Giochi in scatola

Warhammer 40.000 nona edizione: tutti gli aggiornamenti

Warhammer 40.000 nona edizione sta arrivando! Se Chapter Master Valrak è tra i canali YouTube ai quali siete iscritti, dovreste sapere che della nona edizione di Warhammer 40.000 si parla ufficialmente almeno già dall’Ottobre di quest’anno. Inoltre se avete contatti con qualche Arlecchino o con qualche agente della Legione Alfa, avrete anche già fatto qualche partita di prova nei mesi passati. Se però così non fosse, sfruttate questo articolo per dare un’occhiata agli ultimissimi aggiornamenti relativi alla nona edizione di uno dei più grandi wargame attualmente in circolazione!

Warhammer 40.000: generalità

Nel corso degli anni, Warhammer 40.000 (o Warhammer 40k d’ora in poi) è cambiato parecchio, a volte in bene e a volte in male, aggiornando vecchie regole o scrivendone di nuove a seconda dei casi. Con cadenza più o meno regolare di circa quattro o cinque anni, ogni nuova edizione di questo formidabile gioco ha aggiornato l’identità e i caratteri dell’universo nel quale è ambientato, un universo tetro, cupo e pressoché inimitabile che si espande dal tavolo di gioco grazie a collane piuttosto corpose di narrativa dedicata, un buon numero di videogiochi e una vastissima platea di entusiasti in quasi ogni angolo del pianeta. Ma cos’è Warhammer 40k?

Il gioco

Come l’iconica introduzione al gioco recita: “Nella tetra oscurità del lontano futuro c’è solo guerra“.

Warhammer 40k è un wargame di casa Games Workshop nato nel 1987 dove, in forma ben diversa da quella attuale, due giocatori si danno battaglia controllando un contingente più o meno vasto di miniature (da assemblare e dipingere) rappresentanti una delle numerose e iconiche fazioni che compongono l’universo del gioco.

L’obiettivo? Schiacciare il proprio avversario grazie a movimenti calcolati, ad un’accurata costruzione del proprio contingente e, tra le altre cose, grazie ad una buona dose di fortuna! Il gioco, basandosi essenzialmente sull’utilizzo di un certo numero di dadi regolari a sei facce (d6) per ricreare l’andamento di azioni come il fuoco a distanza o come i furibondi corpo a corpo, è infatti caratterizzato da una non indifferente aleatorietà che movimenterà decisamente le vostre partite.

Il gioco è ambientato nel lontano quarantunesimo millennio, un’epoca oscura dove l’Imperium dell’uomo ha conquistato la quasi totalità della galassia grazie all’implacabile forza degli Adeptus Astartes e al granitico coraggio dell’Astra Militarum, due corpi di formidabili guerrieri che hanno scavato col sangue e con lo zelo un posto tra le stelle per il genere umano che, nonostante la sua potenza, è insidiato da innumerevoli minacce.

Terribili guerrieri macchina figli di epoche passate che dormono nel cuore di un’infinità di pianeti in attesa di massacrare i viventi, feroci predatori spaziali capaci di divorare interi mondi come fossero briciole, demoni e dei oscuri che distruggono la struttura stessa della realtà sono solo alcune delle mostruosità che questo cupo e gotico gioco riserverà ai giocatori umani, ma parteggiare per “i buoni” non è certo obbligatorio!

Al tavolo potrete infatti scegliere di comandare uno sciame di terribili Tiranidi, una falange di letali Necron, una variopinta e iper efficiente schiera Aeldari, un’orda di brutali Orki o un altro letale contingente con il suo personalissimo obiettivo che, leggendo le approfondite e dettagliate storie che accompagnano ciascuna fazione, vi potrà meglio informare su ciò che ciascun attore nell’universo di Warhammer 40k desidera maggiormente.

