Tom's Hardware Italia
Giochi in scatola

Spyfall Doppio Gioco: la recensione. Bugie e verità in una veloce caccia all’intruso.


Spyfall Doppio Gioco

Autore
Alexander Ushan
Editore
dVGiochi
N° Giocatori
3-12
Età consigliata
10-99
Durata Media
6-10 minuti
Spyfall Doppio Gioco è un filler edito da Dv Giochi dalle meccaniche semplici e immediate dove capire chi è la spia vi obbligherà a condurre una battaglia di bugie, mezze verità e brillanti intuizioni.

Una riunione di agenti segreti, un luogo riservato e una spia infiltrata che deve capire dove la riunione sta avvenendo: ecco la ricetta di Spyfall Doppio Gioco, il filler in cui i giocatori daranno vita ad una sfida uno contro tutti di bluff e domande rivelatrici, scandito dal veloce ticchettio dei secondi.

Parola in codice…

In Spyfall Doppio Gioco  i giocatori, da 3 a 12, vestiranno i panni di agenti in incognito, col compito di riunirsi in un luogo segreto e individuare l’unico infiltrato non invitato. Purtroppo per loro nessuno potrà essere certo dell’identità degli altri presenti, e i partecipanti saranno chiamati a mettere in scena un delicato balletto di domande e risposte che dovrà portare allo scoperto il traditore senza rivelare dove si tiene la riunione.

Un gioco dalle meccaniche semplici e immediate, perfetto tanto per intavolare partite da pochi minuti quanto tornei da una serata, dove sarà necessario la giusta dose di scaltrezza per “intendersi senza dire troppo”.

Materiali

La scatola di Spyfall Doppio Gioco si presenta di dimensioni piuttosto contenute (circa 20*2, per pochi centimetri di spessore) e si propone fin da subito piuttosto accattivante riportando sul fronte una summa degli elementi più iconici degli spy-movie riuniti in una movimentata scena di fuga (c’è persino l’immancabile gatto bianco!). Come poche altre volte il detto “un’immagine vale mille parole” assurge a verità; l’aspetto caricaturale e l’idea di velocità trasmettono subito i pilastri alla base del gioco: velocità, manovre evasive e divertimento.

All’interno della scatola troveremo 240 carte, divisibili in 2 grossi gruppi: scenari (200) e carte spia (40).  A loro volta gli scenari sono divisi 20 gruppi da 10 carte l’uno, mentre le carte spie saranno divise equamente in spie maschili e spie femminili.
Dal punto di vista qualitativo le carte sono di qualità media: va detto che le ridotte dimensioni dei singoli mazzetti non richiede particolare sforzi per mescolarle, quindi la possibilità di rovinarle è piuttosto ridotta.
Dal punto di vista grafico il giudizio è assolutamente positivo: tanto i diversi scenari, quanto le carte spia sono ben caratterizzate e, allo stesso tempo, riescono a trasmettere il giusto sentimento di allegria che il gioco richiede.

A dare maggior caratterizzazione ogni carta scenario riporta un soggetto tipico che è possibile ritrovare in quel determinato ambiente. Ad esempio se si giocasse con lo scenario locale Jazz tra le possibilità avremmo critico musicale, tecnico del suono, manager della band ecc ecc

Prepararsi alla missione

Prima di esporre la fase di set-up del gioco è necessaria una doverosa premessa. Alla prima apertura del gioco sarà necessario preparare il gioco in vista delle future partite, in maniera simile a come saremmo chiamati a defustellare un gioco da tavola appena acquistato: infatti le carte saranno raggruppate in 5 mazzi che dovranno essere divisi, in base allo scenario riportato, in 20 gruppi; ciascuno di questi a sua volta dovrà essere inserito, con in fondo una carta spia (due nelle partite più affollate), in uno dei sacchetti inclusi nella scatola. Onestamente può risultare una operazione leggermente noiosa da fare da soli; per fortuna richiederà circa 10-15 minuti e, una volta fatta, non dovrà più essere ripetuta.

