Cinema e Serie TV

Soul ha battuto perfino The Office nelle visualizzazioni

Non c’è dubbio che Soul, l’ultimo lungometraggio realizzato da Pixar Animation Studios, sia stato l’opera cinematografica protagonista dello scorso Natale, nonostante non sia effettivamente approdato nei cinema. Complice la complicata distribuzione derivata dalla pandemia di COVID-19, che nello scorso anno ha costretto diverse case di produzione a sospendere o rimandare numerosi film, l’ultimo lungometraggio dello studio di Emeryville è stato infatti trasmesso in esclusiva su Disney+.

Soul Pixar

Malgrado la forma di distribuzione atipica, Soul è risultato essere un grande successo per il canale streaming Disney. I dati di Nielsen Media Research (praticamente l’Auditel degli Stati Uniti) hanno infatti evidenziato come il film abbia totalizzato ben 1.669 miliardi di minuti di visualizzazioni. Un risultato non da poco, soprattutto considerando che tali visualizzazioni hanno superato quelle di The Office (con (1.435 miliardi di minuti), la serie cult da sempre amatissima che anche nel 2020 ha regolarmente dominato le classifiche, e che dal 1 gennaio è stata rimossa da Netflix per approdare su Peacock (altro canale streaming statunitense della NBCUniversal).

Sempre in prospettiva, considerate che The Mandalorian, altro prodotto di punta di Disney+, si è classificato al quinto posto con “solo” 1 miliardo di minuti al termine della sua seconda stagione conclusasi da poco. Netflix ha mantenuto il quarto e il terzo posto con il dramma di fantascienza di George Clooney The Midnight Sky (1,1 miliardi di minuti) e Bridgerton (1,2 miliardi).

Soul Pixar

Soul ha avuto certamente diversi fattori che hanno contribuito a questo grande successo. Se ancora non l’avete visto e non sapete da cosa deriva tanta popolarità vi consigliamo di leggere la nostra recensione. Ovviamente ha aiutato il fatto di essere un prodotto adatto ai bambini, ma indirizzato ugualmente anche agli adulti, nella classica tradizione Disney/Pixar, oltre al fatto di essere stato pubblicato durante le festività natalizie in un periodo in cui praticamente tutti erano bloccati in casa. E a differenza di Mulan, non era richiesto di pagare un extra per guardarlo.

Quello di Soul è un successo importante per Disney, che sicuramente ha contribuito a spostare la sua attenzione sul suo servizio streaming. Starà all’azienda statunitense riuscire a mantenere i nuovi abbonati fornendo nuovi prodotti come WandaVision e Moon Knight.

Se avete particolarmente amato l’ultimo film targato Pixar vi consigliamo di riservarvi un piccolo spazio in casa per l’incantevole colonna sonora originale e lo spettacolare artbook The Art of Soul.