Libri e Fumetti

Scarlet Witch: la tragica storia di Wanda Maximoff

Nel 1963, Stan Lee si era ormai specializzato nello scrivere quelli che lui chiamava “Uomini in Tuta” ma stava iniziando ad avere qualche piccolo problema riguardo ad un aspetto fondamentale dei suoi personaggi: le origini dei loro superpoteri. I morsi da ragno radioattivo non bastavano più, le bombe gamma erano finite, eppure il pubblico continuava a chiedere di più, e così il buon Stan si inventò una mossa di una semplicità disarmante, e decise che i suoi nuovi personaggi, con i poteri, ci sarebbero semplicemente nati.

Nascevano così i mutanti, un nuovo gradino dell’evoluzione umana, che grazie ad un particolare gene X nel loro DNA si trovavano così a volare o a compiere altre cose straordinarie, con poteri straordinari, sia per il bene che il male ovviamente. E se il bene era rappresentato dagli eroici X-Men, il male era rappresentato con molta poca sottigliezza dalla “Confraternita dei mutanti malvagi”, gruppo che fece la sua prima apparizione nel 1964, su testi di Stan Lee e disegni di Jack “King” Kirby, momento in cui faremo anche conoscenza per la prima volta con la protagonista di questo articolo: Wanda Maximoff, alias Scarlet Witch (“La strega scarlatta” sebbene per un errore del colorista, nella sua prima apparizione in copertina, la ragazza appariva stranamente vestita di verde).

Maga, mutante e donna tenace: ecco la storia di Wanda Maximoff, meglio nota come Scarlett Witch

Come la maggior parte dei personaggi femminili scritti negli anni 60, Wanda era una ragazza molto timida e pacata, la cui presenza nella confraternita stonava non poco, fino a quando non scopriremo che la ragazza era entrata nel gruppo non per vera malvagità, ma perché legata ad un debito d’onore verso il  suo leader, il terrorista mutante chiamato Magneto, che le aveva salvato la vita impedendo  agli abitanti di un piccolo villaggio di mettere Wanda al rogo dopo averle visto usare i suoi poteri di strega.  Oltre al suo carattere tutto sommato dolce, Wanda portava anche un altro assetto alla confraternita, il suo gemello mutante Pietro, alias Quicksilver, in grado di muoversi a velocità supersoniche, e con un carattere riottoso e polemico, risultando così un interessante contrappeso alla presenza della sorella.

scarlet witch

Per anni dunque, sia Pietro che Wanda crederanno di essere mutanti come i loro compagni di squadra, ma la verità dietro le loro abilità era ben più complessa di quella pensata da Stan Lee: le origini dei gemelli si perdono nel folklore europeo, dove lo pseudonimo di “Scarlet Witch”,non è un semplice nom de guerre, bensì un vero e proprio titolo passato di generazione in generazione dalla famiglia Maximoff consegnato a chi  dedicava la sua vita all’arte della magia, e scopriremo  così che prima di Wanda, fu sua madre Natalya a fregiarsi del manto della strega scarlatta.

Natalya era una vera e propria leggenda in Europa, tanto che riuscì a catturare l’attenzione del genio criminale conosciuto ai più come “L’Alto Evoluzionario”, espertissimo genetista alla ricerca di un modo per aiutare l’umanità ad evolversi sempre più. L’Evoluzionario mise dunque gli occhi sui gemelli di Natalya ricchi di potenziale genetico, e riuscì a rapirli non senza resistenza da parte della prima Strega Scarlatta, che venne fermata solo dal tradimento del padre dei suoi figli, che decise per motivi ancora misteriosi, di uccidere la compagna, lasciando Wanda e Pietro alla mercé del criminale.

Libero di fare quello che preferiva con i due pargoletti, l’Evoluzionario li portò nel fittizio stato europeo chiamato Transia, all’interno della sua base segreta posta all’interno dello spaventoso Monte Wundagore e sperimentò sul loro DNA, sviluppando in entrambi poteri oltre ogni immaginazione. Se Pietro dunque era diventato un velocista, la connessione genetica fra Wanda e la magia, unita al fatto che nel monte Wundagore era stato esiliato eoni prima l’antico dio del male Chton che aveva interferito con gli esperimenti puramente scientifici operati su di lei mettendoci un pizzico della sua influenza, donerà alla ragazza il potere di accedere naturalmente ad una branca della magia così avanzata e segreta, da essere ignota anche ai maghi più potenti della Terra, la magia del caos.

