Gadget

Testa Interattiva di Deadpool, intervista a Becky Nuger e Brian Torney, sviluppatori.

Qualche mese fa abbiamo provato e recensito per voi un gadget davvero fuori dal comune: la Testa Interattiva di Deadpool della Marvel Legends Series prodotta da Hasbro. Ora, abbiamo avuto l’opportunità di poter intervistare in esclusiva  Becky Nuger e Brian Torney, due dei membri del Global Team che si è occupato dello sviluppo e del lancio del prodotto.

Intervista a Becky Nuger e Brian Torney

Testa Interattiva di Deadpool

Quali sono stati i vostri primi pensieri quando avete ricevuto la richiesta di creare una versione animatronic della Testa Interattiva di Deadpool?

Becky: Di solito, quando sviluppiamo un prodotto, il marketing dice al settore design: “Vorrei questo tipo di prodotto a questo prezzo, per questo tipo di consumatore”. Questa è stata un’idea che il design ha portato al team e nel momento in cui l’ho visto ho capito che dovevamo realizzarlo. Alcune persone nella stanza ne sono rimaste così scioccate che si sono guardate intorno con un’espressione da: “dovremmo davvero farlo?”. Fortunatamente, la risposta è stata sì.

Brian: Ecco la cosa divertente riguardo questo giocattolo: letteralmente nessuno ci ha chiesto di realizzare la Testa Interattiva di Deadpool. Molto spesso, in una grande azienda di giocattoli come Hasbro, venditori, designer, ingegneri e altri membri del team sono assegnati a lavorare su determinati progetti all’interno di determinati marchi. Ma Hasbro ha molte strade per far sì che una grande idea venga notata e approvata. Durante un multitasking in una riunione del team, ho iniziato a scrivere alcune idee riguardanti il concept Marvel, questa ha fatto ridere un tal numero di persone che abbiamo pensato di provarci.

È stata la richiesta più stravagante che avete mai ricevuto o ci sono stati prodotti simili in passato?

Becky: Ho avuto la fortuna di lavorare su molti prodotti entusiasmanti e innovativi legati al marchio Marvel alla Hasbro, ma posso dire che questo è stato sicuramente un progetto che ha appassionato tutti i membri del team, cosa che lo ha reso ancora migliore. Sicuramente è stato uno dei più rischiosi, con la necessità di dare vita alla personalità tagliente di Deadpool.

Brian: Hasbro è un posto piuttosto stimolante. Le idee provengono da tutta l’azienda. Non passa giorno che qualcuno non mi stupisca con una grande idea. La Testa Interattiva di Deadpool potrebbe essere una delle cose più strane che siamo riusciti a ottenere sul mercato, ma è proprio questo che rende il nostro lavoro così divertente.

Come avete pianificato il design del prodotto? Quali passaggi avete dovuto seguire dall’idea al test?

Brian: Guardando indietro, il lavoro in sé era così divertente che sembrava accadere in un attimo! La prima prototipazione è stata entusiasmante. Il nostro brillante team per gli animatronics ha sviluppato alcuni meccanismi davvero strabilianti per dare vita al personaggio. Abbiamo anche creato una quantità incredibile di contenuti e gameplay per il prodotto, cercando sempre di essere coerenti con il brand e il personaggio del vecchio Wade Wilson.

Puoi dirci qualcosa sul lato tecnico dello sviluppo dietro le funzionalità, per favore (motori, tecnologia utilizzata, linguaggio di programmazione)?

Brian: Per me, il fiore all’occhiello di Hasbro è il suo team per gli animatronics, che è composto dagli ingegneri meccanici più creativi del settore. La Testa Interattiva di Deadpool richiedeva movimenti realistici che evocassero una testa umana. Inutile dire che non è qualcosa che la squadra avesse provato molto in precedenza. Unirsi agli ingegneri mentre scoprivano nuovi meccanismi per gli occhi, le sopracciglia, la bocca e la testa di Deadpool è stato davvero divertente.

Quanto tempo ci è voluto per sviluppare il prodotto?

Brian: Credo che abbiamo iniziato a lavorare in aprile o maggio 2018. È passato molto tempo!

 

 

Becky: Veramente è stato in giugno/luglio 2018 😉

 

 

Ci sono stati elementi o funzionalità che avreste voluto includere ma che non siete riusciti a ottenere a causa di limitazioni di tempi e/o costi?

Becky: In quasi tutti i progetti dobbiamo lavorare con vincoli di tempi e costi. La cosa sorprendente di questo articolo, però, è che penso di poter parlare a nome di tutti nel team, quando dico che abbiamo veramente raggiunto esattamente ciò che ci eravamo prefissati quando abbiamo iniziato a presentare e ideare questo prodotto.

Brian: Penso che abbiamo realizzato un prodotto fedele al personaggio di Deadpool. Tutto il resto, per quanto riguarda le funzionalità, è grasso che cola! Onestamente, non riesco ancora a credere che qualcuno ci abbia permesso di realizzare la Testa Interattiva di Deadpool.

 

Qual è stata la parte più difficile da sviluppare?

