Libri e Fumetti

Storia a stelle e pixel. Come il videogioco reinterpreta il Novecento Americano. Recensione


Storia a stelle e pixel. Come il videogioco reinterpreta il Novecento americano
Genere
Saggio
Formato
Copertina Rigida
Autore
Lorena Rao
Editore
Paguro
Collana
Warp Zone

La Storia dell’uomo, come ci viene proposta nei libri di storia, è il prodotto di quell’analisi condotta da dediti ricercatori, che hanno avuto come fonti primarie testimonianze scritte, cronache e documentari. Talvolta, la settima arte, nel piccolo e nel grande schermo, si è fatta carico di riprodurre e narrare gli eventi storici – senza escludere elementi più o meno romanzeschi e reinterpretando con tratti esclusivi della finzione. Con l’evoluzione della tecnologia, il cinema non è rimasto l’unico vettore divulgativo con tali peculiarità, ma è stato affiancato da una nuova industria che ad oggi ha un peso commerciale addirittura superiore: i videogiochi.

Nel suo nuovo libro, Storia a stelle e pixel. Come il videogioco reinterpreta il Novecento Americano, Lorena Rao si pone l’obiettivo di analizzare l’evoluzione del videogioco come prodotto di intrattenimento, ma soprattutto di cristallizzare l’inaspettato ruolo che può assumere nell’indagine storiografica di un periodo storico ricco di fascino e impresso più che mai nell’immaginario collettivo della cultura pop: il Novecento.

“Sebbene possa sembrare paradossale, la guerra e il gioco sono due elementi basilari della civiltà umana, strettamente connessi tra di loro.”
Storia a stelle e pixel. Come il videogioco reinterpreta il Novecento Americano. – di Lorena Rao

L’accostamento di un determinato periodo storico, con l’evoluzione dei sistemi di comunicazione e della percezione dei prodotti videoludici, sono gli elementi di un’ampia panoramica davvero inedita – posta in questi termini, e possiamo già dirvi un lavoro complesso eppur completo svolto in modo superbo dall’autrice. Lorena Rao, promettente penna siciliana, è laureata alla magistrale in Storia e Società presso l’Università degli Studi Roma Tre, con un percorso di studi specializzato nel rapporto tra storia e mass media grazie al Master in Esperto in Comunicazione Storica: Televisione e Multimedialità. Appassionata di videogiochi, lo dimostra anche il suo impegno duraturo con la stampa specializzata, vantando diverse collaborazioni a vario titolo con molteplici testate del settore e scrive (lo diciamo con una punta d’orgoglio) nel nostro network di Tom’s Hardware Italia nelle sezioni di GameDivision e Cultura Pop.

Il videogioco specchio della storia e della cultura popolare di massa.

Secondo quanto chiarito nel suo Storia a stelle e pixel, l’analisi storica sul Novecento è motivata da molteplici fattori. Si è trattato del secolo che ha visto due Grandi Guerre, che hanno coinvolto tutte le più grandi potenze dell’ordine mondiale relativamente al periodo 1915-1945, trent’anni di accesi conflitti che hanno poi lasciato spazio alla paura di una possibile Terza Guerra Mondiale con tutti i possibili detonatori figli della Guerra Fredda. Potremo apprendere che la nascita del videogioco come mezzo di studio (!) è datata 1958, mentre verrà poi inteso come prodotto di intrattenimento grazie allo storico fondatore di Atari, Nolan Bushnell.

Lorena Rao ci illustra la vita del videogioco alla stregua di quella del fumetto: prima fenomeno di nicchia, poi espressione culturale di massa e infine agente di storia. In questa evoluzione gli Stati Uniti hanno giocato un ruolo fondamentale e nel volume sono continui i parallelismi cinematografici (come Il nemico è alle porte, Rambo 2, Salvate il soldato Ryan) e ancora col mondo dei fumetti con l’esempio lampante di Capitan America della Marvel Comics (agli inizi edito da Timely Comics).

I temi trattati in tutta l’evoluzione del videogioco spaziano dalla mitizzazione dell’eroe americano evidente nei titoli della serie di Call of Duty, proseguendo poi con la serie di Fallout mettendo in evidenza la fobia del nucleare patita nel periodo della Guerra Fredda, miscelando la fiction di quel What if che contraddistingue gli eventi narrati dalla serie prodotta da Bethesda Softworks. L’ultimo capitolo è dedicato alla mafia, all’immigrazione degli italiani negli U.S.A. e al conseguente razzismo.

“La mafia dei palermitani e dei corleonesi […] non ha prodotto dei veri padrini, ma soltanto rozzi criminali.”

A nostro avviso, tratta le pagine meglio scritte dell’intero volume, comprimendo in poco spazio un’importante analisi etimologica del termine “mafia”, del fenomeno culturale rappresentato nei film (Il Padrino, Scarface e Gli Intoccabili) nei videogiochi nella serie di Mafia di 2K Games rivisitando ancora una volta la realtà assecondando l’immaginario collettivo.

Il volume culmina dopo cinque capitoli che tradiscono un’impronta di stampo accademico, tuttavia, il linguaggio utilizzato da Lorena Rao risulta semplice e fruibile anche ai lettori occasionali; la lettura è scorrevole e non risulta mai noiosa, anzi è piuttosto coinvolgente nei suoi approfondimenti e nella ricerca delle fonti storiche, al punto che in alcuni tratti, dilungandosi in questioni delicate come il nucleare e il razzismo, ci siamo quasi dimenticati di quei pixel che caratterizzano quella che per molti è l’ottava arte: i videogiochi. Storia a stelle e Pixel è un ottimo esempio divulgativo, che fa emergere da protagonista il videogioco col ruolo di agente storiografico, messo alla pari dei vettori cinematografici e letterari.

Vi consigliamo la lettura di Videogiochi e Propaganda, una delle fonti del volume recensito. Disponibile su Amazon.

Storia a stelle e pixel. Come il videogioco reinterpreta il Novecento americano

Il videogioco può essere utilizzato come strumento di ricerca storica? Questo volume vuole dare una risposta definitiva al quesito, analizzando l’evoluzione del videogioco inteso come prodotto di intrattenimento fino a diventare agente storiografico. Con un viaggio tra i principali eventi del secolo scorso, passando dalla storia contemporanea americana, la Prima guerra mondiale sino al conflitto in Vietnam, e andando a toccare tematiche come le questioni razziali e di genere, patriottismo e società multietnica, si evince come oggi i videogiochi fanno parte della nostra cultura influenzando l’immaginario collettivo.



Verdetto

Storia a stelle e pixel. Come il videogioco reinterpreta il Novecento americano è un'analisi completa sull'evoluzione del videogioco inteso come vettore divulgatore di storia e dell'espressione culturale di massa. Lorena Rao ha compiuto un eccellente lavoro di ricerca nelle fonti, sfruttandole per comporre il mosaico fatto dalla storia del Novecento accostata al mondo letterario, del cinema e, in special modo, dei videogiochi. La lettura è scorrevole e coinvolgente e non annoierà i giocatori oltre che agli appassionati di storia.

Pro

Ottima conoscenza e ricerca delle fonti storiche;
Il videogioco assume una nuova forma di interesse culturale;
Impronta accademica, ma il linguaggio è per tutti.

Contro

Alcuni approfondimenti distolgono l'attenzione dall'argomento principale.