Risolta questa necessaria preparazione il set-up di Spyfall Doppio Gioco è tra i più veloci di sempre: a turno un giocatore farà da mazziere, sceglierà a caso uno dei venti mazzi creati in precedenza, prenderà un numero di carte pari ai giocatori e, dopo averle mescolate, ne darà uno a ciascuno. Tutto questo dovrà avvenire seguendo solo due semplici regole: le carte dovranno essere prese a partire dal fondo, in modo da assicurare la presenza della spia, e nessuno (mazziere incluso) dovrà vedere quale sia la scena rappresentata dalle carte prima di ricevere la propria. A conti fatti la fase di avvio del gioco non richiede più di qualche secondo.

La tua missione, se deciderai di accettare…

La meccanica che gestisce una partita a Spyfall Doppio Gioco è veramente semplice; ricevuta la carta si ricadrà in uno dei due ruoli previsti: Spia o Invitato alla riunione. In base a questo il compito di ogni giocatore sarà “semplice”: la spia dovrà riuscire ad indovinare dove sta avendo luogo la riunione, tutti gli altri dovranno capire chi è la spia. E questo entro un determinato limite di tempo (fissato in base al numero di giocatori)

Come avverrà questa ricerca? Semplicemente a turno un giocatore farà una domanda ad un altro giocatore, questi dopo aver risposto potrà a sua volta fare una domanda a qualcun altro e così via.

La vera difficoltà, e il vero divertimento, sarà riuscire a fare domande e fornire risposte abbastanza chiare ma allo stesso tempo sufficientemente generiche da non rivelare il luogo della riunione o il proprio ruolo.  In linea teorica le domande dovrebbero essere poste in funzione dello scenario, quando conosciuto, ma anche domande fuori contesto potrebbero aiutare a individuare l’infiltrato (sentirsi dire che la musica è bella nello scenario “cantiere” potrebbe essere molto rivelatorio)

A rendere tutto più intrigante è il ruolo indicato sulla carta: teoricamente, ma non è obbligatorio, dovremo dare le risposte in base ad esso e valutare quelle ricevute in funzione delle possibili combinazioni scenario/personaggio.
La risposta alla domanda “Ti piace stare qui?” potrà essere diversa o uguale ma avrà un significato diverso a seconda che lo scenario di gioco sia “metropolitana” o “carcere” e a seconda che il nostro ruolo sia “conducente” o “prigioniero”.  Sarà quindi necessario imparare a leggere tra le righe, soppesare domande e risposte, bluff e informazioni.

Quanto a come si vince ci sono tre possibili modi.  Il primo prevede, qualora si arrivi allo scadere del tempo, che venga indetta una votazione per decidere chi sia la spia. Per indicare chi sia la Spia il regolamento prevede che il voto contro quel giocatore sia unanime.  La seconda possibilità prevede la possibilità di accusare qualcuno durante il normale svolgimento del gioco, richiedere una votazione su questa persona e , in caso di voto unanime (accusato escluso), si procede a rivelare i ruoli.  Interessante notare come qui pur fermando il tempo, il gioco in realtà stia andando avanti: dire qualcosa di troppo o di sbagliato potrebbe infetti rivelare il luogo della riunione o il ruolo di infiltrato.  L’ultima eventualità prevede invece che sia la Spia a rivelarsi, interrompere il gioco e indovinare lo scenario in uso.

In base al risultato ottenuto, qualora si decida di giocare a punti, ogni giocatore riceverà da zero a due punti. Al termine del gioco chi avrà totalizzato più punti sarà il vincitore.

Cambio di piano!

Il gioco prevede un paio di possibili varianti. la prima prevede di abbinare Spyfall Doppio Gioco , alla prima versione del gioco, cosa che dovrebbe rendere la vita più complicata alle Spie. Purtroppo non avendola a disposizione non abbiamo potuto provare questa versione.

La seconda variante, fattibile con due Spie in gioco, prevede che i giocatori “infiltrati” si conoscano (basterà, per farlo, che a inizio partita tutti tranne le due spie chiudano gli occhi). Questa modifica al gioco semplifica un po’ la vita alle Spie.

Considerazioni

La prima valutazione da fare è sull’unico ” punto debole” di Spyfall Doppio Gioco : le partite a tre giocatori. Sebbene sia il minimo di partecipanti previsto, il gioco inizia ad ingranare veramente dai quattro partecipanti in su. Personalmente siamo riusciti a testarlo fino a sette giocatori contemporaneamente e la fluidità di gioco non ne ha risentito. Certo molto dipende dai singoli gruppi di gioco: gruppi numerosi ma particolarmente dinamici e propositivi potrebbero non risentire di un grosso numero di partecipanti .

