Libri e Fumetti

The Box Man, la recensione del manga psichedelico di Imiri Sakabashira!


The Box Man
Genere
Gekida
Formato
Manga
Autore
Imiri Sakabashira
Editore
Edizioni Star Comics
Collana
Umami

Non è la prima volta che ci ritroviamo a recensire un prodotto atipico per il suo genere di riferimento, e probabilmente non sarà nemmeno l’ultimo. In queste settimane, infatti, abbiamo ricevuto (grazie ad Edizioni Star Comics) una copia di The Box Man, manga scritto e disegnato da un “mangaka” poco conosciuto qui nel Vecchio Continente, ma di gran voga nelle bellissime terre del Sol Levante: Imiri Sakabashira.

Considerato come uno dei fumettisti di più successo del “gekiga” (in altre parole, tutti quei manga drammatici) contemporaneo, Imiri si presenta senza ombra di dubbio come l’erede del manifesto artistico portato avanti da Yoshiharu Tsuge e Yoshihiro Tatsumi, che hanno disegnato e prodotto fumetti durante la fine del secolo scorso.

Perché atipico? The Box Man, infatti, non è un semplice manga, ma un insieme di immagini psichedeliche, visioni surreali e una serie di critiche verso quello che sta accadendo in questo periodo storico, contraddistinto da grandissimi cambiamenti economici, culturali e sociali. Senza indugiare ancora con le presentazioni, vi presentiamo la recensione di questo manga.

The Box Man…

Se prendessimo questo manga sottogamba, potremmo tranquillamente affermare che si tratta di un racconto senza alcun senso apparente. Ma non è affatto così. The Box Man racchiude al suo interno tre capitoli differenti, che raccontano altrettante storie diverse, accomunate fra loro da un sottile (quanto impercettibile) filo. Infatti, capire la profondità del messaggio che Sakabashira-sensei è un compito assai arduo.

La storia, almeno nelle prime battute, può sembrare piuttosto banale. Un uomo, vestito in modo alquanto bizzarro, percorre tantissime strade di una cittadina a bordo di uno scooter, e in compagnia di un pacco sospetto. Agli occhi di molti potrebbe trattarsi di un corriere, che ha l’obiettivo di consegnare uno dei suoi pacchi in un determinato posto al destinatario, ma la realtà dei fatti nega questa ipotesi.

La chiave di lettura dell’intera storia non risiede soltanto nelle azioni compiute da questo losco personaggio, ma richiede di interpretare l’insieme di immagini psichedeliche e surreali, che l’autore ha sapientemente seminato in tutte le pagine di quest’opera. Certo, questo aspetto è assai personale e soggettivo, ma possiamo affermare che l’intera narrazione cerca di mettere a fuoco il carattere della società odierna, in tutti i suoi aspetti: dalla robotizzazione al “paradosso della capitalizzazione”, dalla cattiveria della gente fino a sviscerare la vita di ogni singola persona.

Come abbiamo accennato, The Box Man contiene altri due racconti, quasi del tutto scollegati da quella che abbiamo spiegato nelle righe precedenti. Approfondendo maggiormente le immagini proposte dall’autore, si comprende appunto l’abilità di quest’ultimo nel cercare di creare una sorta di manifesto alla società, e a tutto quello che ci circonda. Ed è per questo che una lettura poco approfondita potrebbe non rendere giustizia al genio di Sakabashira-sensei.

È possibile dare un senso a tutto questo?

Le illustrazioni rappresentano la base di qualunque manga o fumetto, ma in questo caso riescono realmente a prendere vita, per offrire al lettore una visione ampia, goliardica (se così possiamo definire) e fuori da qualunque schema convenzionale. Inoltre, l’autore non ha optato di proporre delle immagini quanto più possibile simili alla realtà, ma ha rappresentato la realtà stessa con linee più morbide, proprio per rimarcare la sua visione dell’insieme. A tutto questo, dobbiamo assolutamente affermare che questo manga non è adatto a tutti, poiché contiene alcune rappresentazioni che non  consone a un pubblico di minori. Inoltre, vista la natura del fumetto stesso, è assai difficile consigliarlo a tutti i lettori, ma soltanto a chi ha dimestichezza con questo particolare genere.

Il volume di The Box Man contiene al suo interno 224 pagine, racchiude da una copertina semirigida di ottima fattura. Come se non bastasse, oltre alla spiegazione su come leggere un prodotto del genere, ci sono alcune illustrazioni a colori di alcuni paesaggi creati dal maestro Sakabashira. Un plauso finale va certamente ad Edizioni Star Comics per aver portato The Box Man in Italia e al lavoro di traduzione ed editing dello stesso.

The Box Man

The Box Man è un manga psichedelico, fuori dal comune e dalla narrazione intrinsecamente atipica. Si tratta dell’opera “scritta” e disegnata da quel geniaccio di Imiri Sakabashira, un autore poco conosciuto nel nostro continente, ma di gran voga nel territorio giapponese.


Verdetto

Mostri partoriti da una mente tanto geniale quanto deviata, ambientazioni di una realtà assai differente dalla nostra e una storia che "parla" poco ma "racconta molto". Forse sono queste le basi per riassumere questo manga, un'opera che dal suo nome dice poco agli occhi dei lettori più pigri, ma si tratta semplicemente di un racconto alternativo, psichedelico e abitato da creature alquanto strane e bizzarre. Probabilmente in molti lo capiranno, non è un prodotto per molti, ma saprà sicuramente dare giustizia a tutti gli appassionati di questo particolare genere di manga...

Pro

- Non c'è bisogno dei testi per raccontare qualcosa;
- Ottima la realizzazione di ambientazioni e personaggi psichedelici;
- La qualità del volume è di primo livello.

Contro

- Non è per tutti.