Tom's Hardware Italia
Eventi

Modena Play 2019, giochi di ruolo- Giocare in Fiera

Il Modena Play si conferma come uno degli eventi più prolifici per l’attività ludica italiana. Quali giochi di ruolo ed editori è possibile ritrovare in fiera?

Il Modena Play si conferma come uno degli eventi più prolifici per l’attività ludica italiana. Come avevamo già anticipato in un precedente articolo, le “tappe” annuali nelle quali si concentrano la maggior parte delle novità sono due: Lucca C&G e proprio Play di Modena. Vi è però una differenza non da poco tra le due manifestazioni, che riguarda principalmente lo spazio a disposizione per giocare.

Al Play infatti uno spazio sempre maggiore è dedicato al gioco, sia esso libero, dimostrativo o organizzato. Questa è proprio una delle “regole” non scritte e prerogative della manifestazione: i giocatori devono avere la possibilità di sedersi e giocare.

Considerando che a proposito di giochi di ruolo per l’edizione 2019 di Play si contano 50+ titoli tra nuovi giochi, espansioni e materiale sia originale che importato, l’offerta complessiva è enorme. Proviamo a fornirvi una “bussola” per orientarvi in questa imponente offerta.

La Segreteria GDR

Gli anni e le edizioni del Play si susseguono, ma il punto di riferimento per il gioco in fiera e per la Call For Master resta la Segreteria della Gilda del Grifone. Il Meccanismo della Call for Master di Play è ormai collaudato, in pratica permette ai Master di entrare a Play e “masterare” (o masterizzare, arbitrare, narrare o come vi piace di più!) le proprie avventure in una fascia oraria pre definita in una o più giornate della manifestazione.

Questo significa che tutti i tavoli dell’area GDR del Padiglione A sotto l’ala della Gilda hanno numerosissimi Master preparati sui più differenti sistemi! Per le sessioni lunghe (3/4 ore) è attivo un sistema di prenotazione sul sito del Play per avere la certezza di poter giocare, ma è sempre possibile presentarsi in qualunque momento e in qualunque fascia oraria per cercare tra le possibilità offerte. Che sia un’ora e mezza da riempire in attesa del gruppo, o una prova di un sistema poco conosciuto ma finalmente a disposizione, in ogni caso si tratta del luogo giusto per sedersi, prendere delle schede e iniziare a giocare.

Le Demo e le aree dimostrative

Le aree Demo sono fondamentali per gli Stand (piccoli o grandi che siano) e le loro proposte.

In linea generale, l’occasione di provare un gioco prima di comprarlo è sempre una cosa buona ed un servizio importante fornito ai visitatori della manifestazione e vista la grande quantità di prodotti disponibili il valore aggiunto di “toccar con mano” prima di acquistare è sicuramente importante.
Fra le molte proposte segnaliamo una rapida carrellata dei prodotti ed editori che potrete trovare:

Asmodee non ha realmente bisogno di presentazioni come non ne ha bisogno il suo prodotto di punta in ambito gdr: Dungeons & Dragons, che si trova … praticamente ovunque grazie anche alle numerose espansioni ed ambientazioni che utilizzano il motore alla base del gioco per il loro funzionamento.

Wyrd mette a disposizione un notevole dispiego di tavoli e master per dimostrare praticamente tutto il suo catalogo prodotti tra i quali spiccano Shadow of the Demon Lord, Coriolis e Degenesis.

Serpentarium ha dimostrazioni di tutti i propri giochi, con ampio spazio riservato per L’Ultima Torcia e Alba di Cthulhu, prodotto questo giocabile direttamente con uno degli autori.

NEED GAMES presenta anch’essa l’intero catalogo prodotti dando ampio spazio a Vampiri,7th Sea, Tails of Equestria, Journey to Ragnarok The Witcher.

Tin Hat Games alterna invece dimostrazioni di UrbanHeroes a presentazioni di Xenoscape, il loro nuovo GDR di prossima uscita. Aces Games lavora a ciclo continuo su Nameless Land e Heavy Sugar, il giovane nato che da poco si è aggiunto alla scuderia dell’editore.

Raven Distribution propone sia titoli “storici” che innovativi spaziando dal grande classico Il Richiamo di Cthulhu ed il neonato Household novità realizzata dai ragazzi di Two Little Mice.

Acchiappasogni presso Red Glove Edizioni mette a disposizione tutti i suoi titoli tra cui spiccano l’espansione di Augusta Universalis e Nibiru che potete provare direttamente con l’autore. Giochi Uniti propone un ampio reparto dedicato ai giochi di ruolo nel quale spicca un interessante spazio demo dedicato alla seconda edizione di Pathfinder, attualmente ancora in playtest. Presso Dreamlord Press vi segnaliamo il prodotto Sagas of the Icelanders, un titolo davvero interessante ed innovativo.

Fra le “nuove leve” del mercato segnaliamo la presenza di Fumble presso Manicomix che intavola “a ciclo continuo” partite di GATTAI e Klothos affiancato a  Shintiara che propone diverse sessioni di gioco gestite direttamente dall’autore del prodotto. Nella stessa area sarà possibile trovare anche  The Evil Company con Il Silenzio di HollowindIsola Illyon con numerosi tavoli a disposizione per Awaken. Chiudono questo “quadrilatero” di gioco  Kaizoku Press con tutti i prodotti della linea Mutants & Mastermind ed Epic Party Games con gli aggiornamenti su Shattered Tower e la preview del nuovo gioco “Primi re”.

Chiude questa carrellata di prodotti ed editori SpaceOrange42 che fra le moltissime offerte e novità mette in particolare rilievo la nuova edizione “riveduta e corretta” di Savage Worlds.

In Conclusione

Al Play si gioca, e si gioca tanto. Chiaramente, in quanto fiera, la gestione delle vendite e dell’attività promozionale è fondamentale al mantenimento della manifestazione stessa, ma nonostante ciò, il Festival del Gioco modenese si conferma una occasione dove poter provare di persona numerosi titoli e novità.