei sedili personalizzato Rubicon. In particolare. Un dettaglio in particolare ci ha sorpreso: gli elementi LEGO Technic che vanno a comporre l’iconica griglia frontale del motore, sono stampati. In coda nel manuale di istruzioni potremo trovare foto di confronto tra auto reale e modello LEGO Technic, oltre ad una breve scheda informativa sulla vera Jeep Wrangler Rubicon.

Rovistando un po’ nei pezzi inclusi nel set, troviamo un paio di nuovi elementi. Gli imponenti (rispetto alla scala del modello) pneumatici sono un elemento novità 2021 e si adattano al cerchio standard 30X20. Il battistrada è direzionale, dettaglio al quale non sempre si presta attenzione. L’altro elemento novità 2021 è il piccolo panel Technic 2×3, già visto in rosso e in nero nel set LEGO Technic Ferrari 488 GTE “AF Corse #51” e in blu nel LEGO Technic #42123 McLaren Senna GTR.

La costruzione

La Jeep Wrangler, data la scala particolarmente ridotta, non include un fake engine in movimento, quindi la costruzione del telaio è abbastanza semplice: si parte aggiungendo fin da subito con l’aggiunta dei sedili e con la parte iniziale dei meccanismi per due delle funzioni incluse nel modello, lo sterzo controllato esternamente con il comando HOG (Hand Of God) e le sospensioni.

Anche questo set, come nei veri fuoristrada, include il sistema di sospensione ad assale rigido. Solo l’asse posteriore però è vincolato al telaio con sospensioni a molla. L’asse anteriore bascula liberamente, trattenuto solo dal telaio nei punti dove le due parti entrano in contatto.

Si arriva alla fine dei passaggi relativi alle buste numerate “1” assemblando l’iconica griglia e la capottatura del blocco motore, assente però in questo set. Il vano motore infatti, per quanto completato dal cofano apribile, non è certamente una delle parti più interessanti del modello finito. D’altra parte, è stata un’ottima soluzione celare l’assenza del fake engine per motivi di spazio riproducendo la caratteristica di molti dei motori moderni di essere sempre più celati da cappottature in plastica che nascondere le parti meccaniche. Le portiere, il robusto roll-bar, il vano passeggeri posteriore comprensivo di divanetto con schienale reclinabile, il cofano motore, il tettuccio e le 5 ruote con cerchi e pneumatici sono gli elementi che si costruiscono con i pezzi delle buste numerate “2” e che ci portano ad ultimare la costruzione del modello.

Il modello finito

Il modello finito ha un aspetto pesante e muscoloso, incredibilmente giallo come la controparte reale, e i nuovi pneumatici sembrano perfetti per l’off-road su un sentiero nei boschi. Il cofano e le portiere apribili lo rendono un modello divertente, anche se l’interno del vano motore non rivela poi molti dettagli e gli interni hanno come uniche note particolari la replica dei sedili in pelle con impuntura e logo Rubicon in filo rosso e il quadro strumenti, lo schermo e gli aeratori posti sul cruscotto grazie a degli opportuni adesivi. Il verricello sul paraurti anteriore è semplice ed ha una funzione quasi prettamente estetica, visto che essendo privo di un meccanismo di blocco, funziona solo quando il “cavo” è completamente esteso.

LEGO TECHNIC JEEP WRANGLER RUBICON - RECENSIONE
LEGO TECHNIC JEEP WRANGLER RUBICON - RECENSIONE

La altezza da terra e la corsa delle sospensioni garantisce una buona capacità di arrampicarsi, nonostante l’assenza di ammortizzatori a molla sull’asse anteriore. La configurazione delle sospensioni ad assale rigido e quella delle molle al posteriore consentono al modello di rimanere sempre perfettamente livellata, con un effetto ed una resa molto buoni rispetto al funzionamento del veicolo reale ma anche nel fornire un sistema di sospensioni divertente composto da relativamente pochi elementi.

Lo sterzo è controllato tramite una manopola HOG (Hand Of God) sul retro, al centro del vano che ospita il divanetto per i passeggeri. Il raggio di sterzata non è dei migliori: poco più di 24 cm di lunghezza da paraurti a paraurti per quanto riguarda il modello a fronte di un raggio di sterzata pari a oltre 63 cm. Per invertire il senso di marcia a 180° occorrono almeno 12 manovre!

Per quanto riguarda l’aspetto estetico del modello, il particolare che sicuramente colpisce di più e che cattura l’elemento iconico e distintivo del modello reale è sicuramente la griglia anteriore. I fari rotondi, grandi e sporgenti, tendono a far pensare più a una Toyota FJ Cruiser che a una Jeep Wrangler, ma la tipica griglia a 7 feritoie e gli angoli inferiori arrotondati la riportano  immediatamente nei canoni iconici della classica Jeep Wrangler!