Un po’ perplessi lascia la possibilità (in realtà data per scontato) di giocare a punti. Onestamente non solo non se ne è sentito il bisogno ma l’impressione è che questa forma “competitiva” possa essere controproducente: Spyfall Doppio Gioco è un gioco rapido, divertente e goliardico, trasformarlo in una gara rischia di annullare il divertimento in funzione della ricerca della vittoria. Va da sé che anche in questo caso molto dipende dal gruppo di gioco e dai singoli giocatori: c’è chi potrebbe trovare questa spinta “agonistica” un valore aggiunto.

Ultima considerazione riguarda uno degli aspetti del gioco vero è proprio: Spyfall Doppio Gioco nasce per essere veloce, immediato, magari usato come filler tra un gioco e un altro. Non è da escludere quindi che possa essere giocato anche da chi non lo abbia mai visto prima. La sua natura implica che tutti i partecipanti conoscano per lo meno quali sono le 20 ambientazioni disponibili; l’ideale sarebbe poi sapere quali ruoli sono abbinati ai diversi scenari. Entrambi i fattori sono importanti per sapere come agire, quali domande fare e quai risposte dare, soprattutto se si è la Spia. In realtà, nel manualetto di istruzioni, la doppia pagina centrale riporta tutte gli scenari ben visibili: starà a chi gioca decidere se metterlo al centro del tavolo e rischiare che una Spia poco pratica del gioco riveli il suo bluff osservandolo con troppa attenzione. Nelle nostre partite si è giocato con il suddetto “sommario” sul tavolo e l’esperienza di gioco non ne ha risentito: troppo spesso si era più attenti alle risposte dei vari giocatori per guardare se qualcuno osservava con troppa attenzione le figure a centro tavola. Eventualmente, per le partite molto affollate, si consiglia di fotocopiare la pagina centrale in modo da averne copie da rendere ben visibili a tutti.

Gioco adatto a…

Spyfall Doppio Gioco è un gioco indicato a chiunque voglia passare dei momenti di relax con un gioco che riesce ad essere divertente senza risultare impegnativo.

La meccanica semplice lo rende adatto a giocatori di qualunque esperienza e qualsiasi età (esclusi forse i più piccoli).
L’aspetto fortemente interattivo implica che renderà al meglio in gruppi affiatati, dove il flusso delle domande-risposte sia veloce e quasi ininterrotto. L’ideale poi sarebbe avere qualcuno in grado di scegliere con cura le parole e dare vita a ilari giochi di parole o inaspettati doppisensi.

Conclusioni

Spyfall Doppio Gioco è un gioco divertente che fa di rapidità, semplicità e interattività i suoi punti forti. L’obbligo di interazione tra giocatori lo rende perfetto per creare “legami” tra i partecipanti e l’obbligatoria velocità di una partita lo rendono adatto a riempire piccoli momenti di fiacca tra un gioco e un altro senza escludere a priori la possibilità che possa diventare la vera star della serata.

 

Spyfall Doppio Gioco

Spyfall Doppio Gioco è un filler dalle meccaniche semplici e immediate dove capire chi è la spia vi obbligherà a condurre una battaglia di bugie, mezze verità e brillanti intuizioni.



Verdetto

Spyfall Doppio Gioco è un ottimo filler che, volendo, può diventare il protagonista principale di intere serate. La velocità delle singole partite e il poco spazio richiesto lo rendono giocabile ovunque e in qualunque momento. Le meccaniche semplici lo rendono accessibile a chiunque. L'impostazione goliardica lo renderà particolarmente apprezzato a chi preferisce ridere in compagnia pur richiedendo una certo livello di arguzia e un'adeguata parlantina. La possibilità di giocare competitivo permetterà di renderlo apprezzabile a chi gradisce sia sempre presente un pizzico di sfida tra amici.

Pro

- Adatto a tutti
- Set-up velocissimo
- Partite molto rapide
- Altissima interazione tra i giocatori
- Grafica accattivante
- Perfetto in gruppi numerosi (almeno 5)
- Necessita di poco spazio

Contro

- Rende meglio in gruppi particolarmente dinamici
- Richiede una certa conoscenza del gioco per rendere al meglio
- Modalità competitiva poco convincente
- In tre perde moltissimo