 Wanda ha così in potenza un potere pressoché infinito, che le permette in sostanza di poter riscrivere il concetto stesso di realtà. Con una buona dose di concentrazione, Wanda è in grado di distruggere oggetti, lanciare raggi di energia ma anche di riportare in vita i morti o riscrivere la storia.  Tutto questo potere è ovviamente fonte di un grande stress sulla sua mente, e negli anni lo stato mentale di Wanda è fluttuato assieme ai suoi poteri, facendola passare dall’essere una semplice maga esperta, ad un minaccia universale, da eroina a potente supermalvagia (spesso però, questo ruolo le veniva un po’ imposto, visto che la sua fragilità l’ha a più riprese resa facilmente manipolabile da volontà o personalità piuttosto forti).

Per quelle cose strane che succedono nei fumetti, teniamo conto che tutto quello che abbiamo appreso adesso in poco tempo, Wanda e Pietro lo apprenderanno nel corso di decenni e decenni, facendo sì che la loro vita sia sempre ricca di numerosi colpi di scena da soap opera, che  porteranno le loro origini ad essere modificate più e più volte, fino ad arrivare alla versione di cui abbiamo appena discusso. Facciamo quindi un passo indietro, lasciamoci alle spalle Alti Evoluzionari, divinità malvagie e torniamo a parlare di mutanti.

scarlet witch

Dopo aver partecipato ad alcune missioni assieme alla Confraternita dei Mutanti Malvagi, Wanda iniziò a notare che il suo salvatore Magneto, possedeva una filosofia basata sul vecchio adagio “Il fine giustifica i mezzi” che avrebbe messo negli anni in pericolo non solo la sua vita, ma anche quella del suo gemello. Quando Magneto decise di usare Pietro come una pedina e non come un soldato nella sua guerra contro gli X-men, Wanda, dopo averlo salvato con l’aiuto dei suoi vecchi nemici, lascerà la Confraternita, provando a cercare una nuova strada in Europa, ma fortuna volle che in quel periodo gli Avengers, il supergruppo principe della Marvel, stesse cercando nuovi membri, poiché i suoi fondatori avevano deciso di prendersi una pausa per poter gestire i loro affari personali, e così i gemelli Maximoff salteranno sul primo aereo per l’America rispondendo alla chiamata.

Da villain a eroina: l’ingresso negli Avengers

La situazione negli Stati Uniti era tuttavia quasi tragicomica, i Nuovi Avengers, gli eroi che avrebbero dovuto tenere il mondo al sicuro erano composti da una Wanda inesperta, da un impulsivo Quicksilver, dal caparbio arciere Occhio di Falco, e dalla leggenda della seconda guerra mondiale, Capitan America, che si trovava a dover guidare in battaglia un gruppo formato non solo da giovanotti, ma anche da sostanzialmente ex galeotti. Questo buffo quartetto si rivelerà comunque molto efficace, e Wanda riuscirà a crescere come persona e come eroina, sviluppando il sogno di diventare attrice, e diventando anche più esperta nell’uso dei suoi poteri, risultando indispensabile in più occasioni, anche quando il team accoglierà nuovi membri, fra cui spiccava il sintezoide chiamato Visione.

visione

Wanda si troverà subito molto attratta dal compagno di squadra, che da principio rifiutò le sue avance, visto che ai suoi occhi un robot non poteva amare un’umana, ma Wanda, che la sapeva lunga, gli fece notare che le loro vite erano già un qualcosa al limite dell’assurdo, e cosa c’è di più assurdo dell’amore? La coppia arriverà dunque a fidanzarsi ed in seguito anche a convolare a giuste nozze, affrontando assieme numerosi nemici, come demoni, boss mafiosi superforzuti, false rivelazioni di partenità (per un certo periodo si credette che Wanda e Pietro fossero figli degli eroi degli anni 40 Whizzer e Miss America, e per un periodo ancora più lungo, del terrorista Magneto stesso) ma anche la piccola vita di provincia, oltre ad un forte desiderio di maternità.

Una notte, Wanda deciderà di usare i suoi poteri in un modo inedito, caricando il suo corpo di energie magiche, e dando così alla luce due frugoletti, Thomas e William, che pur sembrando normali bambini, erano in realtà pezzi dell’anima del demone Mephisto, che molti conoscono come il diavolo. Sì, a volte i fumetti sono parecchio strani. Dopo che Mephisto riassorbirà i gemelli dentro di sè, la maestra di magia di Wanda, la strega Agatha Harkness userà i suoi poteri per far dimenticare a Wanda tutta l’esperienza, segnando però il futuro del cosmo Marvel.

