Cinema e Serie TV

Wonder Woman 1984: il film è pronto, ma ecco perché è ambientato negli anni ottanta

Nel corso del Comic Con Experience 2019 in Brasile, subito dopo la presentazione del primo trailer ufficiale di Wonder Woman 1984, i colleghi di Deadline hanno avuto modo di partecipare ad una conferenza riservata con la regista Patty Jenkins e l’attrice protagonista Gal Gadot. Durante questo incontro si è discusso del motivo dell’ambientazione negli anni ottanta e sullo stato della produzione della pellicola.

La prima informazione importante è giunta proprio dalla Jenkins, la quale ha confermato che la pellicola è attualmente nelle fasi finali del montaggio:

“La prima versione aveva una durata di circa 2 ore e 45. Diciamo che non era tre ore e mezzo, non sono quel tipo di regista! […] Al momento abbiamo concluso, il film è finito. Adesso, sappiamo che non uscirà prima di qualche mese… quindi per la prima volta nella mia carriera ho avuto la possibilità di chiedere ‘Ehi ragazzi, posso giocare un po’ con questo? Posso fare quest’altro?’ Al momento sto sistemando alcune piccole cose, ma tecnicamente il film è pronto.

Anche per quanto riguarda gli effetti visivi è tutto pronto. Il processo è stato molto lungo, non avete idee della quantità di scene d’azione che abbiamo preparato. Non vedo l’ora di mostrarvi il risultato finale. Inoltre, dato che il film è stato concluso così presto rispetto all’uscita, posso permettermi il lusso di provare a vedere diverse versioni di una scena. Posso chiedere di fare delle variazioni e questo è incredibile. Nella sala montaggio ho questi poteri ed è la prima volta che capita nella mia carriera. Se quindi troviamo qualcosa che ci piace di più, possiamo cambiarlo.”

La regista, poi, ha spiegato il motivo esatto per il quale è stata scelta un’ambientazione negli anni ottanta:

“Non abbiamo avuto difficoltà a collegarlo con il film precedente, perché in realtà si mostrano come due storie separate l’una dall’altra e questo film racconta l’evoluzione di Diana anche se è ambientato in un periodo diverso dal primo. Perché quindi il 1984? Semplice, volevamo portare Diana nella modernità, e gli anni ottanta sono un periodo storico fondamentale per Wonder Woman. Ci piaceva quindi, l’idea di inserirla in quel contesto.

Inoltre gli anni ottanta hanno visto la civiltà Occidentale toccare la loro vetta più gloriosa. Era interessante far scontrare Wonder Woman con il periodo di massimo splendore del nostro sistema di valori e volevo riflettere su quali cattivi poteva generare tutto questo e cosa sarebbe successo. Tutto si è svolto in maniera molto naturale.”

Infine la Jenkins si è soffermata sugli effetti speciali e la scelta di realizzare delle scene d’azione dal vivo sfruttando degli stuntman invece di scene in studio con il famoso green screen:

“Tutte le scene d’azione le abbiamo praticamente girate dal vivo, sul set in location scelte in giro per il mondo. Abbiamo realizzato alcune delle sequenze d’azione con cavi più complesse che siano mai state fatte e nessuno ci aveva mai provato prima. Oggi come oggi nessuno combatte più in questo modo: ci siamo fatti aiutare anche dal Cinque du Soleil! Quello che ho più apprezzato è stato girare le scene in esterna. Quando giri in teatro, con i green screen, poi devi sperare che l’effetto visivo funzioni, ma in questo caso siamo andati davvero nelle location ed è stato un vero incubo per Gal Gadot!”

A tal proposito è intervenuta proprio Gal Gadot:

“Abbiamo dovuto far chiudere Penn Avenue a Washington DC, anche solo questo è stato pazzesco. Poi abbiamo montato cavi lunghi chilometri, per farmi correre veloce come Usain Bolt alle Olimpiadi… Ci siamo impegnati tantissimo, abbiamo cercato di fare cose originali, cose mai fatte prima. Una vera sfida.”

Ovviamente la CGI sarà presente nel film, proprio al panel del CCXP la regista ha confermato che Cheetah (Kristen Wiig) sarà parzialmente realizzata proprio attraverso gli effetti speciali. Però entrambe hanno voluto sottolineare la mole di lavoro che c’è voluta per realizzare l’intera pellicola. Ricordiamo, infine, che Wonder Woman 1984 uscirà nei cinema il 5 giugno 2020.

Non avete visto il primo Wonder Woman? Ecco a voi la versione Blue-Ray disponibile su Amazon!