Cinema e Serie TV

Modern Love: la recensione della serie tv Amazon Prime Video

Modern Love è la nuova serie TV antologica targata Amazon Prime Video. Tratta da una delle rubriche più lette del New York Times, Modern Love appunto, racconta la complessa semplicità dell’amore, e delle persone che tentano di mettersi in gioco attraverso gli affetti. La rubrica del New York Times (che nel tempo è divenuta un libro, un podcast e ora uno show televisivo e che potete esplorare a questo link) in quindici anni ha raccolto svariate testimonianze e confessioni su cosa sia realmente l’amore di tutti i giorni, l’amore duraturo o semplicemente quello appena sfiorato e perso.

Il cast di questa serie TV originale Amazon è davvero stellare e comprende Anne Hathaway, Tina Fey, Dev Patel, John Slattery, Brandon Victor Dixon, Catherine Keener, Julia Garner, Andy García, Cristin Milioti, Olivia Cooke, Andrew Scott, Shea Whigham, Gary Carr, Sofia Boutella e John Gallagher Jr. Gli attori si alternano nelle otto puntate che compongono lo show, dandosi il cambio da una storia all’altra di quella che è una delle serie tv antologiche meglio riuscite degli ultimi tempi.

Modern Love: l’amore salva in ogni caso

Le storie raccolte nella rubrica Modern Love sono tutte realmente accadute. Spesso sono molto semplici, a volte anche bizzarre e inconsuete. Ma è proprio la semplicità che fa da padrona alla serie tv Amazon Prime, perché racconta la reale esistenza di chi ha amato ed è stato abbandonato o ha deciso di continuare, di rimettersi in gioco, tirare giù la maschera e amare, se stessi e gli altri.

Il concetto di amore espresso nella serie tv è realistico, non scade nel romanticismo spicciolo e mostra i protagonisti delle diverse storie completamente senza filtri di alcun tipo. E se c’è una reale morale che può essere ricavata da questo show è proprio questa: l’amore vero mostra sempre la sua parte peggiore e in ogni caso salva, nel bene e nel male.

Dalle vicende che si susseguono sullo schermo comprendiamo quanto amare e provare affetto, empatia per se stessi e per gli altri sia davvero complicato, soprattutto in una città caotica e sempre in movimento come New York. L’ambientazione della grande metropoli è molto funzionale alla narrazione, non si sarebbe potuto ambientare meglio un dramma di questo calibro. La grande metropoli mostra ancora più vulnerabili in nostri protagonisti e ancora più realistiche le loro storie, intrise di cinismo, fretta e spesso, superficialità.

Ogni episodio è a sé stante, e ognuna di queste storie ha una sua propria evoluzione, si parte dal basso per arrivare ad una delle soluzioni possibili dei mille nodi che l’amore tende a formare quando non si è pronti ad affrontarlo o, semplicemente, non si vuole affrontarlo.

Un’antologia di sentimenti veri, belli e cattivi

Oltre il contenuto dell’opera antologica Modern Love, scopriamo una regia molto ben costruita, con movimenti di macchina lenti, studiati alla perfezione per inserire i diversi protagonisti in quella cornice che è New York. L’ambientazione esalta la narrazione e ne diventa protagonista, proprio come l’amore che irrompe sullo schermo in maniera brutale e senza alcun filtro.

Grazie ad una sceneggiatura delicatissima e introspettiva, ci immergiamo completamente nelle vicende dei vari protagonisti che incontreremo nelle diverse puntate. I dialoghi sono ben costruiti e verosimili, l’interpretazione non è mai enfatizzata e rispecchia quelli che sono i sentimenti che vogliono essere riprodotti sullo schermo e trasmessi al pubblico.

In un turbine di emozioni diverse, la narrazione si concentra anche sui disturbi della personalità, come nell’episodio magistralmente interpretato da Anne Hathaway dove si affronta la tematica dei disturbi della personalità, ma si narra anche dell’ansia generata da una vita frenetica e metropolitana, la voglia di colmare vuoti troppo importanti, come la mancanza di un padre, mancanze da sostituire con surrogati e mantra, fino alla svolta finale.

In tutte le puntate abbiamo una perfetta evoluzione dei personaggi sullo schermo, complice un’accurata scrittura e introspezione psicologica. Per questo motivo l’opera in generale risulta semplice da seguire, e il carattere antologico dello show rende fluido il passaggio tra una puntata e l’altra.

Conclusioni

Modern Love è una serie TV antologica che tratta diversi temi legati al mondo dei sentimenti. Il carattere dei sentimenti e la narrazione di essi, l’interpretazione dei vari attori e la scrittura dei personaggi stessi è matura e consapevole, semplice per la complessità dei temi trattati. Originale sicuramente la scelta dei contenuti, che spazia da semplici storie d’amore a narrazioni più complesse e psicologicamente strutturate.

Lo show Amazon Prime Video, Modern Love, è adatto a un pubblico adulto per le tematiche trattate, sicuramente non adatte a un pubblico molto giovane. La serie tv è sicuramente uno dei prodotti migliori disponibili sulla piattaforma di streaming online di Amazon, uno show che apre gli occhi sulla difficoltà di definire l’amore in senso lato e la bellezza dei sentimenti puri e sinceri, visti da angolazioni diverse esplorando degli universi narrativi strutturati in maniera ineccepibile.

Amazon Prime Video dovrebbe essere provato da chiunque abbia già in uso il poliedrico servizio di Amazon Prime: lo avete praticamente a costo zero se siete già abbonati al Prime o in alternativa potete iscrivervi da questa pagina!