Cinema e Serie TV

Star Wars: sviluppata pelle artificiale ispirata da “L’Impero Colpisce Ancora”

Ispirati dal capitolo di Star Wars: L’Impero Colpisce Ancora, alcuni scienziati di Singapore hanno sviluppato una pelle artificiale in grado di “sentire” tutte le sensazioni come dolore e tatto, che solo una vera pelle umana é in grado di trasmettere al corpo umano.

Secondo il ricercatore capo Benjamin Tee, ACES (cosí é chiamato il dispositivo e sta per Asynchronous Coded Electronic Skin) è in grado di elaborare i dettagli più rapidamente del sistema nervoso umano, riconoscendo dozzine di textures diverse e riuscendo a leggere il Braille con una precisione del 90 percento. Il fine ultimo, affermano i ricercatori, è quello di creare una pelle artificiale per le persone con arti protesici per poter riconoscere al tatto oggetti, diversi materiali, percepire diverse temperature e persino dolore.

“Quando perdi il senso del tatto, diventi essenzialmente insensibile e coloro che indossano delle protesi affrontano quel problema. Quindi, ricreando una versione artificiale della pelle per i loro dispositivi protesici, possono tenere la mano di qualcuno e sentirne il calore, sentire che è morbida”.

Sempre lo scienziato Tee ha attribuito direttamente l’ispirazione per questo tipo di tecnologia a un momento in particolare di Star Wars: L’Impero Colpisce Ancora, quando a Luke Skywalker viene tagliata la mano nello scontro con Darth Vader. Nei momenti conclusivi del film, Luke viene fornito di una mano robotica, che fa direttamente da protesi organica.

Il gruppo di scienziati ha anche registrato i brevetti per una pelle sintetica e trasparente, in grado di ripararsi in caso di lacerazione e un materiale che può emettere luce.

Se avete adorato l’Impero Colpisce Ancora, potete leggere la sua bellissima versione a fumetti che potete acquistare cliccando su questo link.
Altrimenti, vi consigliamo di acquistare l’intero cofanetto comprensivo di tutti i primi sei film della saga di Star Wars che potete trovare cliccando su questo link.