Cinema e Serie TV

The Expanse: il riassunto delle puntate precedenti

The Expanse si può fregiare di essere una delle poche serie Tv che hanno avuto il lusso di scampare alla cancellazione dal palinsesto. Spesso infatti sono le serie di fantascienza in formato live action, specialmente quelle ambientate nello spazio, ad essere prematuramente cancellate, a causa del rapporto fra i costi di produzione e il responso del pubblico sfavorevole (ve lo ricordate il compianto Firefly?). Realizzare scene a gravità zero e fare pesante uso della computer grafica per creare impossibili mondi digitali ha un costo notevole, specialmente per un network medio come SyFy. Nonostante i risultati positivi e al di sopra della media del genere, alla fine della terza stagione, in un vero e proprio venerdì nero per i fan, SyFy ha calato la sua scure sulle vicende dell’equipaggio della nave Rocinante e lasciandoli “aggrappati” a un cliffhanger di dimensione…spaziali!

Ma grazie all’intervento degli appassionati, appoggiati dallo stesso cast dello show, The Expanse ha presto trovato una nuova casa presso Amazon Prime Video, che ne ha subito commissionato una quarta stagione di prossima uscita (13 dicembre) e già rinnovato per una quinta, grazie all’entusiasmo suscitato in rete. Per tutti i nuovi arrivati che il 13 vogliono recuperare gli intricati giochi di potere, forme di vita aliene e viaggi spaziali, vi forniamo un riassunto pratico e veloce delle prime tre stagioni di The Expanse.

ESSENDO QUESTO UN RIASSUNTO delle stagioni 1,2 e 3 se proseguite nella lettura troverete ovviamente numerosi e dettagliati spoiler… sappiatelo!

Antefatto: un sistema solare tripartito

Prima di raccontare la storia dello show, è necessario collocare storicamente e tematicamente le pedini sulla nostra scacchiera: siamo nel XXIV secolo è l’umanità è in piena colonizzazione del Sistema Solare, unica frontiera che l’attuale tecnologia gli permette di raggiungere. La spinta a esplorare il cosmo, come prevedibile, è la crisi in cui la Terra versa da secoli: sovrappopolati, senza più fonti di energia sufficienti e con effetti del surriscaldamento globale in pieno atto sono state le cause della colonizzazione spaziale. A tirare le redini di questo evento epocale sono le Nazioni Unite, che in questo futuro risultano l’unica forza di governo sovranazionale rimasta in grado di gestire i difficili equilibri globali. Sotto il loro controllo ci sta la Marina delle Nazioni Unite (UNN), con la più grande flotta spaziale attualmente esistente nello spazio.

La prima tappa dell’uomo nello spazio in cerca di fonti di vita è prevedibilmente Marte: i coloni mandati a terra-formare il pianeta (un processo lungo e che richiederà più generazioni per essere completato) per adattarsi a condizioni di vita più ardue ben presto sviluppano tecnologie avanzatissime specialmente nel campo degli armamenti creando un esercito di grandi guerrieri spaziali. Con la sua ritrovata forza bellica, non ci vuole molto prima che dichiarino l’indipendenza dalla madrepatria: nasce così la Repubblica Congressuale Marziana. La loro classe militare si è fondata nella Marina Marziana (MCRN) e vengono spesso definiti come dei moderni spartani per il loro orgoglio e abilità in battaglia.

Ultimo tassello nelle forze politico-sociali della serie sono i Cinturiani, ossia gli abitati delle colonie presenti sulla fascia principale di asteroidi fra Marte e Giove, un popolo principalmente composto da reietti e criminali senza nazionalità né identità culturale alcuna, che vive in baraccopoli spaziali stazionati in enormi città spaziali o su grandi asteroidi. Visti come la classe operaia e ultimo ingranaggio dell’umanità, ben presto inizieranno una serie di rivolte violente per ottenere la propria indipendenza fino a fondare l’Alleanza dei Pianeti Esterni (APE, in originale The Outer Planets Alliance, OPA), un governo insurrezionalista dichiarato fuorilegge sia dai terrestri che marziani, definiti spesso come gli “Interni”. A capo di questa rivolta vi è Fred Johnson (nella serie interpretato da Chad L. Coleman) un ex marine della MNN noto per i suoi crimini di guerra e in seguito convertito alla causa dei Cinturiani.

