Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
2 minuti

Danimarca, turbine eoliche alte come la Torre Eiffel

Turbine eoliche alte come la Torre Eiffel. La sperimentazione sarà avviata nel 2019 in Danimarca. Entro il 2050 il paese scandinavo punta a soddisfare il 100 per cento del suo fabbisogno energetico da fonti rinnovabili.

Danimarca, turbine eoliche alte come la Torre Eiffel

La Danimarca ha deciso di avviare la sperimentazione di turbine eoliche di 330 metri, alte come la Torre Eiffel. I test cominceranno nel 2019 nei due centri allestiti dal Politecnico della Danimarca a Høvsøre e Østerild, nella regione dello Jutland. Le gigantesche pale eoliche, che potrebbero produrre più di 9 MW di energia elettrica pulita, sono destinate a popolare nuovi parchi marini.

Leggi anche: L'isola che non c'è, energia pulita nel Mare del Nord

La nuova sfida energetica del paese scandinavo è stata annunciata dal Ministro del clima e dell'energia, Lars Christian Lilleholt. "La Danimarca - ha detto - è leader di mercato nel settore dell'energia eolica. Se vogliamo mantenere il nostro ruolo a livello internazionale, è importante essere in grado di testare la tecnologia più avanzata".

La supremazia danese nel settore delle energie alternative è consolidata. L'azienda a maggioranza pubblica Dong Energy è al primo posto nella produzione da parchi eolici offshore. Ad agosto scorso si è aggiudicata la gara per la costruzione del più grande parco eolico del mondo al largo della costa dello Yorkshire, nel Regno Unito. Hornsea Project avrà una capacità di 1,2 gigawatt e fornirà energia elettrica pulita a più di un milione di abitazioni.

Leggi anche: Danimarca sempre più green, addio per sempre al carbone

Nei centri pilota dello Jutland le aziende Vestas, Nordex, Siemens, Envision Energy e EDF GE-Alstrom sperimentano da molti anni turbine eoliche sempre più grandi. L'altezza massima raggiunta finora è di 222 metri, ma tra due anni i test riguarderanno pale di 330 metri. Il ministro danese non ha fornito altri particolari sulle aziende che condurranno la ricerca.

Entro il 2050 la Danimarca punta a soddisfare il cento per cento del suo fabbisogno energetico con la lotta agli sprechi, le fonti rinnovabili e un sistema di reti elettriche basate su algoritmi, per modulare la produzione e far convergere l'elettricità dove c'è bisogno e quando c'è bisogno.  

Leggi anche: C'è del marcio in Danimarca, lo bruciano per farne energia

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Energia?
Iscriviti alla newsletter!