Hot topics:

Doogee Smart Cube P1, pico proiettore con Android

Smart Cube P1 è un pico proiettore con Android dalla forma decisamente inusuale. È compatibile con Android e iOS, ed è l'ideale in molte situazioni.

Doogee Smart Cube P1, pico proiettore con Android

Smart Cube P1 è un pico proiettore basato su tecnologia DLP, illuminazione LED (circa 70 lumen), e risoluzione nativa di 854x480 pixel. Il sistema di proiezione è affiancato a un SoC quad-core Amlogic, 1 GB di memoria RAM e 8 GB di archiviazione, tutto per supportare Android in versione 4.4.

L’ingombro e il peso sono molto limitati, pesando circa 300 grammi è facilmente trasportabile. Le porte includono unicamente una Micro USB e una USB normale, rispettivamente per ricaricare la batteria interna da 4800 mAh e permettere la connessione di periferiche USB, come tastiere e mouse (anche con ricevitore Wi-Fi) o pendrive. La connettività interna include il Wi-Fi, per connettersi a Internet, e anche quella Bluetooth nel caso si voglia abbinare un dispositivo di input (tastiere, mouse e joypad).

Schermata 2016 05 16 alle 10 02 14

C’è solo il tasto di accensione e una piccola rotella per la messa a fuoco. Nella confezione, assieme al proiettore è incluso un caricabatterie e un cavo USB.

La prima configurazione non è proprio semplice. Nulla di tecnicamente difficile, ma solo un po’ confusa. Bisogna accendere il proiettore, premere il tasto di accensione nuovamente per mostrare una schermata con un QR-Code, collegarsi alla rete Wi-Fi che crea (la password è sulla schermata del codice QR), scaricare un’applicazione con cui effettuare l’accoppiamento tramite il QR-Code, usare l’applicazione per connettere il P1 a una rete Internet e poi usare nuovamente il QR-Code per accoppiare nuovamente smartphone e proiettore. Insomma, ci sono dispositivi che offrono procedure più semplici e intuitivi. Se vorrete collegare un mouse e una tastiera la procedura sarà più veloce.

La versione Android disponibile non è completa, significa che se vorrete scaricare dellae app dovrete fornire l’APK tramite una chiavetta esterna. 

Schermata 2016 05 16 alle 10 02 48

Usando le applicazioni integrate potrete visualizzare foto, riprodurre video e inviare un flusso dati tramite AirPlay, Miracast o DLNA. Altrimenti, se salverete dei file video o foto su una chiavetta esterna potrete riprodurli direttamente.

La risoluzione è ovviamente limitata, ma per un prodotto di questo genere, che deve essere considerato niente più di un gadget, è sufficiente. Diventa un prodotto valido se vorrete usarlo per presentazioni, soprattutto se viaggiate, considerando le dimensioni compatte; inoltre permette di ricaricare la batteria di uno smartphone.

L’audio, soprattutto per quanto riguarda la potenza, è un punto a favore di questo piccolo proiettore. I principali difetti sono l’impossibilità di regolare la posizione o la geometria dell’immagine. Dovrete trovare un ripiano dove posizionarlo e sperare di avere, di fronte, una superficie di proiezione ottimale. Inoltre la ventola di raffreddamento è molto rumorosa. Se riproducete un video l’audio coprirà molto probabilmente la rumorosità della ventola, sopratuttto se non lo posizionerete a pochi centimetri da voi. In altri casi sarà molto fastidioso.

Schermata 2016 05 16 alle 10 02 27

In conclusione, se cercate un pico proiettore professionale, lasciate perdere questo prodotto. Andrà bene solo se vorrete un simpatico gadget, colorato e dalla forma inusuale, e soprattutto se i difetti elencati non saranno per voi un reale problema.

Se siete interessati a Doogee Smart Cube P1, lo trovate a questo link.

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Televisori e Proiettori?
Iscriviti alla newsletter!