Giochi in scatola

Modena Play 2019, scopriamo in anteprima i nuovi titoli di 3 Emme Games

Modena play 2019 è ormai alle spalle, ma non c’è tempo da perdere, le varie case editrici devono attivarsi per organizzare i prossimi impegni e definire gli ultimi accordi, perché in questo momento di grande fermento di mercato chi si ferma è perso. Lo sanno bene alla 3 Emme Games, realtà recente nel panorama ludico, capace di salire alla ribalta con titoli dall’identità chiara e dai brand di sicuro richiamo.

Accolti da Alexander Quarella, Marketing Manager della giovane azienda milanese, abbiamo avuto l’opportunità di scoprire in sua compagnia i progetti presenti e futuri dell’editore.

La fiera di Modena è una buona occasione per saggiare l’andamento di un’azienda e dei suoi prodotti. Vedendo i tanti tavoli presi letteralmente d’assalto, la soddisfazione del nostro interlocutore è palese. Anche titoli come Heroes Of Black Reach, dell’universo di Warhammer 40000, considerato forse più di nicchia, ha riscosso un discreto successo al pari dei più gettonati Monster Slaughter Counterfeiters.

Ci sediamo al tavolo e veniamo introdotti alle molte novità previste per la prossima edizione di Lucca Comics & Games.

Saint Seiya

Verso la fine degli anni 80 dal Giappone arrivò una serie anime che sarebbe diventata un punto di riferimento per i giovani di quella generazione, appassionando con le gesta di abili guerrieri mitologici e incollando alla TV migliaia di ragazzi. Una passione, quella per i Cavalieri Dello Zodiaco, che a distanza di più di trentanni non accenna a diminuire. Da queste solidi basi è nata l’idea di 3 Emme Games di assicurarsi i diritti di questo gioco su licenza.

Saint Seiya sarà un deck building, ovvero un gioco di carte dove ogni giocatore dovrà costruirsi il proprio mazzo, affrontando avversari e attivando azioni speciali dei personaggi. Dalla durata contenuta, indicata in circa 60 minuti, da due a cinque giocatori prenderanno le parti dei cinque dei cavalieri più famosi del fumetto: Andromeda, Pegasus, Cristal, Sirio e Phoenix, che dovranno combattere fra loro nell’arco di dodici round. A causa delle continue revisioni sulle traduzioni, da parte dell’editore giapponese, non si ha una stima precisa della data di lancio del gioco sul nostro mercato, ma l’editore assicura che quando il prodotto vedrà la luce lo farà al “massimo della forma” comprensivo di ogni correzione prevista.

Paranormal Detective

Nel catalogo della 3 Emme Games si aggiungerà questo gioco, edito dalla Lucky Duck Games, che unisce una meccanica di deduzione ad un party game. Da tre a sei giocatori si troveranno a dover decifrare gli indizi del fantasma di turno, il quale avrà dei metodi non convenzionali per comunicare con loro. Infatti il gioco metterà alla prova le capacità del fantasma di farsi capire, rispondendo a domande dirette, utilizzando i vincoli dettati da dalle carte. Ci si potrebbe trovare quindi alle prese con situazioni strampalate, come ad esempio il fantasma costretto a mimare una risposta, senza emettere alcun suono, oppure doverla “disegnare” sulla schiena dell’investigatore, utilizzando un dito. Il gioco sulla carta sembra promettente e dal canto nostro, siamo ansiosi di poterlo provare nella sua forma definitiva.

Space Gate Odissey

In questo gioco fantascientifico, i giocatori saranno chiamati a costruire le proprie basi spaziali, organizzando al meglio il posizionamento dei moduli e gestendo i collegamenti fra le varie aree di gioco, per poter sfruttare portali di teletrasporto e viaggiare su nuovi pianeti. Il gioco sarà un gestionale in cui si drovrnno ottenere più punti degli avversari, sfruttando dinamiche decisionali di posizionamento dei moduli e di gestione del proprio equipaggio.

Un gioco moderno che riesce a mantenere gli equilibri della partita, limitando eventuali eccessive disparità in gioco. Un punto di forza del titolo è indubbiamente la qualità dei materiali, resistenti e piacevoli anche alla vista. Il prodotto premetterà di far giocare da 2 a 4 giocatori per una durata dichiarata di 90 minuti.

Vampire: The Masquerade – Heritage

Partita in questi giorni la campagna di Crowdfunding Kickstarter, il progetto della Nice Game Publishing è sicuramente molto atteso dai giocatori di tutto il mondo. L’aver stretto una collaborazione per la localizzazione del titolo è motivo di orgoglio, per la giovane casa editrice milanese. Non si tratta di fortuna, ma di determinazione e forte coraggio nei confronti di un progetto che poteva non rivelarsi all’altezza. Invece, da quello che abbiamo carpito nella versione demo mostrata a Modena Play e da quanto sta emergendo dalla campagna in corso, questo gioco ha tutte le carte in regola per riuscire a fare breccia nei nostri cuori.


Il gioco adotta un sistema Legacy, ovvero va a modificare definitivamente parte del materiale presente nella scatola, regalando maggiore immedesimazione e rendendo ogni scelta più difficile. Da 2 a 4 giocatori vivranno le gesta di vampiri di diversi ceti sociali, in partite brevi da circa quaranta minuti, mentre l’intera campagna di gioco avrà una durata che varierà dalle 20 alle 25 partite circa.

La trama della storia sarà ambientata lungo 700 anni di storia, in cui le scelte dei giocatori avranno delle ripercussioni sui personaggi che incontreranno. Un’ epopea fra clan di vampiri, da quelli più ricchi a quelli più poveri, che daranno vita a vere e proprie dinastie destinate a cambiare il corso della storia, per ottenere influenza e decidere le sorti del mondo. I personaggi che faranno parte della trama, fra cui famose figure realmente esistite, potranno essere vampirizzati reclutandoli fra le proprie schiere ed attivandone nuove abilità ma pagando poi le conseguenze di queste azioni.

Ogni carta nel gioco sarà imbustata direttamente dall’editore, all’occorrenza basterà estrarla e girarla dal lato opposto, mostrando le nuove caratteristiche. Scegliendo fra i tanti personaggi a disposizione nel gioco, si andrà a costruire una stirpe, i cui attributi influenzeranno le zone di gioco. Ci si affezionerà ai personaggi, potendo addirittura migliorarne le abilità, apponendo di conseguenza degli adesivi sulle carte con nuove statistiche. Missioni primarie e secondarie si dipaneranno dalle trame di gioco, portando i giocatori a confrontarsi fra loro in aste per il controllo decisionale. Un gioco che di carne al fuoco ne mette davvero tanta e che, siamo sicuri, forte di un brand così amato, avrà un successo enorme. Il fatto che sia stato finanziato in meno di un’ora sembra essere un buon punto di partenza.


Ricordiamo che tutte le immagini presenti in questo articolo sono puramente indicative, alcuni prodotti mostrati potrebbero subire modifiche nella loro versione finale.