Libri e Fumetti

Steam Romance – Gremlins ad Alta Quota: la recensione


Steam Romance – Gremlins ad Alta Quota
Genere
Fantasy/Steampunk
Formato
210x140
Autore
Mala Spina
Editore
Acheron Books
Collana
Zaira

Steam Romance – Gremlins ad Alta Quota è il librogame con cui si è aperta Zaira, la collana di Acheron Books. A quanto pare l’editore ha deciso di avvicinare il proprio pubblico alla narrazione interattiva a piccoli passi, in quanto Steam Romance non si rifà alla tradizione dei librogame propriamente detti – ovvero con regole di gioco – ma a quella più semplice degli Scegli la Tua Avventura, libri in cui il giocatore-lettore è semplicemente chiamato a scegliere in che modo procederà la storia. Non a caso, Steam Romance – Gremlins ad Alta Quota può essere più correttamente definito romanzo interattivo, categoria nella quale ha, inoltre, vinto l’LGL Award assegnato a Lucca Comics & Games 2019.

Steam Romance

L’ambientazione

In quanto privo di regole, Steam Romance non presenta, come altri librogame, un’introduzione e un regolamento, ma ci proietta immediatamente nella storia, direttamente dalla prima pagina.
Il luogo e il tempo dell’azione vengono subito inquadrati dalla dicitura “Spazio aereo del Regno d’Italia, addì 5 Settembre del 1900”.
Veniamo quindi introdotti al Mercurio Vittorioso, dirigibile della Regia Marina del Regno d’Italia, attualmente impegnato a sorvolare la Riserva di Caccia Reale del Gran Paradiso, lungo la tratta Firenze-Parigi.

L’Europa del nuovo secolo di Steam Romance non è esattamente quella che conosciamo, non solo per il diverso sviluppo tecnologico. Infatti, sebbene sia ormai il 1900, la Francia continua a essere una monarchia (è ignoto se gli eventi della Rivoluzione si siano verificati o meno). Inoltre, anche se già esiste il Regno d’Italia – alla guida del quale si trova una regina – il Granducato di Toscana sembra essere in qualche modo sopravvissuto alla riunificazione. Anche in questa Europa alternativa, però, sembrano essere ben attivi i movimenti anarchici, primi sospettati dei misteriosi avvenimenti sul Mercurio Vittorioso.

Steam Romance

Quest’ultimo è un dirigibile alimentato da un sofisticato sistema a fulmicotoneLa tecnologia sembra essere molto progredita anche in altri campi. Tra gli altri, sono presenti protesi meccaniche per arti umani molto avanzate, e iniziano ad essere sviluppati i cosiddetti telefonoscopi (strumenti in grado di trasmettere suoni e immagini a lunghissime distanze, grazie a stazioni aerostatiche disseminate nei cieli d’Europa), che non possono non richiamare alla mente i moderni telefoni cellulari.
Se in questa Italia sembra essere stata riconosciuta maggiore autonomia alle donne – dimostrata dalla presenza di un ufficiale femminile a bordo del dirigibile – la rigida divisione tra classi sociali risulta essere invece ancora presente. Per gli ufficiali e i passeggeri, infatti, non è visto di buon occhio l’aver a che fare con gli operai che si assicurano del funzionamento dell’aeronave.

I due protagonisti: Giulietta e Luigi

I due personaggi di cui seguiremo l’avventura non potrebbero essere più diversi. Giulietta Pandolfi è una giovanissima ragazza di nobile famiglia, studentessa del prestigioso Collegio di Coeurdimanche per Studi Diplomatici per signorine, a Parigi.
Particolarmente abile nella cosiddetta logica euristica (nonché nel badminton) viene considerata dai suoi precettori e parenti troppo attratta da quelle che loro chiamano frivolezze, nonché poco capace nel valutare il rischio in una situazione pericolosa.
A causa di un incontro troppo ravvicinato con un dongiovanni delle campagne fiorentine, Giulietta viene inviata dai propri genitori al collegio ben prima dell’inizio delle lezioni. Imbarcatasi sul Mercurio Vittorioso insieme all’anziana zia Rosamunda, Giulietta non può fare a meno di pensare a quanto sarà noioso il viaggio e ai numerosi ricevimenti a cui sta per dire addio.

