Cinema e Serie TV

Zack Snyder rivela la sua seconda scelta come Batman (dopo Ben Affleck)

Il regista di Justice League, Zack Snyder, ha rivelato chi avrebbe interpretato il personaggio di Batman nel DC Extended Universe se Ben Affleck fosse stato escluso dal progetto. Il casting dell’attore per Batman v Superman: Dawn of Justice (2016) è stato infatti aspramente criticato da una certa fetta di fan del Cavaliere Oscuro, specie per il fatto che l’unica interpretazione di Affleck nel mondo dei cinecomic risaleva al 2003, anno di uscita di Daredevil, uno dei film pre-MCU più odiati di sempre. Tuttavia, Snyder è riuscito a replicare quasi alla perfezione l’aspetto di Bruce Wayne visto ne Il Ritorno del Cavaliere Oscuro, la storica opera a fumetti di Frank Miller che mostra un Batman invecchiato e dall’aspetto imponente.

batman 5

Durante una recente intervista sul podcast Happy Sad Confused per la promozione di Army of the Dead su Netflix (qui la notizia originale), Snyder ha parlato di come Affleck non era del tutto convinto di accettare la parte del Crociato Incappucciato, così come del resto un secondo interprete era in lizza per vestire i panni dell’iconico eroe DC: Matthias Schoenaerts. L’attore belga visto al cinema in Red Sparrow, The Mustang The Old Guard è stato infatti a un passo dall’assumere il ruolo di Batman nel DCEU, sebbene alla fine sia stato proprio Affleck ad accettare la parte.

Dopo Dawn of Justice, Ben Affleck ha in ogni caso ripreso il ruolo del Crociato di Gotham in Suicide Squad e, successivamente, in Justice League (2017). Lo scarso successo di quest’ultimo ha fatto sì che lo standalone chiamato The Batman (che avrebbe dovuto vederlo anche in cabina di regia) venisse cancellato, sebbene il recente e apprezzato Zack Snyder’s Justice League ha dato nuova vita allo sfortunato Batfleck, tanto che la versione del personaggio dovrebbe tornare durante il prossimo anno anche in The Flash, il film dedicato al velocista scarlatto interpretato da Ezra Miller e diretto da Andy Muschietti.