Giochi di ruolo

Recensione: Cypher System Rulebook, un solo manuale per infiniti mondi


Cypher System
Editore
Wyrd Edizioni
Autori
Monte Cook
Genere
Generico
N. Pagine
384

Il Cypher System mette a disposizione in un unico manuale tutte le informazioni fondamentali in grado di rendere master e giocatori indipendenti nel creare le loro ambientazioni ed avventure e quindi di porre come unico limite al gioco quello della fantasia dei partecipanti.

Il volume del Cypher System adatta il sistema già acclamato e premiato di Numenera e The Strange – l’Anomalia a un’infinità di possibili campagne e generi di gioco,  inserendo  in un corposo manuale un set completo di regole e centinaia di opzioni per personaggi, creature, crypto e tutte le differenti risorse che vi possono servire per giocare.

Dopo l’uscita di Numenera nel 2013 e The Strange – L’Anomalia l’anno successivo, nel 2015 uscì Cypher Sistem – Rulebook, tradotto e distribuito in italiano a partire dal 2016 da parte di Wyrd Edizioni.

A differenza delle pubblicazioni precedenti, questo manuale comprende il cuore del sistema di gioco avulso da specifiche ambientazioni o scenari, comprendendo invece tutti gli strumenti necessari per creare la propria ambientazione o implementare uno dei giochi precedentemente pubblicati.

Personaggi

Dopo una breve introduzione relativa alla storia del Cypher System, il primo capitolo del manuale è dedicato alla creazione e gestione dei personaggi.

La creazione del personaggio in questo sistema inizia con una frase del tipo: “Sono un [sostantivo] [aggettivo] che [verbo].” Ad esempio, “Sono un Combattente Selvaggio che Controlla le Bestie” o “Sono un’Esploratrice Affascinante che Focalizza la Mente sulla Materia”.

Il sostantivo della frase è il tipo del personaggio, l’aggettivo viene chiamato descrittore e il verbo Focus.

Il tipo è quello che in altri giochi viene chiamato classe, in questo gioco ne esistono quattro: combattenti, adepti, esploratori e oratori. Ogni tipo conferisce una serie di capacità iniziali e altre che si otterranno più avanti nel gioco. Ovviamente il sistema si riferisce sempre ai tipi con i nomi generici, ma non è detto che siano quelli che userete voi nella vostra partita. Ad esempio il Ranger, il Pilota e il Vigilante sono tutti esempi del tipo “esploratore” applicati in ambientazioni differenti.

Il descrittore definisce il personaggio e contraddistingue tutto quello che fa. Oltre a fornire alcuni modificatori iniziali al PG, i descrittori collocano il personaggio in una situazione iniziale di gioco, solitamente la prima avventura del personaggio.

Il Focus è ciò che il personaggio sa fare meglio di ogni altra cosa. Esso gli attribuisce capacità uniche e peculiarità, al punto che non dovrebbero mai esserci allo stesso tavolo due personaggi con lo stesso Focus. Solitamente la scelta del Focus dipende dalla campagna di gioco e dal suo genere, scelte come “lancia incantesimi” per una campagna contemporanea/horror senza magia potrebbero non essere le migliori.

Tipo e Descrittore di un personaggio contribuiscono a determinare le sue caratteristiche, che sono Vigore, Prontezza e Intelletto. Ciascuna caratteristica è composta da una Riserva, che è il valore di riferimento per lo stato del personaggio, e dall’Attitudine, che rappresenta quanto un personaggio usi con accortezza le energie delle sue riserve.

Sistema di Gioco

Il Cypher System è un sistema di gioco tradizionale che prevede un Game Master e un gruppo di giocatori, che utilizza dadi per le prove di soluzione dei conflitti. Nello specifico la maggior parte delle volte si userà un dado a venti facce (D20), verranno comunque usati anche dadi a cento (D100) e sei (D6) facce.

Nel cypher System sono i giocatori ad effettuare tutti i tiri, il GM non ne effettua mai.

Un PG sta cercando un oggetto nascosto? Farà un test per verificare se lo trova o meno.  Un PG fa a braccio di ferro con un PNG? Il livello del PNG determinerà il numero bersaglio da eguagliare o superare per sconfiggerlo. In combattimento il PG effettuerà nel suo turno il tiro per attaccare il suo avversario, e quando il nemico risponderà al colpo sarà sempre il PG a cercare di schivare l’attacco del suo avversario.

Un test viene superato se lanciando un D20 il giocatore ottiene un numero uguale o superiore ad un numero bersaglio, che dipende dalla difficoltà dell’azione.

Il giocatore descrive la sua azione, il GM determina un livello di difficoltà da 1 a 10 per quella specifica azione, e definisce su che caratteristica si baserà il test. Se non intervengono modificatori, il numero bersaglio da ottenere sul lancio di un D20 sarà pari al triplo del valore di difficoltà.

I modificatori più comuni per la difficoltà sono l’addestramento dei personaggi (che riduce di un grado la difficoltà dell’azione nel caso di addestramento base, di due nel caso di specializzazione), i vantaggi (solitamente situazionali, riducono da uno a due gradi) e la tenacia. Questo terzo punto è il più interessante, in quanto i giocatori possono spendere punti dalla propria riserva associata alla caratteristica su cui si basa il test per ridurre la difficoltà dello stesso.