scarlet witch

Nel frattempo, il governo aveva preso di mira Visione che, causa un suo malfunzionamento, aveva provato a conquistare il mondo tentando di controllare tutti i sistemi tecnologici del mondo, portando così i governativi ad arrivare letteralmente a smontare il sintezoide, uccidendolo. Wanda, indagherà sulla situazione assieme al suo nuovo gruppo, una branca degli Avengers nata sulla costa Ovest degli USA, ma uscirà distrutta dalla morte del marito, e ancora più scossa dopo averlo visto tornare in vita ricostruito, ma senza emozioni. Il dolore sarà quindi troppo da affrontare: Wanda divorzierà da Visione, e cercherà conforto fra le braccia del compagno di squadra Simon Williams alias Wonder Man, i cui schemi cerebrali erano stati usati, in una rara botta d’ironia, proprio come base per la personalità dell’ex marito. Wanda e Simon continueranno a stare assieme anche dopo lo scioglimento dei Avengers della Costa Ovest, che rinasceranno dopo poco tempo come con un nuovo nome, Force Works, ed una nuova missione: essere degli eroi proattivi piuttosto che responsivi, cercando di prevenire i disastri piuttosto che combatterli.

Seppur ci fossero tutte le più buone intenzioni del mondo, nella prima missione ufficiale di Force Works, Wonder Man rimarrà ucciso in battaglia, scuotendo di nuovo l’ormai fragile psiche di Wanda, che dopo lo scioglimento del gruppo, e la rinascita di un unico grande gruppo di Avengers, userà i suoi poteri per riportare in vita l’amante, in una nuova forma fisica (il corpo di Wonder Man non era umano, ma composto di energia ionica, e Wanda lo riporterà in vita con maggiori abilità di controllo su questo suo stato inumano). Con i nervi ormai a fior di pelle, Wanda continuerà a servire negli Avengers, cercando di recuperare il rapporto con Visione, ed iniziando anche un breve flirt con Capitan America, fino a quando la sua compagna di squadra Janet Van Dyne, alias Wasp, leggermente brilla, non nominerà a Wanda i suoi figli.

La follia di Wanda e l’impatto sul mondo mutante

 Gli incantesimi di memoria fatti da Agatha, dopo questa semplice frase si scioglieranno, e Wanda perderà definitivamente la testa, usando i suoi poteri in un completo stato di insanità per due scopi: riportare in vita Thomas e William, e distruggere completamente gli Avengers. Dopo una durissima battaglia, gli eroi avranno il sopravvento sulla vecchia compagna d’armi, e d’accordo con gli X-men, decideranno che il miglior corso d’opera sarebbe stato uccidere Wanda, per evitare la distruzione completa del mondo, se la strega avesse avuto un secondo crollo nervoso. Pietro, scoperta la cosa, cercherà in tutti i modi di salvare la sorella, spingendola ad usare i suoi poteri un’ultima volta, per creare un mondo dove chiunque fosse vicino a Wanda, vivesse una nuova vita parallela, la cui differenza principale con quella “regolare” era che il suo più grande desiderio era stato esaudito.

E siccome in quel periodo, Wanda credeva che suo padre fosse Magneto, e quindi i suoi desideri contavano molto di più di quelli degli altri per la strega, il mondo si risveglierà con i mutanti  non più visti come reietti ma come classe dominante della Terra, oltre ad uno status quo del tutto scombinato per tutti i maggiori eroi Marvel. Grazie all’intervento di Wolverine, il cui desiderio più grande dopo anni di amnesia era di avere indietro tutti i suoi ricordi, essendo quindi l’unico eroe conscio del cambiamento, si verrà così a creare una piccola ma potente forza d’assalto di eroi mutanti e non, che proveranno a riportare il mondo alla normalità.

scarlet witch

La lotta sarà durissima, ma finirà in tragedia: Wanda, se la prenderà col padre, il cui più grande desiderio, ancora una volta, non era stato per la felicità dei suoi figli, ma per la razza mutante, e così, Wanda, dirà basta. Basta mutanti. E con due sole parole, un’onda d’energia riporterà il mondo alla normalità, con una piccola differenza: sulla Terra non c’erano più milioni di mutanti, ma poco meno di 300, e Magneto, non era più fra questi. Inoltre, nessuno sapeva dove fosse Wanda.

Numerosi eroi e non, si metteranno sulle tracce della strega, che aveva preso a vivere una vita mondana in un piccolo paesino in Europa, senza ricordi del suo passato, ma mantenendo un controllo inconscio dei suoi poteri, che la tenevano lontana dai pericoli, ma che non avevano messo in conto due cose. La prima, dopo il fiasco del “Basta Mutanti”, due piccole anime, quelle di Thomas e William, si erano reincarnate in due nuovi eroi gemelli, un velocista ed un manipolatore di realtà, due eroi chiamati Speed e Wiccan, mentre la seconda era che una forte personalità  esperta del mondo della magia, Victor Von Doom alias il Dottor Destino aveva messo gli occhi su di lei. Destino sognava di usare il potere di Wanda per diventare onnipotente, e la manipolerà per diventare sua alleata, riuscendo ad assorbirne i poteri, ma sarà sconfitto da una forza d’assalto composta da Avengers ed X-men, e costretto a fuggire con la coda fra le gambe.