Le tre super potenze vivono in una pace molto precaria, finché un giorno non avverrà un incidente pronto a sconvolgere gli equilibrio del Sistema.

Stagione 1: Una cospirazione in atto

La lunga e intricata storia di The Expanse prende il via con le tragiche vicende della Canterbury e il suo equipaggio: adibita al trasporto di ghiaccio per gli abitanti della Fascia (l’acqua è un bene prezioso nello spazio), la nave mercantile intercetta un misterioso SOS  da una nave alla deriva, la Scopuli. A investigare sull’accaduto viene inviata la nave di soccorso con a bordo il capitano terrestre James Jim Holden, l’ingegnere cinturiano Naomi Nagata, il pilota marziano Alex Kamal, il meccanico terrestro Amos Burton. Dopo aver trovato la nave vuota con un solo radiofaro acceso, l‘equipaggio assiste impotente alla distruzione della Canterbury per mano di una misteriosa nave con tecnologia stealth con missili nucleari. Trovati alla deriva da una nave da guerra marziana, la Donnager, il gruppo si rende conto che la tecnologia di mimetizzazione utilizzata proveniva da Marte. Con la paura di essere giustiziati in quanto testimoni, Holden registra e trasmette in tutto il sistema un videomessaggio in cui racconta la verità sulla nave e ipotizza che sia opera del Pianeta Rosso, prima di essere catturati dalla MCRN.

Sulla stazione di Cerere il detective privato Josephus Miller viene incaricato di ritrovare Julie Mao, figlia ribelle del ricchissimo impresario terrestre delle aziende Mao-Kwikowski, avvistata l’ultima volta sulla Fascia. Mentre la notizia della Canterbury getta nel panico gli abitanti della Fascia e scatena rivolte, Miller inizia a seguire a ritroso le tracce della ragazza, scoprendo il suo coinvolgimento con dei noti criminali della stazione e affiliati dell’APE, anche loro sulle tracce di Mao.

Sulla Terra, la funzionaria delle Nazioni Unite Chrisjen Avasarala investiga sul misterioso furto di tecnologia marziana sperimentale ad opera di un gruppo di ribelli cinturiani prima di gestire la crisi interplanetaria provocata dalla Canterbury e dal messaggio di Holden (nel frattempo divenuto un simbolo delle proteste), confrontandosi direttamente con la Repubblica. Le abilità diplomatiche della donna le fanno presto capire che i marziani non sono coinvolti nella vicenda, gettando il sospetto di una cospirazione interplanetaria forse ad opera dell’APE.

Anche sulla Donnager Holden e i suoi si rendono presto conto che non sono stati i marziani a ordire la distruzione della Canterbury, ma prima di scoprire altro vengono attaccati dalla stessa nave stealth, la Anubis, che invade la corazzata marziana uccidendone l’equipaggio. Il capitano della nave mette in salvo i superstiti della Cant su una corvetta prima di autodistruggere la nave, in quanto sono gli unici in grado di scoprire la verità e impedire una guerra interplanetaria. Fuggiti per miracolo, l’equipaggio viene contattato da Fred Johnson, leader dell’APE, a raggiungerlo sulla stazione spaziale Tycho in cambio di aiuto. Il gruppo accetta con riluttanza.

A bordo della Tycho l’APE li aiuta a camuffare la nave da guerra marziana con cui il gruppo è fuggito come una nave mercantile, rinominata per l’occasione Rocinante. Divenuti agenti sotto copertura, Holden e i suoi vengono mandati verso le ultime coordinate conosciute di un’altra agente di Johnson, tale Lionel Polanski, unica presunta sopravvissuta della Scopuli. Raggiunta la posizione, l’equipaggio della Rocinante si trova faccia a faccia con l’Anubis, apparentemente deserta. Saliti a bordo a investigare, attestano la provenienza terrestre della nave, ma contaminata con tecnologia di mimetizzazione sperimentale marziana. A bordo l’equipaggio è morto e contaminato da una misteriosa sostanza blu che divora i corpi degli infetti, ma ben presto scoprono che Polanski è fuggito con la scialuppa di salvataggio.

