Cinema e Serie TV

Si torna a parlare di Ghost in the Shell: SAC_2045 di Netflix

L’animazione ha raggiunto negli ultimi anni nuovi standard: da Spider-Man: Un Nuovo Universo a tutte le serie che ora utilizzano la 3DCG e che fondono vari stili provenienti da ogni parte del mondo, il parco titoli delle serie TV e dei film d’animazione sta sempre più crescendo. Netflix questo lo sa bene, e perciò sta puntando su alcune produzioni dedicate a grandi miti del passato, come Voltron, il recente Ultraman e ora anche Ghost in the Shell.

Intitolata Ghost in the Shell: SAC_2045, la serie sarà diretta dai registi di Ultraman Shinji Aramaki e Kenji Kamiyami, mentre la character designer sarà Ilya Kuvshinow. Fin dalle prime produzioni Ghost in the Shell si è sempre distinto per un’animazione avveniristica e accattivante, e sicuramente anche questa nuova serie non sarà da meno. Secondo un’intervista rilasciata al Variety, molte novità attendono i fan all’interno di Ghost in the Shell: SAC_2045:

Questa sarà la prima volta che la serie sarà animata completamente in 3DCG. Kamiyama e Production I.G lavoreranno con Aramaki e Sola Digital Arts, che hanno portato l’animazione 3DCG giapponese nel mondo con opere come Appleseed. Il reboot Netflix segna inoltre la prima volta in cui il franchise avrà due registi.

Kamiyama e Aramaki useranno la tecnica della digital motion capture, così come fatto con Ultraman. Questo permetterà dei movimenti sicuramente fluidi e adrenalinici, irriproducibili nell’animazione standard. Essendo un reboot, probabilmente la trama ruoterà attorno ad una sorta di reboot/restart di Ghost in the Shell: SAC (Stand Alone Complex), spingendo così sulla tematica cyberpunk, ora molto in voga.

Nel 2030 una divisione speciale della polizia giapponese, la sezione nove, affronta casi legati alle tecnologie robotiche, mediche e informatiche, che hanno conosciuto uno sviluppo e una convergenza senza precedenti nella prima metà del XXI secolo. Potenziamenti, cervelli ed interi corpi artificiali estendono le capacità fisiche umane e riducono la comunicazione al pensiero, ma sono al contempo usati per azioni spionistiche, terroristiche e dimostrative, in cui i mass media sono usati come un palcoscenico in cui si riducono i crimini a prodotto, e i criminali in eroi.

Se interessati a Ghost In The Shell?  ecco a voi il film d’animazione.