Salvare il mondo dalla Fenice

Wanda recupererà i suoi ricordi, e sarà di nuovo benvenuta fra gli eroi più della Terra, risultando ancora una volta cruciale per il destino del mondo. Dopo qualche tempo infatti, il nostro pianeta sarà attaccato dall’essere cosmico noto come la Forza Fenice, attacco che Wanda aveva previsto in una visione, e che vedrà la Fenice prendere possesso di cinque X-men (il leader Ciclope, l’algida Emma Frost, il forzuto Colosso, il principe Namor e la demoniaca Magik) trasformandoli in un armi di distruzione, che avrebbero raso al suolo il nostro pianeta. Per molte fonti, l’unica speranza di salvezza da questa minaccia era riposta in Hope Summers, la prima mutante nata dopo l’incantesimo di Wanda, la “messia mutante”, dotata del potere di copiare qualunque potere di chi possedesse un Gene X, abilità che la rendeva virtualmente l’essere più potente sul pianeta.

In un bizzarro parallelismo, la donna che aveva quasi ucciso la razza mutante, e la donna che aveva invece portato la speranza di un futuro per il gene X, useranno i loro poteri combinati per pronunciare due semplici parole “Basta Fenice”, bandendo la forza cosmica dalla nostra galassia.
L’ennesima esperienza congiunta fra Avengers ed X-men porterà i due gruppi a mettere assieme un nuovo gruppo di eroi chiamato “Avengers Unity Division”, composta da un mix di eroi umani e mutanti, il cui scopo non era solo prendere a botte i cattivi, ma anche da fungere da esempio per una pacifica coesistenza fra le due fazioni.

scarlet witch

Wanda diventerà ben presto un membro chiave del gruppo, aiutandolo a combattere varie minacce, fra cui un rinato Teschio Rosso, nemesi nazista di Capitan America, dotato questa volta di enormi poteri telepatici, ottenuti rubando il cervello mutante di Charles Xavier, fondatore degli X-men.
Per sconfiggere questa minaccia, che era diventata così grande da mettere in pericolo anche alcuni criminali, Wanda unirà i suoi poteri mistici a quelli del Dottor Destino per lanciare un incantesimo in grado di invertire il compasso morale di chiunque ne venisse colpito, in modo che la personalità del Teschio potesse essere sostituita con quella di Xavier. L’incantesimo non colpirà però solo il Teschio, ma anche numerosi altri eroi e criminali, che per un po’ scorrazzeranno per l’universo Marvel con una personalità “Invertita”, con malvagi psicopatici che giocavano a fare i vigilanti, e vigilanti che giocavano a fare i malvagi psicopatici, ma anche questa situazione tornerà poi alla normalità quando dopo varie peripezie Wanda ed il Dottor Destino uniranno i loro poteri di nuovo, annullando l’incantesimo.

E sarà proprio in questo momento che Wanda scoprirà di non essere figlia di Magneto, iniziando un viaggio assieme al fratello e alla sua squadra di Avengers che la porterà fino alle porte dell’Alto Evoluzionario, arrivando finalmente a scoprire la verità sul suo passato. Dopo aver scoperto la storia di sua madre, restando però ancora all’oscuro sul chi fosse suo padre, Wanda si troverà di nuovo sulla strada del Teschio Rosso: il criminale aveva infatti usato un artefatto noto come Cubo Cosmico, che donava a chiunque lo possieda il potere di riscrivere la realtà, per sostituire il nostro Capitan America con una sua nuova versione leale all’organizzazione criminale nota come Hydra.

 Grazie al cubo, questo Capitan Hydra riuscirà a far sì che Chton prendesse possesso del corpo di Wanda, reclutando così l’antico dio come alleato, e lasciando Wanda impotente nel fermare i piani del malvagio, che saranno però sventati dall’arrivo del vero Capitan America, che riporterà tutto alla normalità. Di recente, abbiamo visto Wanda iniziare una relazione con Jericho Drumm, lo stregone noto come Dottor Vodoo, e combattere Nyx la dea della notte della mitologia greca, fianco a fianco di vari eroi Marvel, e anche del famoso Conan il barbaro, con il quale stringerà anche un rapporto di amicizia e di rispetto. Perchè, forse è vero che negli anni Wanda ha avuto varie disavventure, e non ha trovato spesso una direzione nella sua vita. Ma anche chi non la conosce si accorge subito, che la parte da cui stare, è sempre quella che ha al suo servizio la Strega Scarlatta.

Potete avere sempre con voi Scarlet Witch grazie a questa imperdibile Funko Pop!