Il gruppo si dirige sulla stazione sull’asteroide Eros, luogo più vicino in cui Polanski può essersi rifugiata. Anche il detective Miller si sta dirigendo su Eros per cercare Julie Mao (di cui si è anche innamorato) fiutando il suo collegamento con gli eventi degli ultimi giorni della Canterbury Donnager e senza più nulla da perdere, visto che i genitori della ragazza hanno misteriosamente chiuso il caso.  Seguendo due tracce diverse, i membri della Rocinante e Miller si incontrano nello stesso hotel, e sopravvivendo all’imboscata di un gruppo di servizi segreti delle Nazioni Unite. Ben presto il mistero viene svelato: Lionel Polanski è Julie Mao sotto copertura! Una volta entrati nella stanza d’albergo però fanno una scoperta raccapricciante: Julie è morta, ricoperta dalla stessa sostanza blu che ha distrutto l’equipaggio dell’Anubis.

Dopo che il gruppo lascia l’hotel, una squadra di scienziati sotto il comando del padre di Mao, Jules-Pierre Mao, perquisiscono il corpo della ragazza ed estraggono il suo sangue infetto. Da lì a poco una bomba viene fatta esplodere nel cuore della stazione, facendo liberare una quantità preoccupante di radiazioni dal reattore, costringendo il governo locale a mettere in quarantena tutta la struttura. Ma ben presto diviene chiaro che è tutta una montatura: gli abitanti della stazione, messi in sicurezza nei bunker anti radiazioni, vengono infettati tramite l’impianto di areazione con il misterioso virus e poi bombardati da radiazioni gamma per accelerarne lo sviluppo. I membri della Rocinante fuggono per un pelo da Eros prima che la quarantena venga messa in atto, con Holden e Miller che vengono investiti da una quantità letale di radiazioni e sottoposti a cure sulla nave. Sulla Terra, le investigazioni di Avasarala vengono bloccate dal suo superiore Errinwright, anche lui membro della cospirazione di Mao, che vuole scatenare una guerra fra Terra e Marte per arricchirsi con la vendita degli armamenti.

Stagione 2: Sull’orlo della guerra

La quarantena della stazione spaziale Eros erode ancora più rapidamente i già flebili rapporti diplomatici fra Terra e Marte: il consiglio di guerra della Nazioni Unite e la Repubblica iniziano a schierare le proprie flotte. Avasarala cerca in tutti i modi di evitare la guerra con il pianeta rosso, allo stesso tempo dimostrando la superiorità militare della MNN attaccando i satelliti più strategici del nemico: i fronti perdono rispettivamente una stazione di ricerca sull’asteroide Febe e Deimos, una delle lune di Marte.

I membri della Rocinante, dopo aver nascosto un campione del parassita custodito sulla Anubis, vengono aiutati da Fred Johnson e l’APE per irrompere su una stazione apparentemente abbandonata dove scoprono i laboratori dei cospiratori che studiano la cosiddetta “protomolecula” che ha infettato Eros, in realtà una forma di vita extra-solare. A detta di Dresden, il capo scienziato e responsabile dell’infezione sulla stazione catturato dai protagonisti, la protomolecola è un’arma inviata da una civiltà aliena per devastare l’umanità e il suo lavoro, contrariamente agli interessi di Mao e Errinwright, è sfruttare l’organismo per far spingere l’umanità nel prossimo stadio dell’evoluzione, e che le vittime di Eros fossero un sacrificio necessario per ottenere dati fondamentali. Spinto dalla rabbia, Miller uccide a sangue freddo lo scienziato, inimicandosi tutti quanti, nonostante concordino che la stazione infetta vada a tutti i costi distrutta prima che il suo contenuto cada in mano a una delle due superpotenze.

Viene così elaborato un piano: utilizzare l’enorme Navuoo (nave in costruzione dall’APE per spedire nello spazio remoto i mormoni) come ariete per spingere l’intero asteroide verso il Sole. Miller insieme a una squadra di demolizione sale sulla stazione ormai in mano alla protomolecula per piazzare delle cariche esplosive sui moli. Dopo un guasto imprevisto causato dalla distruzione di una nave medica giunta su Eros per cercare superstiti, Miller decide di sacrificarsi per far esplodere personalmente le bombe. La Navuoo è in rotta di collisione con l’asteroide, per poi mancarlo clamorosamente: in qualche modo l’asteroide è uscito dal suo asse, e ora punta dritto verso la Terra. Miller decide di entrare nella stazione, il cui ecosistema è stato completamente alterato, per trovare una Julie Mao  rinata grazie alla protomolecula e ora in controllo totale dei movimenti dell’asteroide. La ragazza, credendo di star facendo una gara di corsa immaginaria per tornare sul suo pianeta natale, viene convinta da Miller a cambiare traiettoria e schiantarsi sul deserto e inospitale Venere.

