Cinema e Serie TV

Macaulay Culkin prende l’aereo dei quarantuno anni

Il 26 Agosto 1980, esattamente quarantuno anni fa, nasceva uno degli attori più acclamati della sua generazione: Macaulay Culkin. L’attore e cantante statunitense, di origini inglesi, irlandesi, norvegesi e tedesche, è il terzo dei sette figli nati da Christopher Cornelius “Kit” Culkin, attore famoso per le sue produzioni di Broadway, e Patricia Brentrup. Festeggiamo quindi i quarant’anni dell’attore parlando della sua vita: dalla luminosa carriera di attore bambino, al tracollo dato dall’infanzia difficile e gli abusi subiti, fino al ritorno sul piccolo schermo con il ruolo nella decima stagione di American Horror Story.

Macaulay Culkin

Da Kevin Mccallister a Richie Rich

Il debutto di Macaulay Culkin nel mondo dello spettacolo risale a quando era un bambino di appena quattro anni. All’epoca il piccolo “Mack”, nomignolo con cui lo chiamano i familiari e gli amici più stretti, ha partecipato a molti spettacoli off-Broadway, come ad esempio Lo Schiaccianoci del New York City Ballet.

Macaulay Culkin

Il successo arriva poi nel 1990, quando Macaulay Culkin ha appena dieci anni. Quell’anno lo scrittore John Huges gira, infatti, il film Mamma, ho perso l’aereo e suggerisce allo sceneggiatore e regista, Chris Columbus, di scritturare Macaulay Culkin per il ruolo del protagonista. Sebbene “Mack” sia stato il primo attore ad aver fatto un’audizione per il ruolo, Columbus era scettico sulla sua performance e preferì vedere altri candidati. I provini per il ruolo di Kevin Mccallister furono circa 200. Tuttavia, per ammissione dello stesso regista, nessuno degli aspiranti attori si rivelò bravo quanto Culkin, che ottenne così la parte. Il film incassò più di 285 milioni di dollari solo negli Stati Uniti, 476 milioni di dollari in tutto il mondo. Nel 1991 il giovane attore torna a vestire i panni di Kevin Mccallister in Mamma, ho riperso l’aereo – Mi sono smarrito a New York.

Macaulay Culkin

Questo ennesimo successo porta “Mack” a girare ben quattordici pellicole nel giro di sei anni. Purtroppo nessuno di questi film è riuscito a replicare il successo di Mamma, ho perso l’aereo. I titoli più noti sono entrambi del 1994. Il primo è Richie Rich – il più ricco del mondo. Diretto da Donald Petrie, il film racconta la storia di un dodicenne, Richie Rich, unico erede di una ricchissima famiglia. Nel film il ragazzo dovrà affrontare gli intrighi di Lawrence Van Dough, uno dei dirigenti dell’azienda del padre, interpretato da John Larroquette, che cercherà prima di uccidere i signori Rich, genitori di Richie, e poi di mettere le mani sul caveau di famiglia.

Nel caveau sarebbero custodite, infatti, le cose più preziose della famiglia Rich. Con l’aiuto del maggiordomo e precettore Cadbury, interpretato da Jonathan Hyde, e da un gruppo di ragazzi, che infine diventeranno suoi amici, Richie riuscirà a salvare i genitori e l’azienda. Solo alla fine del film si scoprirà che nel caveau non c’erano gioielli e lingotti d’oro, come credeva invece Lawrence Van Dough, bensì oggetti, come la culla di Richie, legati ai momenti più importanti della vita della famiglia. È questa la morale del film: i soldi non contano nulla, ciò che conta è solo l’amore.

Il secondo film degno di nota, sebbene non abbia ottenuto grande successo, è Pagemaster – L’avventura meravigliosa. In questa pellicola Macaulay Culkin interpreta Richard Tyler, un ragazzino ossessionato dalla sicurezza e dalle statistiche sugli incidenti.

Macaulay Culkin

Riparandosi da un temporale, in una biblioteca, il ragazzo scivolerà sulla pozzanghera, lasciata dai suoi vestiti bagnati, battendo la testa. Appena Richard si sveglierà, si ritroverà trasformato in un’illustrazione. La biblioteca adesso è un’enorme terra fantastica. Il ragazzo incontrerà quindi un mago, Pagemaster, signore della biblioteca, che lo inviterà ad affrontare tre prove per poter tornare umano. Durante il suo cammino Richard stringerà amicizia con tre libri. Avventura, un libro marrone con l’accento piratesco, la gamba di legno e una benda su un occhio; Fantasy, un libro-fata rosa con tanto di ali e bacchetta magica; e Horror, un libro verde e deforme che ricorda molto il mostro di Frankenstein. Affrontando nemici fantastici come il capitano Achab, direttamente dal libro Moby Dick, i lillipuziani da Le avventure di Gulliver, il garbato Dr. Jekyll, e di conseguenza il sanguinario Mr. Hyde, e i temibili pirati capitanati da Long John Silver, dal libro L’isola del tesoro, i quattro riusciranno a superare tutte le prove. Richard tornerà quindi umano, imparando una lezione preziosa: i libri sono insegnanti di vita e possono aiutare a superare le paure più profonde. La prolifica, seppur breve, carriera di attore bambino di Macaulay Culkin lo ha portato a essere uno dei giovanissimi attori più famosi e pagati di Hollywood. Diverse indiscrezioni parlano di cachet da un milione di dollari a film.

