Hot topics:
News su SMAU 2017
4 minuti

La DARPA finanzia un processore con architettura inedita

La DARPA chiama a raccolta colossi come Intel e Qualcomm per mettere a punto il primo Graph Analytic Processor, un'architettura totalmente nuova.

La DARPA finanzia un processore con architettura inedita

Si chiama HIVE (Hierarchical Identify Verify Exploit), ed è un nuovo tipo di processore che la DARPA (Defense Advanced Research Project Agency) ha deciso di finanziare per un totale di 80 milioni di dollari nell'arco di quattro anni e mezzo. A occuparsi dello sviluppo

 hardware e software un mix di realtà dell'hi-tech, un laboratorio statunitense, un'università e un'azienda del settore della difesa.

Più concretamente le realtà coinvolte sono Intel, Qualcomm, Pacific Northwest National Laboratory, Georgia Tech e Northrop Grumman. I partecipanti allo sviluppo hardware avranno il diritto di commercializzare le architetture di calcolo e di memoria messe a punto per HIVE.

processore
Foto: chungking / Depositphotos

HIVE non è basato sulla tipica architettura di von Neumann, ma un'altra architettura. Il processore sarà il primo GAP, ossia Graph Analytic Processor, qualcosa di completamente nuovo. "Quando guardiamo alle architetture odierne, usano tutte la stessa architettura inventata da [John] von Neumann negli anni '40. CPU e GPU hanno intrapreso la strada del parallelismo, ma ogni core è ancora un processore di von Neumann", ha spiegato Trung Tran, program manager del Microsystems Technology Office (MTO) della DARPA al sito EE Times.

Questo processore dovrà garantire prestazioni per watt 1000 volte migliori di quelle possibili oggi, e dovrà essere capace di trovare e rappresentare collegamenti tra elementi di dati e categorie. Tra queste troviamo interazioni tra le persone e collegamenti tra i più disparati come la geografia, variazioni nel trend di visita dei dottori, o tra i social media e i conflitti regionali.

In poche parole userà gli algoritmi per processare e interpretare dati mettendo in relazioni tanti elementi. Insieme ad altre tecniche di machine learning che categorizzano i dati grezzi e aggiornano gli elementi non appena arrivano nuovi dati, HIVE dovrebbe essere in grado d'individuare relazioni casuali nascoste tra i dati.

darpa hive
HIVE usa una sequenza che inizia con rappresentazioni di dati a più strati in modo da permettere l'analisi dei grafi per identificare relazioni tra i data all'interno e, forse, tra i layer.

HIVE potrà accedere a locazioni di memoria casuali a velocità fino a diversi terabyte al secondo, mentre i chip di memoria attuali sono ottimizzati per accedere a lunghe locazioni sequenziali a diversi gigabyte al secondo. Il processore sarà dotato anche di un'unità di calcolo aritmetico (APU, arithmetic processing unit) ottimizzata.

Secondo la DARPA il Graph Analytic Processor permetterà di risolvere grandi problemi nell'ambito dei Big Data che in genere coinvolgono rapporti "many to may", anziché "many to one" e "one to one" per i quali i processori odierni sono ottimizzati.

processore 01
Foto: agsandrew / Depositphotos

Oltre al chip, la DARPA richiede lo sviluppo di software per la programmazione della nuova architettura. Durante il primo anno del programma Intel e Qualcomm creeranno architetture concorrenti, mentre Georgia Tech e PNNL faranno altrettanto con i software.

Dopodiché verrà scelto un progetto hardware e uno software. La DARPA darà 50 milioni di dollari all'azienda con il progetto hardware vincente, a patto che l'azienda investa la stessa cifra. Altri 7 milioni di dollari saranno dati a chi ha realizzato la parte software migliore.

Nel frattempo, Northrup riceverà 23 milioni di dollari per creare un centro che esamini tutte le esigenze del Dipartimento della Difesa nell'analisi dei grafi e si assicuri che le aziende e le realtà coinvolte soddisfino quanto richiesto. Intel metterà a punto una piattaforma a 16 nodi, con 16 processori HIVE su un singolo circuito stampato.


AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #CPU?
Iscriviti alla newsletter!