Libri e Fumetti

Sulle tracce di Jack lo Squartatore: la recensione


Sulle tracce di Jack lo Squartatore
Genere
Gotico, Young Adult
Formato
Copertina rigida
Autore
Kerri Maniscalco
Editore
Mondadori
Collana
Oscar Fantastica

Sulle tracce di Jack lo Squartatore, di Kerri Maniscalco, è un romanzo thriller-gotico-YA pubblicato in Italia da Mondadori il 15 Settembre 2020 (titolo originale Stalking Jack the Ripper), contemporaneamente ad altri due titoli della serie dedicata alla bella Audrey Rose. Anche Alla ricerca del Principe Dracula e In fuga da Houdini sono infatti arrivati in libreria nello stesso giorno. Il quarto e ultimo volume della serie, invece, si farà aspettare fino a Novembre (suspance!) e si intitolerà A caccia del Diavolo.

Sulle tracce di Jack lo Squartatore

Nella serie a lei dedicata, partendo dalla Londra di fine ‘800 la giovane Audrey Rose Wadsworth, farà il giro dell’Europa risolvendo casi sempre più pericolosi e inquietanti insieme al collega Thomas Cresswell, casi per cui l’autrice prende ispirazione dalla tradizione del romanzo gotico, primo tra tutti il Frankenstein di Mary Shelley.

Vi presento Audrey Rose

«Sei capace di suturare il cadavere da sola?»
«Naturalmente. Zia Amelia dice che con ago e filo sono un portento.»

(Dott. Jonathan Wadsworth e Audrey Rose Wadsworth)

Audrey Rose Wadsworth ha diciassette anni, ed è quasi ora che cominci a cercare un buon partito che possa accompagnarla nella società londinese. Peccato che la giovane non abbia in programma di sposarsi a breve, ma che a differenza delle coetanee, che ogni pomeriggio prendono il tè e si scambiano pettegolezzi sull’alta società, lei preferisca passare il tempo insieme allo zio Jonathan nel suo laboratorio, a dissezionare corpi aiutando la polizia a capire le cause della loro morte.

Sulle tracce di Jack lo Squartatore

È l’inizio della scienza forense: è negli anni 30 del 1800 che il primo caso di omicidio viene risolto ufficialmente, in tribunale, grazie all’aiuto della scienza, e di lì a breve le operazioni sulle scene del crimine sarebbero diventate quelle che sono oggi… con i mezzi dell’epoca, certo. È così che nasce la nostra eroina, costretta a camuffarsi da ragazzo per frequentare le lezioni pubbliche dello zio e a nascondere la sua passione con l’acquisto di abiti e pizzi. Come una rosa, bella ma armata di spine, è così che lei stessa si definisce, dilettandosi con bisturi e pinze senza disdegnare del trucco a un bel vestito.

Vi presento Thomas Cresswell

«È probabile che abbia posizionato il braccio sinistro sul petto o sul busto
della donna, l’abbia tirata a sé in questo modo… e le abbia tagliato di netto la gola.»

(Mr. Thomas Cresswell)

Thomas Cresswell è il giovane ricco e dissoluto della situazione. Assistente ufficiale del Dott. Wadsworth, armato di un’intelligenza affilata e di una lingua ancor più pericolosa (generalmente per lui) passa dall’essere il principale sospettato degli omicidi all’eroe della situazione, in un’altalena di sguardi glaciali e battute piccanti che confondono la bella Audrey Rose, molto più a suoi agio coi cadaveri che coi corteggiamenti.

Sulle tracce di Jack lo Squartatore

Thomas è il volto che ha fatto innamorare di questi libri bookblogger e lettrici regolari sin dalle anteprime, strategia che per lo Young Adult funziona sempre. Un giovane Sherlock Holmes in versione passionale e spudorata, degno compagno di un’eroina che vuole essere una donna forte e libera già nel 1800. Tutte queste parole per un coprotagonista? Ma certo, perché nelle indagini il suo intuito è importante quanto l’intraprendenza di Audrey Rose.

Questo primo libro include un racconto esclusivo, scritto nel 2018, che mostra i primi capitoli del libro raccontati dal punto di vista di Thomas Cresswell, una piccola aggiunta di colore a un personaggio già molto approfondito. La prima persona è una scelta scontata per la letteratura Young Adult, scelta in questo caso rinforzata dagli esperimenti letterari già noti di grandi nomi come Stephenie Meyer, che con il suo prossimo Midnight Sun porterà anche in Italia il ‘punto di vista’ di Edward.

Le indagini

“Benché ci penserà la vita
ad alleviare questo mio dramma,
io conserverò per sempre
la violetta che strappai dalla tomba della mamma.”