Questo è molto peculiare in quanto le riserve delle caratteristiche sono anche la misura della Resistenza dei personaggi. Possiamo dire che le riserve di un personaggio rappresentano sia la sua energia, a disposizione sia per essere investita (tenacia) , sia la sua resistenza e se tutte le riserve raggiungono lo zero potete immaginare come la situazione non vada a finire bene per il giocatore.

 

Generi e Ambientazioni

Il Cypher System è un sistema generico, ma all’interno del manuale vengono comunque presentati cinque diversi generi: Fantasy, Contemporaneo, Fantascientifico, Horror e Supereroistico. Per ciascuna di queste ambientazioni viene presentata una serie di linee guida su come creare una propria ambientazione di questo specifico genere, e una lista con alcuni tratti caratteristici e di Focus consigliati. Ogni capitolo si chiude con un breve elenco di creature, PNG e possibili artefatti adatti in quella specifica ambientazione.

I Crypto

I Crypto, Cypher nell’edizione originale, sono il cuore del Cypher System.

Parlando di meccaniche, un Crypto è una capacità a uso singolo che i personaggi ottengono nel corso del gioco. Spesso appare con la forma di oggetti (pozioni magiche, frammenti di tecnologia aliena) ma ogni tanto sono meno evidenti (benedizione divina o similari).

Il punto cardine è che in questo gioco i personaggi hanno due tipi di capacità: quelle fisse e quelle che invece cambiano di continuo. Mentre le capacità fisse (cioè le abilità) sono diffuse in tutti i giochi di ruolo, le seconde sono decisamente più particolari. I Crypto sono questa seconda categoria di capacità.

In una sessione un PG se la è cavata per il rotto della cuffia perché poteva attraversare le pareti, la sessione precedente per salvarsi aveva dovuto far esplodere un isolato. E difficilmente si saprà in anticipo quale sarà la capacità della prossima sessione, se il prossimo Crypto non è ancora stato trovato.

Spesso i Crypto appaiono come tesori agli occhi dei personaggi. Considerare i “tesori” come capacità del personaggio è uno degli aspetti più peculiari di questo gioco, dov’è il bottino non è fine a se stesso o  all’aumento della lista degli oggetti magici posseduti, ma determina realmente delle capacità uniche del personaggio.

Aspetto Editoriale

Il manuale del Cypher System è un più che valido prodotto editoriale, sono quasi 400 pagine interamente a colori su carta di buona qualità, in un volume rilegato e con copertina rigida. Da un punto di vista dei contenuti il manuale comprende tutto quello che è necessario sia per iniziare a giocare che per continuare o modificare precedenti partite.

Una fondamentale nota di compatibilità: questo prodotto è uscito successivamente alla linea di Numenera e The Strange, ma il sistema è lo stesso ed è perfettamente compatibile. Se siete già a conoscenza di questi due giochi vi sentirete totalmente a casa e navigherete senza problemi in tutti i nuovi descrittori, Focus, tipi, artefatti, Crypto e ogni regola aggiuntiva che viene presentata in questo manuale. è possibile usare tutto quello che trovate in questo volume per modificare o implementare il precedente gioco, o usare i dettagli dei giochi precedenti per costruire qualcosa sopra questa struttura più generica rispetto a quella dei giochi specifici.

 

CONCLUSIONI

Dopo il successo di Numenera e The Strange, non siamo stupiti del successo che può avere un sistema generico come il Cypher System. Questo gioco si presta bene sia a partite veloci sia a campagne più lunghe, ed essendo un sistema generico si può adattare a praticamente ogni tipo di ambientazione che abbia le preferenze del vostro gruppo di gioco. La struttura di base è semplice, con una creazione dei PG veloce ma che non scade nell’effetto copia-incolla che porta ad avere tutta una serie di personaggi identici l’uno all’altro.

Il rovescio della medaglia di un sistema generico è che si prevede un po’ di lavoro da parte del gruppo e del narratore per la definizione del proprio ambiente e genere di gioco. Il manuale comprende tutti gli strumenti necessari per una creazione autonoma della propria campagna e ambientazione, ma in molti casi sono “solo” strumenti. Potete costruirci un enorme castello o una piccola casa, a vostra preferenza, ma in ogni caso sarete voi a dover costruire.

 

Cypher System



Il Cypher System è un ottimo sistema di gioco generico, adattabile a differenti ambientazioni e stili. Il gioco è dinamico, e tende verso sessioni sempre diverse, sia che siano one-shot sia che si stia giocando una campagna più lunga. La compatibilità con i precedenti giochi Numenera e The Strange è totale, ma a differenza loro questo manuale contiene solamente regole, strumenti e il sistema: se volete giocarlo in maniera autonoma, servirà un po’ di lavoro.

Pro

  • Adatto sia a one-shot che a lunghe campagne
  • Gioco generico, cioè adattabile a ogni genere o ambientazione
  • Combattimento e sistema di gioco dinamico

Contro

  • In quanto generico, richiede lavoro di preparazione.
  •  400 pagine di manuale dedicate al sistema non sono poche, prendetevi il vostro tempo per la lettura.