Tom's Hardware Italia
Giochi in scatola

Noctiluca: recensione di un gioco astratto vestito a festa


Noctiluca
Autore
Shem Phillips
Editore
Asmodee Italia
N° Giocatori
1-4
Età consigliata
8+
Durata Media
30 min
Noctiluca, è un gioco da tavolo astratto per 1-4 giocatori ideato da Shem Phillips per Z-Man Game e localizzato in Italia da Asmodee. Le illustrazioni sono di Bree Lindsoe.

In Noctiluca, gioco di Shem Philips distribuito in Italia da Asmodee, dovrete immergervi negli Stagni Cerulei per catturare le piccole e colorate meduse bio-luminescenti (i “noctiluca”) e riempire i vostri vasi (pozioni) medicinali. Chi tornerà al villaggio con la raccolta più ricca vincerà la partita. Noctiluca è un gioco da tavolo per 1-4 giocatori, della durata di circa 30 minuti dall’ambientazione ispirata, poche regole e il rischio di essere sottovalutato.

Il motore del gioco

Noctiluca ha una meccanica di base che ruota attorno ai 105 dadi colorati che caratterizzano il titolo e che lo rendono anche visivamente accattivante. La meccanica principale, non particolarmente originale, è presto sintetizzata: i giocatori selezionano a turno i dadi che mostrano la stessa faccia numerata presenti vicino ad una spiaggia. I dati catturati vengono poi messi nelle borracce rispettando i colori segnati sugli spazi. Il concetto quindi è “cattura in base al numero tirato”, “posizionamento in base al colore ottenuto”. Se avete mai somministrato o fatto un test neuropsicologico sapete anche da quale reattivo la meccanica trae ispirazione!

Un astratto vestito a festa

La meccanica è molto semplice ma la logica sottostante la “scelta del numero che permette di ottenere i colori voluti” per nulla banale da controllare. Per questo il gioco, che pure sarebbe decisamente rapido sia come set-up che come durata della partita, rischia di allungarsi molto se attorno al tavolo avete dei giocatori che desiderano controllare e verificare tutte le combinazioni offerte dai dadi presenti sul tabellone. Compito improbo e noioso che però alcuni potrebbero tentare di effettuare per assicurarsi la vittoria. Attenzione dunque: il titolo è godibile da tutti, famiglie comprese, se giocato con leggerezza, esattamente come grafica e disegni suggerirebbero. Noctiluca, nonostante le scelte grafiche e i disegni, è propriamente un astratto. Non fatevi ingannare dall’aspetto “puccioso” delle meduse colorate sulla scatola: i giocatori desiderosi di analizzare con attenzione il tavolo da gioco e le combinazioni più promettenti troveranno pane per i loro denti.

Altre regolette da ricordare

Le poche altre regole del gioco sono relative al calcolo dei punti finali, che prevede un premio per chi cattura Noctiluca del medesimo colore e soprattutto per chi riesce a confezionare la maggioranza di pozioni medicinali del medesimo tipo (luna, albero e sole). Il gioco offre anche una apprezzabile variante “in solitario” che risulta particolarmente difficile da vincere, come potrete leggere più sotto. Uno degli aspetti maggiormente intirganti del titolo è il momento della scelta dei vasi da riempire: sarà necessario valutare non solo i colori dei dadi presenti sul tavolo ma anche la quantità dei gettoni già raccolti dagli altri giocatori e le proprie condizioni di vittoria (ad esempio quale colore vi garantirà un bonus speciale).

Un colorato colpo d’occhio profondamente matematico

Stupisce in positivo il tavolo apparecchiato nonostante la ridotta componentistica: lo stagno, i dadi in quattro colori, i vasi-pozione da riempire, i token con i punti. Sembra un gioco per bambini, una gioia per gli occhi, ma in realtà nessuna mossa è lasciata al caso (se non il set-up iniziale) e ogni scelta è significativa. Riusciranno bene nella partita i giocatori con la capacità di analisi più alta (suggerisco di aggiungere una clessidra di 30 secondi per forzare le scelte) e le skill(s) visive più toste: essere in grado di “isolare” i dadi, contarli e scegliere la combinazione più promettente è connesso alla vostra capacità di isolare dal “rumore di fondo” i valori salienti. Rain-man risulterebbe imbattibile a questo tavolo.

Giocare da soli significa perdere male

La variante in solitario è quasi un gioco a sé, grazie all’aggiunta delle regole della “Tempesta” che non solo spaccia le meduse colorate ma completa un vaso ogni turno. Questo aspetto, che ho letto e riletto nelle regole per essere certo di averlo compreso bene, rende la sfida molto frustrante. Il giocatore in solitaria ha sì dodici “prese”, ma difficilmente riuscirà a completare una carta a turno come invece fa, automaticamente (e senza fatica) la Tempesta. È vero che il giocatore gode, alla fine della partita, dei bonus punti per il colore delle meduse scelte e per i vasi più preziosi accumulate, ma riuscire a vincere… beh, è una sfida vera e propria. Se ce la fate scrivetemi!

Conclusioni

Noctiluca è un gioco astratto che può essere goduto da due tipologie di giocatori che non dovrebbero mai incrociarsi a questo tavolo da gioco, pena frustrazione e tempi dilatati per colpa dell’analisi-paralisi. I casual player, o le famiglie, attirati dai dadi stile Flying Tiger e dalla grafica accattivante della scatola, potranno divertirsi a pescare, diciamolo anche un po’ sinceramente, le meduse colorate a caso, sperando di portare a casa il bottino più ricco. L’altra tipologia di giocatori sono invece i grandi pensatori, i matematici degli astratti, coloro che sceglieranno la mossa vincente sulla base del calcolo. Per sicurezza, qualora vogliate fare parte di questa categoria, portatevi una clessidra.

Materiali

Il livello e la qualità dei materiali è eccellente. Carte retate, piccoli dadi colorati, gettoni in cartone spesso, tabellone double-face, il gioco ha una cura nei dettagli da far sbiancare i primi titoli della Z-Man Games. Le regole sono state tradotte in italiano con cura e sono davvero rapide e chiare da leggere. Pochi minuti dopo aver letto il regolamento sarete davvero pronti a giocare. La dimensione della scatola è appropriata: per una volta non abbiamo un inutile box over-size. Spendo una riga per questo dettaglio dato che gli appassionati hanno sempre più titoli in libreria e avere delle scatole ergonomiche e della “giusta dimensione” rispetto al contenuto è un elemento da valorizzare.

Gioco indicato per

Noctiluca va bene sia per famiglie o giocatori casuali che per hard-player. I primi lo giocheranno con innocenza, i secondi con maggiore attenzione e tensione. Abbiate solo cura di invitare le due tipologie di giocatori in serate differenti.

Noctiluca

Noctiluca, è un gioco da tavolo astratto per 1-4 giocatori ideato da Shem Phillips per Z-Man Game e localizzato in Italia da Asmodee. Le illustrazioni sono di Bree Lindsoe.



Verdetto

Un astratto rallegrato da una montagna di dadi piccini e colorati. La grafica e le illustrazioni scelte lo presentano come un titolo “leggero” che può però essere giocato con maggiore profondità. Non lasciatevi trarre in inganno dalla presenza dei dadi: la fortuna non conta nulla in questo titolo.

Pro

- Semplicità delle regole
- Profondità delle scelte strategiche

Contro

- Rischio di farsi trarre in inganno dal box “luccicante”: il titolo piacerà più agli scacchisti che ai casual player.