Eventi

Le attrazioni più belle nei parchi a tema italiani

Quali sono le attrazioni più belle presenti nei parchi parchi a tema italiani ? Proveremo a  rispondere al quesito. Vista la grande vastità e diversità delle tipologie proponiamo un raggruppamento per categorie:

Le migliori attrazioni

All’interno di ogni parco a tema, le attrazioni presenti sono decine, ed a volte manca il tempo per provarle tutte in un solo giorno. Quelle in elenco rappresentano il meglio del meglio. Questo non sminuisce la qualità di tutto il resto, ma se elencassimo tutte si perderebbe l’utilità di questo articolo. Un commento molto più ampio dei parchi in generale trova spazio nel nostro speciale sui migliori parchi divertimento in Italia.

Le dark ride

Huntik 5D – Rainbow Magicland

Si tratta di una dark ride interattiva molto particolare e completa decisamente un must fra quelle disponibili nei parchi a tema italiani. Essa infatti non è un semplice giro al chiuso tra la tematizzazione statica. Piuttosto parliamo di un tour a bordo di vetture in grado di muoversi su se stesse mentre percorrono le varie sale, dotate anche di audio a bordo. E’ inoltre prevista l’interattività, ovvero mediante delle pistole laser è possibile sparare a tanti tipi di bersagli diversi presenti lungo il percorso. La dinamica del gioco è molto complessa ed articolata, con ciò si intende che è possibile ottenere punteggi estremamente elevati, superiori ai 400.000 punti, ma serve davvero tanta esperienza ed abilità per riuscirvi. Questo fatto la rende un’attrazione molto divertente e ripetibile moltissime volte.

Per quanto riguarda invece la tematizzazione esterna, essa è la migliore del parco. La qualità continua anche all’interno con una splendida queue line piena di affreschi ed in tutte le sale durante il giro a bordo delle vetture, le quali offrono anche schermi con proiezioni di elevata qualità. Questa stagione sono stati apportati diversi miglioramenti che hanno reso Huntik al top delle sue performance, essendo in grado di competere non solo con le maggiori dark ride europee, ma anche d’oltre oceano.

I Corsari – Gardaland

Una attrazione storica fra i parchi a tema italiani. Si tratta di una dark ride su barche realizzata interamente in sotterranea. Con gli anni tante cose sono state cambiate. Dal 1992 ad oggi si sono alternati periodi più o meno positivi per i Corsari dovuti a diversi cambiamenti e ristrutturazioni più o meno riuscite. Nella versione attuale sono state introdotte le proiezioni, ma trascurati gli animatronics e marginalizzata la storia originale, tuttavia la struttura e le sale restano sempre le stesse in tutta la loro bellezza. Ci auguriamo tutti che un giorno quest’attrazione con le scenografie di Claudio Mazzoli possa tornare alla bellezza dei primi giorni. In ogni caso, per quello che è l’attuale panorama italiano, questa dark ride su barche continua a rivestire un ruolo di primo piano.

I roller coaster

Katun – Mirabilandia

E’ il coaster non lanciato migliore d’Italia, nonché l’inverted coaster migliore in Europa, quindi un must da provare nei parchi a tema italiani. Ciò che ha reso Mirabilandia famoso. Le sue caratteristiche sono ragguardevoli: 1200 metri, 50 metri d’altezza, sei inversioni, 104 km/h di velocità massima nonché l’area ben tematizzata a tema Maya nel quale è inserito, lo rendono un roller coaster top level che nonostante il passare degli anni, si difende estremamente bene.

Ispeed – Mirabilandia

Sempre a Mirabilandia troviamo un altra eccellenza dei parchi a tema italiani. E’ un roller coaster di tipo lanciato, 0-110 km/h in 2,2 secondi, 55 metri d’altezza e quasi 1 km di lunghezza lo rendono la seconda montagna russa più importante d’Italia ed a seconda dei gusti è ritenuto da molti persino superiore a Katun, anche se per via delle tipologia differenti, fare un paragone è un po’ inappropriato.

