Eventi

Lucca Comics& Games 2019: il sotterraneo di The Witcher

Al Lucca Comics&Games 2019, siamo stati tra i primi a fare un giro nell’installazione di Netflix situata nel sotterraneo San Paolino. Da qualche anno Netflix porta alla fiera stand dal concept interessante, come quello di Stranger Things, e per l’edizione del 2019 è toccato a The Witcher, la nuova serie in uscita nelle prossime settimane tratta dai romanzi di Andrzej Sapkowski.

L’installazione è non solo ben curata, ma anche interattiva: gli avventori della fiera infatti si ritrovano in una location suggestiva, un sotterraneo medievale in pietra in cui sono stati ricreati alcuni ambienti riferiti al mondo di The Witcher, con tanto di attori ad impersonare librai, streghe, nobili e addirittura cerusici. Le installazioni principali sono la sala di studio, con monaci che discutono animatamente tra loro. Il bosco delle streghe, dove queste ultime posizionano il visitatore di fronte ad uno schermo su cui  viene proiettata una radura. A quel punto il visitatore può vedere un accumulo di energia che segue i movimenti delle sue mani e, muovendosi seguendo le indicazioni delle streghe, può provare a lanciare un incantesimo, visivamente spettacolare.

Particolarmente suggestivo è l’antro del cerusico, dove viene simulata l’autopsia su un goblin a scopo di studio medico. Quello che rende interessante l’esperienza sono gli eventi improvvisi, che si verificano in maniera inaspettata davanti ai visitatori, come un aggressione ai danni di altre comparse da parte di intrusi malintenzionati.

La sala del trono è la location più peculiare, addobbata in maniera fastosa, dove il Re ci ha chiesto di affrontare tre prove di abilità sfidando elfinani mostri. Le prove, divertenti e davvero ben messe in scena, ma anche parecchio difficili, prevedevano un premio consistente in un viaggio in Polonia per due persone per assistere all’anteprima della serie.

Senza ombra di dubbio è l’installazione più intrigante proposta da Netflix per questa fiera, con attori capaci di portare lo spettatore in un mondo lontano. Si ha quasi l’impressione di sprofondare in una dimensione temporale ancestrale e per almeno una mezz’ora ci si dimentica di essere a Lucca e il divertimento è assicurato. Se siete alla fiera in questi giorni vale la pena fare la coda per provare questa esperienza spettacolare.