Giochi in scatola

Recensione: Gnomeland, porta il tuo clan alla vittoria!


Gnomeland
Autore
Stefano Castelli
Editore
Giochi Uniti
N° Giocatori
2-4
Età consigliata
10+
Durata Media
60/90 minuti

I quattro clan del paese di Gnomeland si sfidano per determinare quale sarà il più forte. Starà a voi, nelle vesti del capo villaggio, decidere che strada intraprendere per ottenere ricchezze incredibili: seguirete la via della moneta, quella della magia o quella militare? Copierete le mosse degli avversari o rischierete il tutto per tutto costruendo nuovi edifici? Ogni partita a Gnomeland riserva un sacco di possibilità, andiamo a scoprire come funziona questo nuovo gioco!

Gnomeland è un gioco di piazzamento lavoratori e gestione dadi, un “german”con una piccola dose di casualità data dal lancio dei dadi. Ogni capo villaggio dovrà però saper gestire i propri dadi e gli gnomi del villaggio per mettere a frutto i guadagni ottenuti durante ogni turno: costruendo o potenziando edifici, completando missioni o ingaggiando mercenari, al fine di ottenere punti vittoria.

Una partita è strutturata per durare cinque round (nessuno vi vieta di farne di più) e durante ciascun round ogni giocatore esegue il proprio turno, in senso orario a partire da chi ha il segnalino “Primo Giocatore”: si lanciano i dadi con cui si ottengono risorse per assoldare mercenari, costruire o migliorare edifici, svolgere missioni e, una sola volta per turno ogni giocatore può inviare un suo gnomo a svolgere una delle azioni speciali presenti sul tabellone di gioco. È possibile inoltre, durante il turno di un altro giocatore, decidere di sfruttare uno dei propri gnomi per copiare un’azione dell’avversario e ottenere ulteriori risorse da sfruttare nel turno successivo. Attenzione che i vostri gnomi una volta utilizzati per un’azione dovranno poi essere scartati!

 

La plancia villaggio

Ogni giocatore avrà a disposizione una plancia villaggio con disegnati sopra due file da tre edifici ciascuna: gli edifici posti nella fascia inferiore sono gli edifici normali da cui ottenere con il lancio di dadi le risorse da sfruttare nel proprio turno (moneta, mana, armi), mentre quelli nella fascia superiore sono gli edifici speciali.

Gli edifici normali corrispondono ognuno ad una coppia di risultati di dado (1-2, 3-4, 5-6, riportati sotto l’edificio).  All’inizio tutti avranno due chioschi ed una torre di guardia a disposizione ma durante la partita si potranno costruire nuovi edifici che andranno a sostituire quelli base, aumentando gli effetti dei dadi e quindi le risorse disponibili per turno.

Gli edifici speciali, invece, sono sempre attivi ed il loro effetto può essere sfruttato una volta per turno. Nella plancia a inizio partita gli edifici speciali saranno costituiti da due magazzini e dalla città dove alloggeranno i vostri cinque gnomi. Nei magazzini si potrà conservare una ed una sola risorsa, poiché alla fine del turno tutte le risorse che non saranno state spese o conservate dovranno essere scartate. Analogamente agli edifici normali, anche gli edifici speciali possono cambiare durante la partita, in quanto si potrà costruirne di nuovi in modo da avere a disposizione nuovi effetti, anch’essi utilizzabili però una sola volta per turno.

Preparazione del tabellone di gioco principale

Sul tabellone principale andranno posizionate: due carte azione, quattro carte missione e una carta magia. Le carte azione sono calcolate per una partita da cinque round e permettono essenzialmente di ottenere risorse e “correggere” un lancio di dadi sfortunato nel tentativo di ottenere gli obbiettivi che vi eravate posti nel turno. Le carte missione permettono di fare punti vittoria rapidamente sfruttando le risorse a disposizione; queste carte sono double face e su un lato presentano le missioni più costose che permettono di ottenere più punti vittoria e/o risorse (andranno girate ad ogni fine round). Le carte magia permettono di ottenere mana, mercenari, rubare risorse agli avversari e recuperare gnomi che erano stati scartati nei round precedenti. Sul lato esterno del tabellone vanno posizionate le carte mercenari (maghi, guerrieri e mercanti).

Svolgimento del turno

Durante il proprio turno, ogni giocatore deve spendere i propri dadi (non è necessario però spenderli tutti in un unico lancio) per ottenere le risorse date dagli edifici normali e può posizionare uno dei propri Gnomi sopra una delle due carte azione presenti sul tabellone principale per ottenere immediatamente i benefici che essa concede. Le pedine Gnomo così giocate, vengono rimosse dal gioco alla fine del round.