Macaulay Culkin e la fragilità della fama

Non è tutto oro ciò che luccica e, come spesso accade per gli attori bambini, la carriera di Macaulay Culkin ha una vita breve e tormentata. Sono state fatte molte congetture sul perché il giovane attore abbia abbandonato la propria carriera nel 1995, ad appena quindici anni.

Macaulay Culkin

Quello che i giornali sono riusciti a ricostruire è che l’infanzia di “Mack” non è stata facile. Dopo il successo di Mamma, ho perso l’aereo sembra infatti che il padre, Christopher Culkin, abbia sperperato i guadagni del figlio. La fama di Macaulay Culkin ha portato Christopher Culkin a diventare un uomo importante di Hollywood e ad agire, a quanto riporta EOnline, in maniera arrogante e violenta. Christopher Culkin si rivela presto disposto a tutto per procurare continui ingaggi per il figlio. Lo stesso Macaulay Culkin, durante un’intervista con il New York Magazine, ha raccontato di quanto fosse abusivo e manipolatore il padre.

“Era abusivo sia mentalmente che fisicamente. Stavo facendo Dio sa quanti soldi, e Kit mi faceva dormire sul divano, solo perché poteva. Solo per farmi sapere chi comandava, per farmi capire che se lui non voleva che dormissi su un letto non ci avrei dormito”.

Nel 1995 la madre di Macaulay Culkin, Patricia Brentrup, decide di iniziare una lunga battaglia legale per separarsi da Christopher Culkin, col quale non si è mai sposata, per ottenere la custodia dei figli e la gestione del loro patrimonio. Nel 1996 le cose precipitano ancora di più, tanto da costringere “Mack” a chiamare la polizia per denunciare il padre che aveva aggredito fisicamente sia lui sia la madre.

Macaulay Culkin

Così il giovane attore riesce ad ottenere l’emancipazione, affidando la gestione del proprio patrimonio a un gestore. Il giudice di New York, David Saxe, permette anche a Macaulay Culkin di acquistare una casa per la madre e i fratelli, all’epoca non più in grado di pagare l’affitto. Da quel momento il giovane ex attore si ritrova spesso sulla copertina dei giornali, scandalistici e non, mentre conduce una vita di eccessi segnata dalle dipendenze.

Macaulay Culkin

Nel 2004 Macaulay Culkin viene arrestato per possesso illegale di marijuana e farmaci per cui è necessaria la prescrizione. Questa è l’ultima notizia certa che si ha dell’attore fino al suo ritorno sugli schermi.

La rinascita a quarant’anni

Il ritorno sul grande schermo di Macaulay Culkin è avvenuto nel 2003, con il film Party Monster. Il film si basa sul libro di James St. James, Disco Bloodbath e, sullo sfondo della cultura Club Kids anni novanta, racconta l’amicizia tra l’autore e Michael Alig, fino all’assassinio di Angel Melendez.

Macaulay Culkin

Da qui Macaulay Culkin ottiene solamente ruoli di secondo piano e appare sporadicamente in televisione. Durante questo periodo Macaulay Culkin si è dedicato alle sue passioni, in particolare musica e pittura. Nel 2013 ha fondato una rock band, i The Pizza Underground, parodia dei Velvet Underground, di cui “Mack” era il vocalist. Con la band parodistica dai testi a tema pizza, Macaulay Culkin ha fatto tour e inciso due album, fino ad annunciarne lo scioglimento nel 2016.

Il ritorno definitivo alla ribalta avviene però nel 2018. “Mack” rigira, infatti, per una serie di spot per Google, disponibili su YouTube, le scene di Mamma ho perso l’aereo. La serie mostra come sarebbe andata la storia se l’ingegnoso Kevin Mccallister avesse avuto ad aiutarlo Google Assistant. Nel 2019 Macaulay Culkin torna anche sul grande schermo, come attore e produttore di Changeland, film diretto da Seth Green.

Macaulay Culkin

A Febbraio 2020 Ryan Murphy ha annunciato, a sorpresa che Macaulay Culkin sarà il protagonista della decima stagione di American Horror Story, insieme a Sarah Paulson ed Evan Peters. Il regista ha annunciato di essere da sempre un grande fan del lavoro di Macaulay Culkin sin dai tempi di Mamma ho perso l’aereo e che, dovendo assegnare un ruolo folle come quello del protagonista della decima stagione di AHS, ha subito pensato a “Mack”.

Macaulay Culkin

Durante un’intervista con E!, Murphy ha rivelato anche di avere intenzione di lavorare con Culkin su più progetti perché trova l’attore affascinante. A sorprendersi di questo improvviso ritorno di popolarità, è stato lo stesso Culkin, che su Twitter ha ironizzato sul fatto di essere in “tendenza” chiedendo al pubblico se ci fosse stata una nuova fake news relativa alla sua morte. Sembra proprio il caso di augurare all’attore un buon compleanno e un buon ritorno sulle scene.

 

Potete acquistare il cofanetto dei film di Mamma, ho perso l’aereo a questo link, il DVD di Party Monster a questo link. Se invece siete in cerca di qualcosa di unico potete comprare i calzini prodotti da Macaulay Culkin a questo link.