Bobbie Draper, una soldatessa della MSCR impegnata sul campo sotto il sergente Sutton, viene mandata con la sua squadra a sedare uno scontro armato sulla colonia agricola di Ganimede, solo per divenirne l’unica superstite per mano di un ignoto soldato senza tuta spaziale. Ben presto la squadra di Holden rileva nella colonia la presenza della protomolecola, dove era presente un altro centro di ricerca, a cura del dottor Strickland. Aiutati dal botanico Meng, un superstite e rifugiato degli scontri di Ganimede alla ricerca di sua figlia dispersa, il gruppo giunge sulla colonia alla ricerca di nuove informazioni sulla molecola da portare a Johnson, il quale vuole rivelare la cospirazione di Mao durante i summit di pace sulla Terra. Ben presto scoprono che il laboratorio di Strickland aveva il compito di creare degli ibridi fra umani e protomolecola (il progetto Caliban) utilizzando dei bambini come cavie (compresa la figlia di Meng). Mentre salvano alcuni superstiti della colonia ormai prossima alla distruzione, sulla Rocinante si infiltra uno dei soggetti del progetto Caliban. Incapaci di ucciderlo con armi convenzionali, Holden e Naomi scoprono preso che è attirato dalle radiazioni come fonte di energia, così riescono ad attirarlo fuori dalla nave con il reattore di una testata nucleare per poi incenerirlo con i motori della nave. Dopo lo scontro, Naomi rivela ad Holden di non aver mai distrutto il campione della protomolecola che trovarono sull’Anubis, ma di averlo consegnato a Johnson come arma ultima da usare contro Terra e Marte.

Avasarala intanto scopre la cospirazione di Mao con la collaborazione di Draper e della spia Ghazi, mettendo il magnate alle strette con la minaccia di confiscargli tutti i beni familiari e aziendali. Il trio, attirato su una nave neutrale per condurre le trattative, cade in un trappola dello stesso Mao che li blocca in uno scontro a fuoco con le sue guardie, le cui sorti vengono ribaltate quando Draper riesce a indossare la sua armatura da guerra marziana. La stagione si chiude con una nave esplorativa terrestre che esplora il cratere di Eros su Venere, per scoprire che l’organismo alieno è ancora vivo e si sta evolvendo.

Stagione 3: Verso nuove frontiere

Tradito e costretto a salvarsi la faccia dalla cospirazione di Mao ormai divenuta pubblica, Errinwright spinge le Nazioni Unite verso la guerra aperta con Marte e dichiara la sua sottoposta una traditrice della patria. Tirando i giusti fili e innescando le giuste situazioni spinose, il funzionario corrotto inizia a spianarsi la strada verso il ruolo di spicco dell’organizzazione facendo screditare l’attuale segretario Sorrento-Gillis agli occhi del suo entourage. Il risultato di questo è un attacco preventivo verso delle piattaforme di lancio nucleari marziani, ma di cui una testata riesce a colpire la Terra e provocare due milioni di morti.

Nel frattempo Avarasala e Draper riescono a fuggire dalla trappola di Mao con una scialuppa di salvataggio prima che questa venga distrutta dalla MNN controllata da Errinwright e recuperate miracolosamente dalla Rocinante. Per la prima volta tutto il cast dello show si unisce sotto la stessa nave e si confronta sulla complessa ragnatela di eventi di cui fanno tutti ormai parte. Il gruppo, così come Mao e i suoi alleati e le flotte dei due pianeti convergono su Io, una luna di Giove, dove è presente un altro laboratorio del progetto Caliban che sta dando nuovi inaspettati risultati: i bambini affetti da una certa immunodeficienza (come Mei, la figlia di Meng) sono quelli più capaci di sopportare la fusione con la protomolecula. Inorridito dalla vista degli esperimenti, lo stesso Mao ordina a Strickland di interrompere la ricerca, in quanto l’uomo non è al momento capace di comprendere il vero scopo dell’organismo alieno. Ma i risultati sulle nuove cavie rivelano l’accesso alla mente alveare e il quasi completamento di un piano segreto.

