Tom's Hardware Italia
Giochi in scatola

Spirits of the Forest, a caccia di spiriti e folletti

Con poche e semplici regole, Spirits of the Forest di Thundergryph Games permette di esplorare una mistica Foresta proponendo un filler astratto adatto a tutti

Spirits of the forest

51MGlLXbXBL
Autore: Michael Schacht
Editore: Thundergryph Games – GateOnGames
N° giocatori: 1-4
Età consigliata: 14+
Durata media: 20 minuti

acquista

Introduzione

Spirits of the Forest colpisce subito l’occhio dei giocatori grazie ad un’estetica minimale ed al tempo stesso molto colorata. Questo gioco, da uno a quattro giocatori, scritto da Michael Schacht per Thundergryph Games ed edito in Italia da GateOnGames, risulta essere un veloce filler astratto ma non banale, che si avvale di meccaniche semplici al primo impatto, ma che permettono un’interazione più strategica mano a mano che i giocatori si fanno più esperti.

In Spirits of the Forest i giocatori assumono il ruolo dei Quattro Elementi fondamentali della natura con l’obiettivo di raccogliere dalla Foresta quanti più Spiriti possibile, in modo da accumulare più punti dei propri avversari. In base a quanti Spiriti saranno nella propria riserva a fine partita infatti si decreterà il vincitore.

A caccia nelle profondità della foresta

Gli Spiriti, rappresentati da tessere in cartoncino, vengono disposti sul tavolo di gioco in quattro file da dodici tessere ciascuna andando a costruire la plancia di gioco che rappresenta la Foresta nella quale si nascondono. Possono essere raccolti solo addentrandosi sempre più a fondo nella Foresta, in quanto ad ogni turno sarà infatti possibile raccogliere una o due tessere (il numero dipende da quanti simboli sono presenti sulle tessere che si raccolgono) dai bordi più esterni della plancia di gioco.

Ogni tessera ha un colore che contraddistingue il tipo di Spirito a cui appartiene (ce ne sono nove in tutto) e può contenere uno o due simboli che rappresentano lo Spirito o un altro tipo di forza naturale (Sole, Luna e Fuoco). Per ogni tipologia di spirito sono presenti solo un numero limitato di elementi, indicato in maniera molto chiara dal numero scritto sulla tessera stessa.

I giocatori, durante la presa degli elementi disposti sul tavolo, possono anche raccogliere alcuni gettoni in cartone, posizionati ad inizio partita a faccia in giù secondo uno schema predefinito e che possono rappresentare sia uno Spirito “extra” valevole nel conteggio finale delle risorse raccolte, sia ripristinare l’unica risorsa consumabile a disposizione dei giocatori, le Gemme.

Questi elementi permettono di impostare diverse strategie di gioco potendo essere usati dai giocatori sia per bloccare, ad esempio, una determinata tessera impedendo quindi agli avversari di accaparrarsi delle risorse importanti, sia per impedire l’accesso a tessere all’intero della Foresta, pianificando in questo modo anche strategie a medio e lungo termine.

Le stesse Gemme possono infine essere usate anche per eliminare quelle altrui in modo da far consumare ai propri avversari azioni e risorse molto limitate: ogni giocatore ha infatti a disposizione solo 3 Gemme per tutta la partita.

Anche nel bosco la maggioranza vince

La partita termina quando vengono raccolte tutte le tessere dal tavolo. A questo punto viene fatto un semplice conteggio: chi ha una maggioranza netta di un certo tipo di Spirito o di forza naturale guadagna punti, mentre in caso di pareggio tutti i punti di tutti i giocatori per quel determinato Spirito non vengono assegnati.

Per questo motivo, durante la partita è sempre importante tenere presente il numero scritto sulle tessere Spirito in modo da avere sempre una chiara idea di chi sia in vantaggio e quali Spiriti sia più vantaggioso recuperare. Importante è anche tenere in considerazione il fatto che per ogni tipologia di Spirito per la quale non si è raccolto nemmeno un elemento alla fine del gioco si subirà una penalità di tre punti.

Oltre al gioco di gruppo, Spirits Of The Forest propone anche una modalità di gioco in solitario contro una sorta di intelligenza artificiale molto semplice da attuare e che permette di replicare abbastanza bene l’esperienza del gioco in società.

In questa modalità il giocatore piazza le tessere a faccia in giù e può pescare tessere solo dal lato del giocatore, mentre le tessere dal lato opposto sono riservate al motore del gioco, che guadagna anche 3 gettoni “bonus”, rivelandone uno ogni volta che una fila di tessere viene esaurita. Questi “bonus”, come nella partita a più giocatori, potrebbero rivelarsi fondamentali in caso di pareggio, spostando l’equilibrio del Favore raccolto.

Commento

Spirits of the Forest è un gioco che può vantare diversi punti di forza, primi tra tutti la facilità delle regole, che lo rendono adatto sia a giocatori più esperti che giocatori alle prime armi – bambini compresi – grazie anche alla totale assenza di testo sui materiali di gioco, che risultano quindi chiari e molto intuitivi.

Anche l’estetica depone decisamente a favore del gioco, con colori vivaci e al tempo stesso “naturali” e delle icone che ricordano subito i “kodama” molto noti a tutti gli amanti di anime come la Principessa Mononoke o i Pokèmon. Il poco tempo necessario a spiegare le regole e fare una partita, unito ad un prezzo decisamente ridotto, rendono il gioco molto appetibile.

Purtroppo proprio questa semplicità potrebbe dare al gioco una scarsa longevità e il sistema di assegnazione dei punteggi non è particolarmente intuitivo, tanto che durante le prime partite potrebbe sembrare a tratti sbilanciato, in particolare per quanto riguarda i punti detratti a chi non ha raccolto nemmeno una tessera di un determinato Spirito.

Nel complesso Spirits of the Forest si rivela quindi un gioco veloce, che occupa poco spazio e che è dunque facile da trasportare, rendendolo un buon candidato per una veloce partita in pausa pranzo, in spiaggia o come “antipasto” a qualche gioco più succoso.

Materiali

Dal punto di vista dei materiali Spirits of the Forest racchiude ottimi elementi in una piccola scatola. Le tessere sono belle, robuste, la grafica è molto curata e difficilmente si rovineranno anche dopo un buon numero di partite.

Anche la confezione è delle dimensioni giuste e non si rischia di trovare tessere o gettoni vaganti nella scatola, nemmeno portandola in viaggio.

Unico elemento che stona in tutta la produzione è la scelta di realizzare le Gemme usando materiale plastico molto piccolo e quindi ad alta possibilità di essere perso nel tempo. Anche la decisione di usare questi elementi scenici risulta un po’ lontana dal flavour del prodotto, che associa degli elementi molto lavorati ad un contesto natural-mistico che poco ci azzecca.

Insomma, con un piccolo sforzo ulteriore anche le Gemme sarebbero state all’altezza del resto dei materiali di gioco, ma probabilmente per contenere il costo si è preferito utilizzare degli elementi meno “custom” e dunque meno in linea con il resto del prodotto.

Contenuto della scatola
  • 1 Manuale di gioco in italiano
  • 48 Tessere Spirito in cartone
  •  12 Gemme in plastica
  • 1 Plancia in cartone per la modalità in solitario
  •  14 Gettoni favore in cartone