Libri e Fumetti

Star Wars: dai fumetti alle action figure

Negli scorsi giorni, per i fan di Star Wars è arrivata una notizia che ha mandato in visibilio la community: una nuova serie di action figure Hasbro – The Black Series. Cogliendo l’occasione dei festeggiamenti per i 50 anni di LucasFilms, si è scelto di dare vita a una nuova linea dedicata a un capitolo della lunga vita di Star Wars che è rimasto nel cuore dei fan di vecchia data: l’Universo Espanso, o Legends come viene oggi chiamato.

star wars comics

Quando Star Wars aveva apparentemente terminato la sua vita cinematografica a fine anni ’80, l’incredibile successo della saga creata da George Lucas non poteva arrestarsi con Il Ritorno dello Jedi, considerato come la già folta schiera di fan chiedesse a gran voce nuove avventure ambientate nella galassia lontana, lontana. A partire dal 1986, sotto il controllo della Lucas Licensing guidata da Howard Roffman, venne avviato un nuovo modo di raccontare Star Wars, in cui romanzi, fumetti e videogiochi tenessero viva la saga. Una produzione lunga trent’anni, ma che con l’uscita de Il Risveglio della Forza è stata relegata al ruolo di un gigantesco what if…? ribattezzato Legends, per fare spazio al nuovo Canon.

Eppure, queste storie hanno segnato profondamente il mito di Star Wars, portando in vita personaggi la cui caratura incredibile ha consentito loro di approdare anche nel canon, come accaduto al Grand’Ammiraglio Thrawn. Quando Hasbro ha deciso di rendere omaggio all’importante traguardo di LucasFilm dando vita a una nuova serie della loro amata Star Wars – The Black Series, non ci sono stati dubbi a quale delle tante incarnazioni della saga ci si sarebbe ispirati: il Legends.

Una decisione che è stata accolta con grande entusiasmo da Jennifer Heddle, che da divoratrice di fumetti e romanzi di Star Wars è diventata executive producer di LucasFilm Publishing:

“Sono una fan dei fumetti di Star Wars dagli anni ’80, e l’idea di avere delle action figure basta sui comics della saga è semplicemente esplosiva. Vedere queste statuette mi fa ricordare quando mi sedevo sul pavimento della mia stanza sfogliando i fumetti di Star Wars, incredula che stessi leggendo avventure dei miei personaggi preferiti.  Gli appassionati saranno estasiati nel vedere questi personaggi dei fumetti in una nuova veste, specialmente considerato quanto fatto con le fantastiche abilità e dettaglio per cui la Black Series è conosciuta”

L’entusiasmo di Jennifer Heddle è comprensibile, visto che le immagini della prima wave della nuova collezione Star Wars – The Black Series si ispirano ad alcune delle storie più amate del Legends. Le prime quattro action figure di questa nuova collana, infatti, omaggiano gli albori del fu Universo Espanso, coinvolgendo non solo personaggi iconici della saga ma anche figure rimaste nel cuore dei fan. Ma quali sono le storie protagoniste della prima wave della nuova collezione:

 

 

Star Wars: L’erede dell’Impero

erede dell'impero

Dove l’Universo Espanso ebbe origine. Mike Baron, con i disegni di Olivier Vatine, trasformò in fumetto il primo romanzo della Trilogia di Thrawn, L’erede dell’Impero, considerato il primo passo dell’Universo Espanso. In questa serie di libri, la Nuova Repubblica doveva fronteggiare la minaccia del Grand’Ammiraglio Thrawn, un ufficiale della Marina Imperiale che decise di ricostruire l’impero, utilizzando il suo incredibile acume tattico.

La Trilogia di Thrawn (L’erede dell’Impero, Sfida alla Nuova Repubblica, L’ultima missione) vengono introdotti dei personaggi, come Mara Jade e Talon Karrde, che negli anni seguenti sarebbero divenuti parte integrante dell’evoluzione narrativa di Star Wars. Baron, affidandosi alle intuizioni di Zahn, avvia un percorso interiore di Luke che lo porterà negli anni a venire a subire la seduzione del Lato Oscuro. Interessante anche l’introduzione di una creatura particolare come la lucertola ysalamiri, essere dotato del particolare potere di annullare i poteri della Forza con la sua semplice presenza.

star wars luke

Legato a Star Wars: L’erede dell’impero è la Star Wars: The Black Series – Luke Skwalker. Questa action figure avrà il primato di ritrarre il celebre Jedi in un periodo storico della saga da cui non erano mai state tratte statuette di Luke. Oltre alla spada laser, nella confezione sarà presente anche una riproduzione della lucertola ysalamiri, elemento centrale del ciclo narrativo, come ha spiegato il production designer di Hasbro Eric Franer:

“Considerato come le ysalamiri abbiano giocato un ruolo essenziale nella trilogia, era importante per noi che fossero presenti in questa linea. Abbiamo addirittura modellato la ysalamiri in modo che possano essere applicata al collo della nostra recente Star Wars: The Black Series dedicata a Thrawn, per consentire ai collezionisti di ricreare i momenti iconici di quei romanzi e fumetti”

» Clicca qui per acquistare il romanzo Star Wars: L’erede dell’Impero

» Clicca qui per acquistare il fumetto Star Wars: L’erede dell’Impero

Star Wars Adventures

jaxxxon

Quando il successo di Star Wars era ancora agli inizi negli anni ’70, in casa Marvel si iniziò a creare una serie a fumetti che avrebbe espanso le avventure di Luke e compagni, introducendo anche nuove figure. A guidare il team creativo di questa serie fu il veterano Roy Thomas (I Guardiani della Galassia), che diede vita alla priva versione fumettistica di Star Wars.

All’interno di questo contesto, Thomas creò un personaggio curioso, Jaxxon, un consiglio spaziale che ebbe modo di condividere avventure con alcuni dei protagonisti della saga, come Lando, dimostrandosi un eccellente combattente dotato di una mente agile e intraprendente.  Jaxxon per anni è stato considerato il simbolo della gestione marveliana dei comics di Star Wars, incarnazione del tono divertente e avventuroso che Thomas diede alla serie. Recentemente, Jaxxon è stato reintrodotto nel Canon comparendo nella nuova serie di fumetti Star Wars Adventures.

jaxxxon

» Clicca qui per acquistare il fumetto Star Wars Adventures

Star Wars: Darth Maul

darth maul

Quando Darth Maul fece la sua apparizione in La Minaccia Fantasma, il funambolico Sith interpretato da Ray Park divenne immediatamente uno dei villain più amati della saga, tanto da venire richiamato in azione anche in Clone Wars, riscrivendo la sua presunta morte alla dine Episodio I. Nel 2000 venne realizzata una serie a fumetti a lui dedicata, Star Wars: Darth Maul, in cui Ron Marz, avvalendosi dei disegni di Jan Durseema, raccontò il passato dello zabrak, svelando i retroscena del suo addestramento nel Lato Oscuro della Forza. In questa saga, Maul viene presentato come un personaggio ancora vittima dell’odio e della rabbia che solo in seguito avrebbe imparato a padroneggiare seguendo gli insegnamenti di Darth Sidious.

darth maul

L’action figure tratta da questa collana per la prima volta ritrae Darth Maul senza abiti, mettendo a nudo il suo torace e diventando per i creativi di Hasbro una vera sfida, come confessa Franer:

“E’ la prima volta che realizziamo un Darth Maul a torso nudo, mostrando interamente i tatuaggi del suo corpo, un’aggiunta strepitosa a un’action figure già spettacolare. Abbiamo sfruttato questa occasione per realizzare una nuova testa, focalizzandoci sul ghigno con cui mostra i denti in molte occasioni”

» Clicca qui per acquistare il fumetto Star Wars: Darth Maul

Star Wars: L’Impero Cremisi

impero cremisi

Nel 1997, Mike Richardson e Randy Stradley creano il personaggio di Kir Kanos, ultima sopravvissuto delle Guardia Imperiali di Palpatine, la cui fedeltà al defunto imperatore lo spinge a intraprendere una missioen di vendetta nei confronti di tutti coloro che hanno portato alla caduta dell’Impero, non ultimo Luke Skywalker. I disegni di Paul Gulacy trasformano la storia di Richardson e Stradley in una delle migliori serie a fumetti di Star Wars, in cui vengono presentati retroscena del mondo imperiale sino a quel momento mai immaginati.

kir kanos

Kir Kanos era stato preso come modello dagli artisti di Hasbro in precedenza, per realizzare il look della Star Wars: The Black Series – Imperial Royal Guard, considerato che in Il Ritorno dello Jedi queste imponenti guardi non venivano mai inquadrate prive della loro bardatura. Per celebrare il protagonista di questo arco narrativo, all’interno della confezione della action figure di Kir Kanos saranno inseriti il tipico mantello porpora del personaggio e la sua arma preferita, la vibrolama doppia.

» Clicca qui per acquistare il fumetto Star Wars: L’Impero Cremisi

Dove Trovarle?

Tutte le figure Star Wars Legends recensite, attualmente, sono una esclusiva per le fumetterie e sono tutte disponibili in preordine sul sito e nei negozi che fanno parte del circuito Games Academy.