Altair – Cinecittà World

E’ un roller coaster di tipo sit-down prodotto dalla Intamin molto interessante, imperdibile per gli amanti del genere. Merita di essere citato in quanto con ben 10 inversioni, delle quali quattro avvitamenti di fila è il coaster con più inversioni d’Italia. Inoltre possiede una stazione ben tematizzata come una navicella spaziale coerentemente con l’area Spaceland, tra le scenografie migliori del parco.

Mammut – Gardaland

Il miglior family coaster fra quelli proposti dai parchi a tema italiani. Non solo presenta un buon livello di tematizzazione, ma è anche il più lungo d’Italia. Un modello di mine train standard prodotto dalla Vekoma, prevede la presenza di due sole salite. Gardaland ne ha richiesta una terza, con un’ultima sezione di coaster particolarmente adrenalinica ma comunque adatta alla famiglia che porta la lunghezza complessiva a 1080 metri.

Per via dell’ampio pubblico alla quale si rivolge è l’attrazione principale del parco con più coda, di conseguenza anche quella presa d’assalto al mattino. Il consiglio è quello di farla subito qualora riusciate ad arrivare in tempo per l’orario di apertura del parco, altrimenti lasciatela per il pomeriggio, quando questa zona del parco è un po’ più vuota.

Inferno – Cinecittà World

E’ un family coaster interamente al chiuso tematizzato ispirandosi alla celeberrima cantica della Divina Commedia. Unico nel suo genere fra quelli proposti dai  parchi a tema italiani. Visti gli spazi molto ridotti, viene adottata una tecnica molto efficace e suggestiva per tematizzare, ovvero l’utilizzo dei teli di tipo cinematografico sui quali è utilizzata la tecnica della retroproiezione. Il percorso nel suo complesso è un po’ corto e non particolarmente brillante, tuttavia presenta l’elemento drop track, ovvero una caduta improvvisa di 5 metri, il che rende l’attrazione un must do.

Le attrazioni acquatiche

Jungle Splash – Etnaland

Si tratta di uno spillwater molto diverso da qualunque altro che troverete in giro per il mondo , in quanto costruito ad hoc su misura e secondo specifiche richieste del parco. Non si tratta di una semplice discesa con splash finale, piuttosto di un’esperienza ben costruita. Partendo dalla tematizzazione, essa è stata curata nel dettaglio, regalando un colpo d’occhio dall’esterno molto bello che la rende una delle migliori del suo genere fra quelle proposte dai  parchi a tema italiani. Contribuiscono a creare uno scenario eccellente l’utilizzo massiccio delle cascate e di elementi naturali come legno, paglia e rami veri. Un’originalità rara da trovare e che fa la differenza.

Spostandosi a bordo, si inizia con un tunnel sotterraneo dentro il quale gli ospiti vengono completamente bagnati nel periodo estivo (solo in modalità parco acquatico). Segue una piattaforma rotante con musica a tema tra gli sciamani, il tutto ispirato ai riti di alcune tribù indonesiane, poi il tocco di classe: niente salite noiose, piuttosto un veloce ascensore indoor, e giù per 25 metri.

Una sorpresa dall’inizio alla fine, nonché una piacevole controtendenza rispetto a quasi tutti gli altri parchi, i quali trattano queste attrazioni come secondarie e completamente non tematizzate. Etnaland ha mostrato brillantemente che non conta la tipologia quando si è in grado di regalare un’esperienza completa.

Jungle Rapids – Gardaland

E’ il river rapids migliore fra quelle disponibili nei parchi a tema italiani. A bordo di gommoni da nove posti ci si avventura in balia della corrente affrontando le rapide dell’impetuoso fiume che si sviluppa tra le architetture della civiltà birmana. Si attraverseranno la foresta, templi e rovine, animali della giungla, grandi sculture antiche immerso tra i suoni della natura e musiche del posto. E’ possibile inoltre vivere l’emozione di entrare all’interno di un grande vulcano in eruzione!

Purtroppo negli ultimi tempi la manutenzione è stata un po’ trascurata, tuttavia le splendide scenografie ideate da Claudio Mazzoli, costituiscono a prescindere il meglio, e resistono perfettamente al trascorrere del tempo, grazie alla particolare lungimiranza nella scelta dei materiali utilizzati.