Nell’orbita di Io su una nave da guerra terrestre, la Agatha King, l’ammiraglio cospiratore Nguyen inizia ad uccidere tutti i suoi sottoposti non fedeli alla sua causa che hanno fatto trapelare un messaggio al governo centrale tramite le informazioni ottenute dalla spia Ghazi, innescando così un fuoco amico fra tutte le navi delle Nazioni Unite, mentre la flotta marziana decide di intervenire solo per soccorrere i superstiti.

Giunti su Io, l’equipaggio della Rocinante affronta nuovamente un ibrido sguinzagliato da Mao e Strickland che viene sconfitto a fatica da Draper. Le due menti della cospirazione vengono finalmente catturati, di cui Strickland ucciso a sangue freddo da Amos per salvare i bambini degli esperimenti. Sulla Terra il segretario delle Nazioni Unite riesce a incarcerare Errinwright per tradimento con un video incriminato registrato dalla sua assistente. Mentre la stazione di Io viene annientata dalle armi nucleari dell’APE e l’ennesima infezione a bordo della Agatha King viene sedata dal sovraccarico del reattore, dall’atmosfera di Venere si alza in volo una colossale massa della protomolecola.

Da questi tragici eventi passano diversi mesi: Terra e Marte sono di nuovo in pace, Avasarala è il nuovo segretario delle Nazioni Unite, l’APE recupera la Navuoo e la converte nella Behemoth, la nuova nave ammiraglia della flotta dei Cinturiani, con Naomi a bordo come capo ingegnere. Holden e i membri della Rocinante sono considerati degli eroi e assaliti continuamente dalla stampa. Tutti gli occhi del Sistema Solare sono puntati però sulla gigantesca massa aliena venuta da Venere, che nel corso del tempo si è evoluta e ha formato un Anello, che una volta finito è divenuto un misterioso portale che nessuna nave è ancora riuscita a penetrare.

Holden inizia ad avere allucinazioni criptiche del fantasma di Miller e allo stesso tempo viene dichiarato fuorilegge dopo che in un falso video rivendica la distruzione di una nave terrestre per conto dell’APE. La Rocinante è ora braccata sia dalla Terra che Marte, che sparano a vista sulla nave. Costretti alla fuga, Holden e i suoi decidono di seguire una rotta suggerita dal fantasma dell’ex compagno dentro l’Anello, il quale in realtà sta comunicando telepaticamente con Holden. La Rocinante riesce ad entrare dentro il portale, scoprendo che dentro il tempo è congelato.

Le flotte militari di Terra, Marte e la Behemoth percorrono la stessa rotta e finiscono bloccati anch’essi dentro la dimensione dell’Anello. In verità è la massa gravitazionale del centro dell’Anello a risucchiare tutte le navi, applicando sugli esseri viventi una peso in larga parte insostenibile e uccidendone molti per le emorragie interne. Per salvare tutti da morte certa, la Behemoth rivela la sua peculiarità: tramite un sistema di rotazione la nave produce un nuovo centro gravitazionale opposto capace di resistere a quello dell’Anello.

Seguendo sempre le allucinazioni di Miller, Holden arriva nel cuore della struttura dell’Anello e ne entra in contatto: scopre che la protomolecola è uno strumento senziente per il viaggio interdimensionale di una antica civiltà aliena misteriosamente annientata in un colpo solo. Catturato infine dai Cinturiani e portato sulla Behemoth, Holden racconta la sua storia a tutti. Cercando di attivare una reazione, i terrestri lanciano contro il centro dell’Anello una nave bomba, innescando un attacco ostile da parte della struttura, che accumula energia come un cannone, con abbastanza energia per annientare l’intero Sistema Solare. Diventa così prioritario distruggere la struttura aliena per salvare l’intera umanità, a costo di sacrificare tutte le persone bloccate al suo interno.

Nuovamente contattato dal fantasma di Miller, Holden scopre che l’Anello riconosce come armi tutti i reattori delle navi e che basterebbe spegnerli per far cessare l’attività ostile della struttura. Con non poca fatica lui e i suoi amici riescono a spegnere la gravità artificiale di Behemoth, venendo ricompensati dall’Anello con l’apertura di 1300 portali verso ogni angolo dell’Universo, pronti per essere esplorati.

Cosa succederà ora che l’umanità ha accesso a tanti nuovi pianeti da colonizzare? Lo scopriremo il 13 dicembre con l’attesissima quarta stagione di The Expanse!.

Volete recuperare la saga sci-fi di James S. A. Corney in formato cartaceo? Su Amazon trovate i primi otto libri pronti per essere scaricati in formato Kindle!