Le novità

Con l’ottava edizione del 2017, le regole di Warhammer 40k sono cambiate radicalmente rispetto alle precedenti. La (re)introduzione del valore di movimento per ciascun modello, la modifica di AB e AC, un nuovo bilanciamento delle armi da mischia, un grosso ripensamento delle dinamiche di fiancheggiamento e di posizionamento ed una moltitudine di altri aggiornamenti hanno, quantomeno, snellito il gioco rendendolo sicuramente più leggero e accessibile.

La nona edizione si uniformerà al sistema di gioco dell’ottava, ma, così come ogni edizione prima di lei, aggiornerà ed arricchirà alcuni elementi che interesseranno ogni fazione disponibile. I maggiori i cambiamenti annunciati dalla Games Workshop sono i seguenti:

  • Introduzione della modalità di gioco narrativo “Crociata”
  • Bilanciamento e organizzazione delle missioni
  • Introduzione della “Fase Comando” per gli eserciti Battle-forged + incremento dei punti comando disponibili per ciascun comandante
  • Veicoli e armi esplosive più letali
  • Aggiornamento dei terreni
  • Incremento di manovrabilità per i velivoli
  • Incremento del costo in punti per diversi modelli
  • Nuovo funzionamento di Overwatch
  • Aggiornamento delle riserve
  • Gli Squats sono tornati! (JK, purtroppo non è vero)

Crociata

Con l’introduzione di questa modalità di gioco si avrà la possibilità di sperimentare un’esperienza di crescita del proprio contingente e del proprio comandante simile a quella offerta dalla serie di videogiochi di Dawn of War. Acquistare nuove unità, dotare il proprio comandante di reliquie uniche e vivere l’esperienza di una vera e propria campagna di guerra come quelle descritte nei libri della Black Library pare sia ora possibile grazie a questa nuova modalità di gioco! E se sarete abbastanza agguerriti o fortunati, magari riuscirete a mettere le mani su qualche preziosa reliquia o qualche esotica arma.

Bilanciamento e organizzazione delle missioni

Organizzare le proprie partite standard (e non) non è mai semplice, ma con l’introduzione di nuovi stratagemmi e con una revisione generale delle missioni con le quali organizzare le sessioni di gioco, tutto sarà decisamente più semplice. Ciascuna missione incorpora un limite per le proprie liste e un certo numero di punti comando dei quali poter beneficiare. Inoltre, sebbene ciascuna missione abbia da sempre obiettivi comuni alle fazioni coinvolte, ciascun giocatore potrà ora scegliere i propri obiettivi secondari in modo da garantirsi un maggior numero di punti vittoria a fine partita.

Inoltre, a seconda della missione che vorrete giocare, e perciò a seconda del quantitativo di punti che ciascun giocatore porterà al tavolo, quest’ultimo e la durata delle vostre partite varieranno in termini di dimensioni e di durata.

Infine, sempre in ambito di missioni e di struttura delle partite, anche i rinforzi disponibili in ciascuna lista sono stati rivisti.

Fase Comando e Punti Comando

Gli eserciti Battle-forged potranno ora beneficiare di una standardizzazione dei punti comando basata sul quantitativo di punti portati al tavolo. Più grande sarà il conflitto, maggiori saranno i punti comando a vostra disposizione che, per altro, verranno rimpolpati di +1 con l’introduzione di una nuovissima fase comando che, da regole, avrà luogo prima di ciascuna fase di movimento.

Veicoli ed armi esplosive più letali

Stanchi di avere i vostri veicoli assediati dalla fanteria? Nessun problema! Nella nona edizione i veicoli (e i mostri) ingaggiati in corpo a corpo potranno comunque sparare seppure con una penalità di -1.  Inoltre la vecchia penalità alle armi pesanti in movimento sarà ora solo da applicare alla fanteria! Questo significherà che i veicoli diventeranno decisamente più pericolosi!