L’avventura di Giulietta ha inizio sul ponte passeggeri, dove la Zia Rosamunda, fortunatamente, si è appisolata, permettendo a Giulietta di girovagare indisturbata. L’obiettivo della ragazza è quello di usare il suo nuovo telefonoscopio per mettersi in contatto con il suo più recente spasimante, rimasto a Firenze. Alla ricerca di un luogo appartato da cui fare la chiamata, verrà a sapere del verificarsi di misteriosi furti di oggetti tecnologici avvenuti sul dirigibile, facendo inoltre la conoscenza di un inquietante straniero.

Steam Romance

Luigi, invece, non può certo permettersi di viaggiare fra i passeggeri. Cresciuto come sfasciacarrozze nei pressi della Collina dei Rottami, è apprendista meccanico solo da un mese. Alto quasi due metri e ben piazzato, nonostante la giovanissima età, è un grande lavoratore ma, come lui stesso ammette più volte, non è molto sveglio e preferisce fare funzionare le mani rispetto al cervello. Attualmente lavora in una delle due sale motori del dirigibile, insieme all’americano Charles – con il quale non va affatto d’accordo – e sotto la supervisione del capo meccanico Fournier. Conscio del suo ruolo di semplice operaio, si sente ancora a disagio attorno agli ufficiali che guidano la nave e ai prestigiosi passeggeri che ne calcano il ponte.
La storia di Luigi si apre nella sala motori, dove si è appena verificata un’emergenza: uno dei bruciatori del dirigibile sembra essere in avaria. Charles, macchinista americano, si è recato sul posto ma sono già trascorsi diversi minuti senza averne notizia. Tocca quindi a Luigi recarsi nello stretto passaggio del motore, alla ricerca del collega e nel tentativo di impedire un’esplosione. Durante il viaggio nei claustrofobici passaggi del dirigibile, scoprirà inspiegabili sabotaggi all’integrità del mezzo.

La struttura del librogame

Al contrario di quanto avviene nella maggior parte dei librogame, in Steam Romance – Gremlins ad Alta Quota non interpreteremo un personaggio che prenderà parte direttamente nella storia.
Infatti, i protagonisti del romanzo sono Giulietta e Luigi, e come lettori ci limiteremo a seguire le loro avventure, con la libertà però di scegliere come proseguirà la storia. Per questo motivo, il volume non è scritto in seconda persona e al presente, bensì in terza persona in un più consono passato remoto (esattamente come la serie EL Fire*Wolf). Ogni paragrafo termina non con la scelta dell’azione che dovremo compiere, ma con un diverso spunto narrativo che toccherà a noi scegliere, indicato con il simbolo di un piccolo ingranaggio.
All’inizio del libro, come detto, potremo decidere se seguire Giulietta o Luigi.

Dopo una prima parte in cui le avventure dei due scorrono “parallele l’una all’altra, avremo la prima possibilità di cambiare prospettiva e proseguire la storia seguendo l’altro protagonista. Con alcune abili frasi inserite nei paragrafi di raccordo, ci viene detto abbastanza su quanto accaduto all’altro personaggio da non rendere troppo brusco il passaggio. Per conoscere fino in fondo tutto quello che Gremlins ad Alta Quota ha da offrire, in ogni caso, è necessario ripercorrere le avventure dei due protagonisti nella loro interezza.
Circa a metà del libro, le strade di Giulietta e Luigi si incontreranno: a quel punto la storia li vedrà entrambi in scena contemporaneamente e a noi toccherà scegliere il “lead character” tra i due.
Uno dei punti deboli degli Scegli la Tua Avventura (e di altre serie simili, come Avventure Spaziali) è il fatto che spesso lo spunto iniziale finiva per perdersi fra le diverse linee narrative contenute nel libro, con il protagonista che si trovava a volte a risolvere un problema completamente avulso da quello proposto all’inizio. Non così in Gremlins ad Alta Quota. Il romanzo ha a che fare con un’infestazione di Gremlins a bordo del dirigibile Mercurio Vittorioso, e questa è l’emergenza con cui avranno a che fare Giulietta e Luigi.

