Cinema e Serie TV

Sandman: Neil Gaiman risponde alla polemica sul casting

Netflix ha in cantiere una serie live-action Netflix di Sandman, la leggendaria serie a fumetti scritta e ideata da Neil Gaiman sotto etichetta DC Comics e di cui alcune settimane fa è stato annunciato le nuove aggiunte al cast ufficiale. Ora, sui social, è esplosa l’ennesima polemica legata alle identità di genere rappresentate nel cast della serie TV. Più in particolare, la discussione è nata anche e soprattutto dalla scelta di Mason Alexander Park, interprete di Desiderio, il cui casting era accompagnato dai pronomi They e Them.

Gaiman ha risposto ad alcuni utenti che lo hanno accusato di avere preso alcune scelte errate (qui la notizia originale): l’autore ha spiegato infatti che la ricerca degli attori era iniziata da poco quando Mason Alexander Park li ha contattati su Twitter, esprimendo interesse per la parte. Chi invece ha attaccato Gaiman per l’uso dei pronomi a detta di alcuni utenti “non necessari”, il fumettista ha replicato che molte delle persone che si lamentano potrebbero in verità non aver mai letto Sandman, palesando quindi una certa ignoranza in materia.

Un altro utente su Twitter ha rincarato la dose, dando del “venduto” e del “fifone” a Gaiman e suggerendogli di rimanere fedele al tuo lavoro. Gaiman ha risposto agli attacchi dichiarando di aver trascorso 30 anni a combattere film mediocri tratti da Sandman, ma le persone che non capiscono non hanno mai letto l’opera a fumetti, lamentandosi a priori del fatto che Desiderio è di genere non binario o che Morte non è di carnagione chiara.

Per quest’ultimo si è infatti scelta un’attrice di colore, Kirby Howell-Baptiste. Relativamente ha un altro utente che ha pesantemente criticato la scelta, Gaiman ha replicato che se si pensa che gli Eterni abbiano una specifica forma o appartenenza, allora anche in questo caso il pubblico si è perso qualcosa dell’opera a fumetti, tanto che l’unica cosa giusta da fare sarà guardare la serie Netflix.

Nel cast di Sandman, oltre a Mason Alexander Park, troviamo anche Tom Sturridge nei panni di Sogno, Gwendoline Christie nel ruolo di Lucifer, Vivienne Acheampong in quello di Lucienne, Boyd Holbrook nei panni di Corinzio, Charles Dance come Roderick Burgess, Asim Chaudhry nel ruolo di Abele e infine Sanjeev Bhaskar nei panni di Caino.