Ma non è finita qui. Molte armi, come le granate, ora possono funzionare al pieno del loro potenziale. Il variare dei colpi sparati da ciascun’arma può infatti essere invalidante contro eserciti orda, ma le nuove armi contrassegnate dalla voce “Blast” ora non potranno mai sparare meno di un tot numero di colpi contro squadre numerose. Orki e Tiranidi, siete avvisati.

Aggiornamento dei terreni

Ciascun terreno è ora classificato in quattro diverse categorie: Colline, Edifici, Ostacoli ed Aree. Il modo in cui le diverse unità interagiranno con suddette categorie dipenderà dal terreno in sé che potrà essere contrassegnato con alcune parole chiave (Terrain Traits) che lo caratterizzeranno in questo o in quell’altro modo. Tali caratteristiche, pur essendo standardizzate ed elencate nel manuale, saranno da assegnare ad inizio partita dai giocatori. Alcuni esempi di parole chiave sono “Copertura leggera”, “Copertura Pesante” e “Oscurante”, tre tipi di “tratti” che informeranno i giocatori relativamente a come un edificio si potrà e si dovrà comportare.

Incremento di manovrabilità per i velivoli

I velivoli possono ora entrare liberamente dalle riserve (ovunque sul campo di battaglia non più vicino di 9’’ da una qualsiasi unità nemica) e di ritirarsi quando gli sarà più utile. Inoltre, ciascun velivolo potrà muoversi con maggiore libertà senza interferire con le dinamiche e le limitazioni delle truppe di terra, le quali, ad esempio, potranno muoversi liberamente sulla basetta di un velivolo. Dopotutto, avere le ali significherà pur qualcosa!

Incremento del costo in punti per diversi modelli

Citando l’articolo del 6/06/2020 “Everything We Officially Know About 9th Edition 40k” di Wesley Floyd su Spikeybits e deducendo dalle FAQ dalla GW rilasciate in data 23/05/2020 per le quali un link sarà disponibile in seguito:

Finally, as part of developing the new edition, points values were reviewed and have been adjusted UP across every faction. This may sound odd at first, but it yields several benefits. Firstly, games will play faster with, generally speaking, smaller armies on either side. This also makes starting a fresh army for the new edition a more accessible, quicker experience.”

Infine, come parte dello sviluppo della nona edizione, i costi in punti sono stati rivisti e sono stati incrementati per tutte le fazioni. Potrà sembrare strano, ma i benefici saranno molti. Anzitutto le partite saranno più rapide e caratterizzate, in genere, da armate più contenute per ciascun giocatore. Ciò implica che iniziare da zero un nuovo esercito per questa nuova edizione sarà sicuramente meno impegnativo e più rapido.

Più punti per tutti i modelli significherà meno ingombro sul tavolo, meno miniature da assemblare e dipingere e una maggior rapidità nel giocare! Non che si possa giocare con dieci modelli o meno (a meno che non si giochi con i Cavalieri), ma un incremento del costo in punti sicuramente potrà contribuire a snellire il numero di miniature da dover acquistare!

Overwatch

Riempire di piombo (o di plasma surriscaldato) i propri nemici prima di una sanguinosa carica è diventato nella nuova edizione uno stratagemma da attivare al costo di 1 punto comando, pertanto, non sarà più una reazione standard da utilizzare prima di qualsiasi carica.

Questo implicherà una riduzione del potenziale difensivo di ciascun contingente, ma le modifiche apportate ai terreni (e qualche particolare abilità) bilanceranno nuovamente le sorti delle partite per gli eserciti con una preponderante presenza durante la fase di tiro.

Certo, se siete fanatici Orki, famelici Tiranidi o fedeli massacratori di Khorne avrete già avuto modo di gioire per questa modifica, perché una diminuzione del fuoco difensivo faciliterà certamente le vostre cariche!

Riserve

Citando l’articolo del 17/06/2020 “Overwatch Overhaul” di Warhammer Community:

Be careful, though – a savvy enemy might be able to catch you off-guard if you’re in their deployment zone. The Strategic Reserves rule allows a unit to deploy on their own table edge, even if it’s within Engagement Range (1”) of an enemy, and proceed to make attacks as though they charged!