Il giocatore con le risorse così ottenute può, durante il proprio turno, svolgere quante delle seguenti azioni vuole:

  • Assoldare mercenari –> pagandone il costo indicato in alto a sinistra, un giocatore può accaparrarsi un mercenario che potrà venire speso per ottenere una risorsa specifica (indicata in altro a destra) Le carte mercenari risultano utili durante i turni in cui si ottengono più risorse, ma si hanno poche combinazioni per sfruttarle, per convertirle e/o non perderle se restano inutilizzate alla fine del round o per eseguire specifiche carte missioni
  • Costruire o potenziare un edificio normale –> pagando la quantità di materiali richiesta in alto a sinistra si possono costruire nuovi edifici che vanno a sostituire quelli presenti con nuove combinazioni di risorse ottenibili. Quando si costruisce un edificio sopra ad un altro esistente, quello sotto smette di esistere e i suoi effetti non valgono più. Si può però sfruttare nello stesso turno gli effetti del nuovo edificio appena costruito, se il precedente sopra cui è stato posizionato non era stato ancora utilizzato per ottenerne le risorse.
  • Costruire o potenziare edifici speciali –> come per gli edifici normali, pagando la somma richiesta, si possono costruire o migliorare gli edifici speciali e vi è la possibilità di utilizzare immediatamente il potere del nuovo edificio, una volta per turno. Se però abbiamo utilizzato il potere di un edificio speciale e dopo lo abbiamo migliorato, non potremo (durante questo turno) utilizzare anche il potere dato dalla miglioria di tale edificio.
  • Completare missioni –>  pagando la somma richiesta dalle carte missioni (posta sempre in alto a sinistra) il giocatore può svolgere una missione ed ottenere subito le varie ricompense (denaro, mana, armi, mercenari o succulenti punti vittoria)
  • Attivare una carta azione –> ponendo una pedina Gnomo sopra ad una carta azione, il giocatore ottiene immediatamente il bonus descritto da tale carta. Alla fine del round, tutte le pedine Gnomo poste sopra le carte azione dovranno essere rimosse dal gioco.
  • Lanciare un incantesimo –> il giocatore pone il proprio segnalino magia sopra alla carta incantesimo, paga la quantità di mana richiesta e ne attiva subito gli effetti. Le carte incantesimo permettono di ottenere punti vittoria, richiamare una pedina Gnomo eliminata precedentemente, alterare il numero di punti vittoria dati dalle carte missione.

Quando ogni giocatore ha eseguito il proprio turno, il round ha termine e vanno posizionate sul tabellone di gioco due nuove carte azione ed una nuova carta incantesimo, mentre si aggiungono solo due nuove carte missione eliminando le prime due che erano state posizionate all’estrema destra nel round precedente e girando le due rimanenti a faccia in giù, rendendole così carte missioni avanzate, che costano di più ma rendono meglio.

Quando un giocatore spende un dado su una delle proprie carte edificio normale, è possibile che la mossa venga copiata dagli altri giocatori. Spendendo un segnalino gnomo (che verrà poi rimosso dal gioco) infatti ogni avversario potrà ottenere la stessa quantità e tipologia di materie ottenuta dal giocatore di turno.  Le risorse così ottenute vengono poste vicino alla propria plancia e potranno essere spese nel turno successivo.

 

Alla fine del quinto round il gioco ha termine. Si sommano ai punti vittoria ottenuti con incantesimi, missioni o azioni, i punti vittoria dati dagli edifici normali potenziati o da quelli speciali costruiti durante la partita. Chi fa più punti vince, dimostrando agli altri di essere un degno Capo villaggio!

 

Conclusione

Gnomeland si rivela un gioco interessante, uno strategico con una buona componente dettata dalla fortuna, dove il saper sfruttare appieno i cinque Gnomi dati in dotazione si rivela a dir poco essenziale.

Copiare mosse degli avversari per ottenere denaro e mana si rivela astuto e aiuta non poco nel conteggio finale dei punti. Le regole si apprendono velocemente e tutte le carte sono spiegate in maniera esaustiva nel manuale. Il gioco non presenta nulla di troppo complesso o di nuovo sul piano delle dinamiche e dello svolgimento ed è sicuramente indicato per introdurre qualcuno al vasto mondo dei giochi di tipo german.

Questo gioco si rivela essere quindi ideale se si ha l’obbiettivo di insegnare ad un neofita le tattiche di gioco tipiche dei gestionali, in particolare come gestire le risorse al meglio nei turni e a ragionare per obbiettivi. Per giocatori più esperti non si rivela particolarmente ostico od appassionante, anzi, dopo qualche partita le dinamiche tendono a diventare leggermente monotone e ripetitive. Per viaggiare a gonfie vele e poter utilizzare tutto quello che viene proposto si consigliano partite di almeno tre giocatori, poiché in due diventa un po’ laborioso ottenere abbastanza materiali per poter costruire edifici e racimolare punti vittoria. L’idea dei cinque round è indovinata in quanto permette uno svolgimento veloce della partita, ma nulla vi vieta di aggiungere ulteriori round per vedere quanto lontano può portarvi la vostra fame di gloria e ricchezza!

Gnomeland

I diversi clan del Paese di Gnomeland si sfidano per raggiungere ricchezze e gloria. Tuttavia gli gnomi sono creature confusionarie e imprevedibili. Un buon capo dovrà saper gestire i propri gnomi e far crescere il proprio villaggio, così da prevalere sugli altri e diventare il più importante di Gnomeland!



Verdetto

Un gioco veloce e di facile apprendimento, adatto ai nuovi giocatori che bene aiuta ad inserirsi nel mondo dei giochi da tavolo, ma che può risultare leggermente troppo semplice ai giocatori più esperti. Regole intuitive e facilmente assimilabili.

Pro

- Adatto ai giocatori alle prime armi
- Veloce da apprendere
- Aiuta a capire come comportarsi nei giochi "german"

Contro

- In due giocatori è leggermente lento
- Diventa abbastanza prevedibile dopo qualche partita
- I giocatori più esperti potrebbero trovarlo semplice