Jurassic River – Cavallino Matto

E’ attualmente il log flume migliore fra quelli proposti dai parchi a tema italiani, ultima novità di Cavallino Matto, che ha richiesto anni di pianificazione ed un significativo investimento economico, al fine di offrire al pubblico un prodotto unico e di qualità. Parliamo infatti di un’attrazione dai numeri importanti:

  • 600 metri di percorso che si sviluppano su una superficie di quasi 5.000 mq
  • 10 barche da 4 posti cadauna, in cui ogni passeggero ha un proprio sedile con chiusura di sicurezza
  • 2 discese che partono da un’altezza di 13 metri, di cui una caratterizzata da un veloce camelback
  • Ogni canoa è dotata di impianto audio che accompagna i passeggeri lungo il percorso
  • La durata del percorso è di quasi 5 minuti
  • velocità massima di discesa: 50 km/h

All’attrazione meccanica in se, si aggiunge un’importante tematizzazione giurassica con 27 dinosauri animatronics. Un prodotto perfettamente riuscito che diventerà sempre più bello con il crescere della vegetazione. Una di quelle novità che in Italia si vedono di rado.

Le altre attrazioni

Kitt Super jet – Movieland

In perfetto stile Movieland, quest’attrazione offre un’esperienza davvero unica. Il mezzo protagonista è un’imbarcazione da 14 posti mossa da due motori aventi una potenza complessiva di ben 600 cavalli. Saliti a bordo arriva il bello, grazie alla presenza di guidatori esperti, i quali portano l’imbarcazione fino ad 80 km/h ed in una lunga serie di acrobazie come i giri a 360° in piena sicurezza. Esperienza molto bella ad alto tasso d’adrenalina.

Magic House – Gardaland

E’ una flat ride di tipo Mad House prodotta dalla Vekoma. Quest’attrazione è particolarmente suggestiva in quanto fatta per la prima volta risulta veramente magica. Ci si imbarca su una piattaforma oscillante con angoli di +/- 40° mentre il resto della stanza può ruotare di 360° esattamente come il tamburo di una lavatrice. Sincronizzando per bene a regola d’arte oscillazioni e rotazioni l’esperienza risultante è stupefacente. Purtroppo non è così per tutti, qualcuno potrebbe soffrire di vertigini e disorientamento. In questo caso il consiglio che funziona sempre è di chiudere gli occhi per tutta la durata del giro.

Tornando alla Magic House in particolare, essa si distingue da altre Mad House presenti in italia ed in Europa per tutta una serie di accorgimenti, quali ad esempio la collocazione sotto l’albero di Prezzemolo, la presenza di due preshow, uno in ascensore ed uno in sotterranea, nonché la colonna sonora utilizzata, particolarmente azzeccata.

U-571 – Movieland

E’ un’attrazione interamente ideata da Movieland. Un simulatore del tutto riadattato che si distingue per l’esistenza di una parte introduttiva di preshow con attori, presenti anche dentro il simulatore stesso. Inoltre la grande sorpresa della simulazione di un’inondazione in senso letterale. Viene fatto un uso massiccio dell’acqua, il che è molto divertente ma decisamente sconsigliato nei giorni meno caldi. Questo è un aspetto importante da tenere presente per la fruizione dell’attrazione.

Pangea – Movieland

E’ l’unica attrazione del mondo a guida libera. Saliti a bordo di jeep con audio e video onboard è possibile per uno dei membri del gruppo guidare il veicolo in completa autonomia in giro per il percorso prestabilito all’interno di una rigogliosa foresta popolata da dinosauri animatronics. Un’esperienza molto suggestiva per tutta la famiglia, da vivere in piena sicurezza, in quanto ogni vettura è dotata di speciali sensori anti urto e di una velocità fortemente limitata annullando ogni rischio.

Da segnalare anche l’ingresso dell’attrazione, che ha innalzato lo standard qualitativo della tematizzazione all’interno del parco.

Vuoi saperne di più sul cartone animato sulla quale è basata la dark ride Huntik 5D ? Tutti gli episodi della serie sono disponibili in DVD.