Attenzione però -un nemico esperto potrebbe riuscire a cogliervi di sorpresa se vi doveste trovare nella sua zona di schieramento. La regola “Riserve Strategiche” permetterà infatti ad un’unità amica di essere schierata, nella propria parte del tavolo, anche ad 1″ da un’unità nemica (Engagement Range) e di attaccare come se avesse effettuato una carica!

Pur non essendoci ancora un articolo specificamente dedicato al nuovo funzionamento delle riserve, per le quali, in relazione al video informativo rilasciato dalla Games Workshop, sono previste modifiche, questa nuova regola sicuramente costringerà ad essere più cauti durante l’esplorazione del territorio nemico. Essendo ora il funzionamento di Overwatch decisamente meno libero, le brutte sorprese saranno a solo 1″ da voi!

Qualche risposta dalle FAQ

Il 23 Maggio 2020 la Games Workshop ha messo a disposizione delle FAQ inerenti la nona edizione. Se ve le siete perse le potrete reperire a questo link. Dal documento ne abbiamo comunque selezionate alcune:

Has the setting or lore changed?           
The past three years have already seen some huge changes to the shape of the galaxy that have literally redrawn the map. This new edition will see some equally seismic developments as we explore more of the galaxy, and rising threats to the Imperium…       

L’universo narrativo è cambiato?          
Negli ultimi tre anni abbiamo assistito ad enormi cambiamenti che hanno riplasmato la galassia riscrivendone le mappa. In questa edizione introdurremo nuovi ed ugualmente drammatici sviluppi che sveleranno nuove minacce per l’Imperium e nuove zone della galassia…

La storia ed i fatti che fanno da sfondo costante a questo formidabile gioco sono rimasti pressoché invariati fino alla settima edizione (2014), durante la quale l’universo narrativo ha fatto un considerevole balzo in avanti. Nella settima edizione la caduta di Cadia è stata un colpo decisamente sentito per tutti i giocatori lealisti, ma gli appassionati dovrebbero sapere che tra le rovine del distrutto pianeta qualcosa si sta muovendo e grandi novità non sono affatto escluse.

What happens to my codexes?              
Good news! All your codexes still work! As do campaign expansions like the Vigilus series, Psychic Awakening and White Dwarf Supplements.    

Cosa accadrà ai miei codex?     
Buone notizie! Tutti i vostri codex potranno essere ancora utilizzati così come i supplementi di White Dwarf e tutte le espansioni per campagne come la serie di Vigilus e Pyschic Awakening.

Solitamente la Games Workshop stampa, ad ogni nuova edizione, nuovi codex da dover acquistare per poter giocare il proprio esercito. Pare invece che, per il momento, questo non sarà un problema anche se sono comunque previsti codex aggiornati. Purtroppo lo stesso non varrà per i Forge World Index books che, da FAQ, subiranno delle modifiche.

Will the ‘core’ rules still be available for free?
Yes. The Basic Rules Primer for the new edition will be available to download for free, just as with the current edition. For the new rules in full, you’ll want to get a copy of the new Warhammer 40,000 Rulebook, which includes updates for matched play and the new Crusade system for narrative play.

Le regole base saranno ancora disponibili gratuitamente?       
Certamente. Un’introduzione alle regole base per la nuova edizione sarà scaricabile gratuitamente così come lo è l’introduzione all’attuale edizione. Tuttavia, per la versione completa delle regole sarà necessario acquistare una copia del nuovo manuale, nel quale sono inclusi aggiornamenti per le partite standard, per le partite narrative e per la nuova modalità Crociata.

Comprare due squadre “base” e fare qualche prova con una manciata di dadi utilizzando le regole base è sempre una buona idea prima di iniziare ad approcciare più approfonditamente l’hobby!