Tuttavia, il resto del modello sembra puntare tutto proprio sulla griglia per fare il grosso del lavoro in termini di riconoscibilità. L’abitacolo è un troppo basso rispetto alla massa ed ai volumi complessivi della carrozzeria, dando al veicolo un aspetto un po’ tozzo e largo che lo fa somigliare più come un Hummer H2 a due porte che una Jeep Wrangler. I paraurti aftermarket, i parafanghi e l’assetto ultra-alto, sebbene siano modifiche comuni sulle vere Jeep, enfatizzano l’effetto-Hummer.

LEGO TECHNIC JEEP WRANGLER RUBICON - RECENSIONE

Conclusione

La Jeep Wrangler Technic è un modello entry-level per i costruttori che si approcciano per la prima volta al mondo LEGO Technic, dando loro nel contempo la possibilità di ricreare un pezzo iconico della produzione automobilistica Made in USA. Quasi ogni anno da quando è iniziato il tema Technic, LEGO Group ha prodotto generici fuoristrada 4×4, molti dei quali sono stati modelli divertenti da costruire e con un design raffinato. Il modello farà conquistare sicuramente a LEGO Technic nuovi appassionati e costruttori perché i fan del marchio Jeep sono appassionati quasi quanto lo sono gli AFOL per LEGO.

Il design è abbastanza buono nel trasmettere le caratteristiche del marchio che rappresenta, ma se non fosse per la griglia anteriore così tipica e così ben rappresentata, quasi certamente il modello verrebbe visto come dei 4×4 buoni ma generici prodotti negli anni scorsi. Le caratteristiche e le funzionalità sono tutte solide e robuste, ma la mancanza di un motore a pistoni in movimento sotto il cofano purtroppo si sente davvero molto, visto quanto è un segno distintivo dei modelli LEGO Technic.

In sintesi, è un set solido e divertente da costruire, ma a meno di essere grandi fan del marchio Jeep, può valer la pena aspettare di trovarlo in vendita con un po’ di sconto o in occasione di GWP (Gift With Purchase – omaggi a fronte di acquisto) e/o di doppi punti VIP per acquisti su LEGO Shop @ Home.

LEGO Technic #42122 Jeep Wrangler Rubicon


E' sicuramente il modello in scala più piccola tra tutti quelli novità del 2021, ma nonostante questo, la maggior parte delle caratteristiche e degli aspetti caratterizzanti del veicolo reale sono stati correttamente replicati nel set, che vanta un discreto livello di dettaglio... fatto salvo per il frontale, che è stato riprodotto in maniera un po' approssimativa. Il modo infatti con il quale sono state replicate i fanali anteriori rendono il modello LEGO Technic più simile alla replica della Toyota FJ Cruiser che alla JEEP Wrangler... stano che i Designer di JEEP abbiano approvato questo dettaglio. Il modello include sospensioni funzionanti, ma realizzate in maniera un po' troppo "basic": l'asse anteriore è semplicemente un asse flottante liberamente (le sospensioni non sono "a molla", come invece sono quelle dell'asse posteriore) e non avendo alcun ingranaggio "di presa", quando si fa "arrampicare" il modello, occorre tenere il comando di sterzo molto fermamente, poichè altrimenti le ruote anteriori si raddrizzano subito appena vanno in appoggio all'ostacolo da "scalare". Niente a che vedere insomma con la fantastica e realistica geometria delle sospensioni del Land Rover Defender #42110. Il verricello è praticamente un accessorio estetico, sebbene funzionante. Non ha un meccanismo di blocco efficace, per cui non è in grado di reggere il peso del modello se non quando il "cavo" è completamente esteso. Sono "mancanti" anche alcuni particolari rispetto al veicolo reale, come ad esempio la connessione tra parafanghi anteriori e paraurti frontale o il "gap" tra cofano motore e parabrezza (che nel modello reale sono invece molto vicini l'uno all'altro). IN generale comunque, la maggior parte delle caratteristiche estetiche del veicolo reale sono state riprodotte e il set, una volta montato, è davvero robusto e difficile da danneggiare.

Pro

  • ottimo livello di dettaglio e buona dotazione di funzioni nonostante scala e misure particolarmente ridotte
  • include vari elementi nuovi, in particolare i nuovi pneumatici
  • prevede alcune tecniche costruttive interessanti, come ad esempio lo sterzo montato direttamente sull'asse anteriore oppure il modo con cui sono state realizzate le sospensioni
  • l'acquisizione della licenza FCA/JEEP fa sperare nel futuro rilascio di un modello più grande

Contro

  • il frontale è stato riprodotto in maniera davvero approssimativa
  • il verricello è praticamente inutile, quasi e solamente un dettaglio estetico anziché un accessorio funzionale
  • il funzionamento delle sospensioni è davvero basic
  • ha lo stesso prezzo della McLaren Senna GTR, ma ha 165 pezzi in meno ed una resa estetica e funzionale decisamente inferiore