Becky: Dare vita alla personalità di Deadpool, in un modo autentico e che rimanesse fedele anche ai valori fondamentali di Hasbro e Disney.

 

Brian: Totalmente d’accordo con Becky. Nonostante tutte le incredibili innovazioni apportate al prodotto, la parte più difficile è stata dare vita al fantastico personaggio della Marvel. Ogni giorno l’obiettivo di tutto il team era incapsulare il nostro “Mercenario Chiacchierone” preferito utilizzando motori, altoparlanti, tessuto e plastica.

Come avete gestito la creazione degli occhi, i movimenti e le espressioni del viso?

Brian: Nei film di Ryan Reynolds, la maschera di Deadpool ha un movimento piuttosto minimo. Gli occhi cambiano dimensione ma non battono le palpebre. Invece noi abbiamo guardato ai fumetti, dove la maschera di Deadpool è tipicamente disegnata con espressioni facciali piuttosto estreme. La nostra priorità principale era ottenere un’espressività quasi da cartone animato. I maghi della nostra squadra per gli animatronics hanno davvero fatto miracoli.

Quante persone hanno lavorato a questo progetto e in quale dipartimento hanno lavorato?

Becky: Siamo stati incredibilmente fortunati a lavorare con un team estremamente talentuoso, in cui tutti avevanoi una visione condivisa per questo prodotto. Il nostro team principale era composto da: Design, Marketing, Ingegneria meccanica, Sviluppo app, Brand, Brand writing, Tessuti, Project management, Ingegneria elettronica, Garanzia di qualità e altri ancora. Questo progetto ha davvero riunito un fantastico gruppo di persone, e questo solo per il vero team del prodotto, esclusi i team estesi di PR, Legale e Agenzia.

C’è qualche storia divertente sulla fase di sviluppo del prodotto?

Brian: Adoro la storia della prima volta in cui abbiamo mostrato il concept a Hasbro e Disney. Avevamo dirigenti di entrambe le società in una delle sale di presentazione di Hasbro. Anche con il nostro modello primitivo, abbiamo scioccato tutti i presenti. La testa iniziò a parlare e a muoversi mentre si trovava ancora sotto un sacco di patate. Abbiamo rimosso il sacco e la Testa Interattiva di Deadpool ha descritto le sue caratteristiche per il pubblico. La risposta fu un silenzio assoluto e a bocca aperta.

Becky: In qualità di marketer, parte del mio lavoro è presentare il prodotto alle riunioni di vendita, di fronte ai nostri team di vendita e marketing globali, nonché alla leadership esecutiva. Poiché la Testa di Deadpool è interattiva, abbiamo fatto una presentazione coreografata in cui avrei parlato e Deadpool mi avrebbe risposto. Poiché queste presentazioni vengono fatte durante la fase di sviluppo, utilizziamo anche modelli fatti a mano che non funzionano sempre al 100%. Durante una presentazione con il nostro CEO e altri dirigenti nella stanza, ho pronunciato una delle mie battute e ho aspettato che Deadpool rispondesse. Non disse nulla, a quel punto il mio ingegnere si avvicinò e mi sussurrò all’orecchio che doveva spegnerlo perché stava prendendo fuoco. Ho guardato il modello e ho visto del fumo che saliva dalla testa. Un prodotto così caldo che andava letteralmente a fuoco.

Ci sono stati momenti di scoraggiamento durante lo sviluppo?

Brian: Realizzare un giocattolo complesso è davvero “divertimento e gioco”, ma è anche pieno di prove e tribolazioni. Fortunatamente, il team della Testa Interattiva di Deadpool condivideva l’obiettivo di portare questo strano prodotto al mondo.

 

Becky: Ogni volta che provi a fare qualcosa di innovativo e rischioso, dovrai affrontare momenti scoraggianti lungo la strada. A volte si presentano come battute d’arresto dello sviluppo che possono influire sui costi o sulla pianificazione, a volte si presentano come battute d’arresto del morale, quando tutti non sono completamente allineati sulla vision. Senza il fantastico team creativo che ha lavorato a questo articolo, non saremmo stati in grado di realizzarlo.

Ci sono fan della Marvel o di Deadpool nel team di sviluppo?

Brian: Oh sì! Letteralmente ogni membro chiave del team è un grande fan di Deadpool, che si tratti dei film, dei videogiochi, dei fumetti o di tutto ciò. Probabilmente, sono il più grande fan Marvel della squadra. Sono stato ossessionato dai fumetti degli X-Men (Deadpool è stato introdotto negli albi degli X-Men) da quando ho memoria. Ogni membro del team ha davvero dato il massimo per mantenere la Testa Interattiva di Deadpool nel personaggio e riempirla di easter egg Marvel.

Becky: Sicuramente! Penso di avere un intero guardaroba di vestiti di Deadpool a questo punto. Se osservi davvero la confezione, le istruzioni, i video di marketing e interagisci con il prodotto stesso, sarai in grado di trovare gli easter eggs Marvel e capirai davvero quanti grandi fan abbiano lavorato a questo progetto, su tutta la linea.