Steam Romance

La coerenza interna del racconto, quindi, non presenta problemi. Di conseguenza, se la natura degli Scegli la Tua Avventura permetteva di avere numerosi finali, più o meno di successo, non è così per Gremlins ad Alta Quota. Il volume presenta infatti solo due finali, uno positivo e uno negativo, a cui è possibile giungere da diversi paragrafi.
Arrivare a leggere il finale positivo non è del tutto scontato; non bisogna mai dimenticarsi che il tempo concesso ai nostri eroi per risolvere la crisi è limitato, pertanto bisognerà scegliere come proseguirà la storia sempre facendo una certa attenzione.
Seppure il finale sia soddisfacente, l’autrice ha chiaramente costruito un mondo più grande di quello che si può vedere in Gremlins ad Alta Quota, che ne costituisce solo un assaggio. Alcune domande non trovano infatti risposte, e l’autrice pare avere lasciato decisamente spazio per un seguito.
Una parola va spesa anche per le illustrazioni, opera sempre della medesima autrice, che danno un volto non solo a Luigi e Giulietta, ma anche ai “Gremlins”, il cui design particolare li rende davvero accattivanti.
Ottima anche la copertina di Alberto Besi, fedele allo stile visivo del periodo storico in cui è ambientato il romanzo.

A chi è adatto Steam Romance – Gremlins ad Alta Quota

Data la sua mancanza di regole ulteriori alla semplice scelta del paragrafo verso cui proseguire, Steam Romance non può che essere adatto in primis a chi non ha mai provato un librogame ma, preoccupato dal dover gestire punteggi e statistiche e leggere un libro con carta e penna accanto, preferisce cominciare dalle basi.
Il contenuto numero di paragrafi e la lunghezza degli stessi, nonché la mancanza di gameplay, rendono la lettura decisamente fluida e intervallata solamente dalle scelte su come far proseguire la storia. Un bel modo per chi vuole avvicinarsi alla narrativa interattiva per comprendere se possa fare per lui.

Steam Romance

Inoltre (come si capisce già dal titolo) Steam Romance è un romanzo d’avventura con un’accennata storia d’amore. Senza cadere in facili stereotipi di genere, potrebbe essere anche uno dei titoli in grado di avvicinare il pubblico femminile ai librogame. In ogni caso, il tono del volume può essere ben apprezzato da chiunque, indipendentemente da genere e età.
Al contrario, i lettori più esperti di giochi di ruolo e librogame, in particolare quelli amanti di regolamenti corposi e ben strutturati, potrebbero trovare pochi stimoli in un prodotto come questo.

Conclusioni

Steam Romance – Gremlins ad Alta Quota chiarisce fin dal titolo quali sono i suoi ingredienti: una storia d’avventura con toni romantici ed ambientazione steampunk, relativa ad un’infestazione di Gremlins su un dirigibile. Interessante l’idea di avere due protagonisti e che la scelta di quale seguire non pregiudichi la possibilità di vivere l’avventura anche attraverso gli occhi dell’altro personaggio.
La facoltà di poter cambiare punto di vista in occasioni particolari della storia, infatti, è un escamotage quasi cinematografico: sarebbe interessante vedere se e come possa essere applicato anche a librogame più complessi.

Steam Romance – Gremlins ad Alta Quota

Steam Romance – Gremlins ad Alta Quota è il primo numero di Zaira, collana di librogame di Acheron Books lanciata al Modena Play 2019. Scritto e illustrato da Mala Spina, il volume è il vincitore del LGL Award – Gran Premio del Librogame 2019, categoria Romanzo Interattivo. Si tratta di un’opera di ambientazione steampunk, che segue l’avventura della bella Giulietta e del rude Luigi a bordo del Mercurio Vittorioso, dirigibile infestato da pericolosi gremlins, dai diversi punti di vista dei due protagonisti.


Verdetto

Steam Romance – Gremlins ad Alta Quota è un libro game (o meglio, romanzo interattivo) privo di regolamento, con una storia frenetica e un’ambientazione accattivante. Permette, inoltre, di seguire lo svolgersi della trama dai diversi punti di vista dei due protagonisti. Consigliato come prima lettura per chi vuole avvicinarsi ai librogame, nonché per chi apprezza lo steampunk e la narrativa dai risvolti "rosa".

Pro

- Interessante ambientazione steampunk
- Storia coerente con se stessa
- Non è necessario appuntarsi alcunché data la mancanza di regolamento...

Contro

- … il che potrebbe anche essere un aspetto negativo per alcuni
- Tutto sommato, piuttosto breve
- Alcune domande rimangono (anche se volutamente) senza risposta