I love it. I want it. When can I have it! 
Really soon. We’re a few weeks off just yet, but we wanted to give you a bit of a heads up, so you could get ready (and because we were too excited to keep the news to ourselves any longer)! We’ll let you know when we have more news on an exact release date. 

Lo amo. Lo voglio. Quando posso averlo?         Molto presto. Mancano ancora alcune settimane, ma volevamo darvi qualche dritta per prepararvi (e perché siamo troppo eccitati per tenerci le informazioni per noi stessi)! Vi faremo sapere quando ci saranno nuove notizie relativamente all’esatta data di rilascio.

Sul sito ufficiale dedicato a Warhammer 40k, per il quale troverete il link alla fine di questo articolo, potrete iscrivervi alla newsletter per essere sempre aggiornati!

Are there still Non-Primaris Space Marines?   
Yes. They’re right where you left them and they can still be used in the game, just as you can today. 

Ci sono ancora i vecchi Space Marine?
Sì, sono esattamente dove li avete lasciati e possono ancora essere utilizzati così come li utilizzate correntemente.

Nell’ottava edizione le forze dell’Imperium hanno visto l’arrivo dei formidabili Primaris, i cugini più grossi dei normali Astartes. In molti, compreso chi scrive, sono preoccupati per una loro possibile sostituzione, ma, per il momento, i vecchi marines rimangono saldamente ancorati al loro ruolo.

Altre novità

Pensate che sia finita qui? Assolutamente no. La Games Workshop lavora alacremente per tenere sempre vivo e fresco uno dei suoi prodotti di punta. Riassumere tutte le novità che verranno introdotte in questa nuova edizione è qualcosa che potrà essere fatto solo quando la decima edizione vedrà la luce, poiché, come gli appassionati sapranno già, ci sarà sempre la possibilità d’integrare il gioco con supplementi provenienti da White Dwarf (la rivista ufficiale dell’hobby), opuscoli di campagna o da altri canali GW ufficiali (è previsto perfino il rilascio di un’app per l’organizzazione delle liste dell’esercito che, speculando, magari riserverà qualche sorpresa).

Guardando l’home page di Warhammer Community, per la quale troverete un link alla fine di questo articolo, si potranno infatti leggere altri articoli relativamente a nuove regole per la Guardia della Morte, per l’Imperium, per un nuovo e (odioso) Fabius Bile e per i Cavalieri Imperiali, aggiornamenti su altri prodotti legati a 40k, preview di nuovi box sets e molti altri contenuti che all’approssimarsi della nona edizione si fanno sempre più ricchi!

Si è solo all’inizio di un nuovo ciclo di Warhammer 40k, un ciclo che, a giudicare dalla quantità di novità introdotte, dalla cura che è stata dedicata allo sviluppo del sito ufficiale del gioco e alla quantità di risorse investite, sarà di qualità decisamente notevole a prescindere da ciò che è diventato il gioco (chi scrive è profondamente innamorato della quinta edizione).

Conclusione

Essendo questa edizione il seguito della “game changer” che è stata l’ottava edizione, l’iniziare a giocare adesso, o il ricominciare, sono sicuramente decisioni opportune. Nuove regole, nuovi modelli ed elementi forse non proprio nuovi ma quanto meno lucidati fanno della nona edizione un prodotto sicuramente efficace e accattivante. Certo, gran parte del fascino di Warhammer 40k è costituito dalla storia e dalla narrativa che fa da sfondo e, a questo punto, un nuovo giocatore avrà davvero molto da dover leggere per apprezzare le molte sfaccettature di questo hobby, ma, in fin dei conti, è proprio l’immaginario del gioco reso con magistrali illustrazioni e discreti cicli narrativi a rendere questo gioco così unico. Dunque armatevi come meglio credete (choppaz, chainaxes, bio weapons, gauss flayers, c’è n’è per tutti i gusti) e buttatevi nel tetro universo di Warhammer 40k che, come ultima osservazione, inizia ormai ad essere decisamente più “colorato”!

Canali d’informazione