(Canzone popolare)

È il 1888 quando Londra viene sconvolta dagli omicidi seriali di un killer che non verrà mai arrestato. La definizione ‘serial killer’ ancora non esiste, e verrà coniata per questo caso specifico: è infatti la prima volta che si riesce a risalire a un modus operandi simile in diversi casi di omicidio. Con lo spirito della rievocazione Kerri Maniscalco rivisita gli omicidi, dando un volto ben definito all’orrore, rimaneggiando la conclusione del caso e aggiungendo particolari alle vittime rimaste senza volto.

Sulle tracce di Jack lo Squartatore

L’indagine risulta stuzzicante, piena di false piste e indizi che fanno pensare a diverse possibilità. L’unica pecca, forse, è che alcune strade non vengono seguite fino alla fine, e alcuni indizi non vengono presi davvero in considerazione. Le idee dei protagonisti risultano quindi un po’ troppo guidate dalla mano dell’autrice, ignorando volutamente alcuni pezzi perché l’inganno funzioni completamente.

Una nota positiva: alla fine del romanzo, in una postfazione molto corposa, l‘autrice spiega ai lettori le modifiche operate ai delitti originali e alle procedure d’indagine. Questo è positivo perché nell’epoca di disinformazione in cui ci troviamo molti particolari sarebbero passati per plausibili al lettore meno informato. Ha piacevolmente colpito la cura per i dettagli, date, nomi e vite delle vittime su cui l’autrice ha fatto un lavoro meticoloso, contribuendo anche a fornire un bel dossier sul vero caso di Jack lo Squartatore.

La serie

I libri fanno parte della collezione Oscar Fantastica, una serie che punta a prodotti di costo medio-alto e di ottima qualità. Prima dell’uscita dei libri la promozione ha puntato a valorizzare ogni particolare del prodotto finale. I bordi delle pagine colorati in tinta con le copertine, le copertine di gusto molto raffinato a cui ci sta abituando la Mondadori e un lavoro di impaginazione molto accurato rendono il prodotto finale tutto sommato degno del prezzo.

Sulle tracce di Jack lo Squartatore

Questa è una scelta particolare in un momento in cui il mondo del libro ha perso l’opportunità della scontistica soprattutto sulle nuove uscite. Una scelta lungimirante considerato che la Oscar Fantastica nasce molto prima della messa in atto di questo decreto. Rispetto ad altri prodotti della stessa fascia, i libri della Mondadori risultano nel complesso più curati, più moderni e impreziositi da piccoli particolari che li rendono qualitativamente superiori ai loro simili.

Anche la scelta di portare in Italia saghe già concluse cerca di rimediare alle abitudini del passato, e questa di Kerri Maniscalco si aggiunge al trend iniziato con Jay Kristoff e Leigh Bardugo: libri belli, disponibili tutti insieme, ma soprattutto senza il problema delle edizioni che cambiano tra un libro all’altro rovinando l’insieme.

L’autrice

Kerri Maniscalco, è un’autrice Young Adult che dalla sua casa gotica appena fuori New York City, nel 2016 è finita in cima alle classifiche americane proprio grazie alla serie di Audrey Rose Wadsworth. Attualmente è in uscita la sua prossima serie, che si sposterà dal thriller gotico all’Urban Fantasy, sempre di target Young Adult, ambientato in Sicilia.

Una curiosità: Kerri Maniscalco è stata presentata dal famoso autore James Patterson, facendo il suo debutto come prima scrittrice Young Adult esterna per la sua casa editrice, appunto la Jimmy Patterson Books, nel 2016, al fianco di romanzi YA del calibro di Maximun Ride e alle serie di James Patterson per ragazzi dagli 11 ai 13 anni.

Conclusioni

Alla ricerca di Jack lo Squartatore ripropone gli efferati omicidi della Londra ottocentesca conditi da una salsa gotica e un flavour Yong Adult. L’eroina è spigliata e decisa, anche se il suo carattere e la sua competenza sbiadiscono appena nel colpo di scena finale, leggermente imposto dall’autrice.

Sulle tracce di Jack lo Squartatore

La vicenda, comunque, è intrigante, i dialoghi accattivanti e in generale il romanzo sarà un ottimo passatempo per chi ha amato L’alienista e il prossimo film per Netflix Enola Holmes.

Sulle tracce di Jack lo Squartatore


Sulle tracce di Jack lo Squartatore è uno Young Adult piacevole dalle affascinanti tinte gotiche. Piacerà agli appassionati del romanzo gotico e del giallo, così come a chi ama i particolari raccapriccianti della sottile arte del dissezionare cadaveri. Un ottimo inizio per una serie pluripremiata in America.

Pro

  • L'ambientazione londinese sempre bellissima;
  • Gli appunti e le pagine di taccuino che intervallano il testo;
  • Personaggi ben delineati e accattivanti.

Contro

  • Le indagini di tanto in tanto risultano forzate;
  • La protagonista avrebbe potuto essere più autonoma.