Droni, regolamento unico europeo dal 2019

Due facce della stessa medaglia: mentre un recente rapporto USA evidenzia come spesso i droni siano utilizzati per tentare di introdurre nelle carceri prodotti vietati, in Europa la Commissione UE ha stilato le linee guida per lo sviluppo di un regolamento unico, da adottare entro il 2019

.

drone flying with 1200xx5472 3078 0 285

A rivelare l'uso illegale dei droni è USA Today, che cita uno studio secondo il quale negli ultimi 5 anni sarebbero stati almeno una dozzina i tentativi di contrabbando nelle carceri federali, con l'intento di introdurre smartphone e materiale pornografico, ma anche droga. Il documento, emesso dal Dipartimento della Giustizia, non chiarisce comunque se i tentativi siano andati a buon fine e in che misura.

Questo impiego dei droni tuttavia non è una novità: già nel 2014 ad esempio in Australia organizzazioni malavitose li impiegavano per il trasporto di droga. Si potrebbero fare decine di altri esempi ma l'aspetto fondamentale è che ormai i quadricotteri non sono più un giocattolo. Nel Regno Unito ad esempio è stata la formazione di una squadra dedicata alla lotta ai droni volanti impiegati per fini illeciti, mentre l'Ufficio della Presidenza degli Stati Uniti ha chiesto di poter disporre di tecnologie in grado di impedire il volo di droni nei pressi delle carceri federali. Tuttavia queste misure non sono sufficienti da sole, se non inquadrate in un regolamento giuridico ad hoc. Proprio quello che vuole fare la Commissione Europea.

drones1

‎In particolare il documento si è preoccupato di delineare una serie di principi di base: ‎

  • Sicurezza‎‎: Il concetto è quello di sviluppare un sistema simile a quello di gestione del traffico aereo per il trasporto aereo con equipaggio. ‎
  • Automazione‎‎: il sistema fornirà informazioni per droni altamente automatizzati o autonomi al fine di consentirgli di volare in sicurezza ed evitare ostacoli o collisioni. ‎

I servizi di base come registrazione, identificazione e geo-fencing e le corrispondenti norme dovranno essere sviluppate nel prossimo futuro, in modo da essere pronti per il 2019. Nel frattempo l'Agenzia europea per la sicurezza aerea‎‎ (EASA) sta lavorando con gli Stati membri e industria per produrre norme di sicurezza efficaci e proporzionate ai rischi.

man flying drone

L'obiettivo è quello di armonizzare la sicurezza e lo sviluppo di un settore industriale promettente, tramite l'estensione di regolamenti in grado di garantire la prima senza ostacolare il secondo. In un prossimo futuro dunque saranno autorizzati al volo entro 150 metri di altezza solo i droni registrati e tracciabili, nonché dotati di sistema DDA per individuare ed evitare eventuali ostacoli lungo il percorso.


Tom's Consiglia

Per divertirsi al parco senza troppe pretese c'è il drone quadricottero Sgile mini UFO, con trasmettitore 2.4 GHz e telecomando a 4 assi.

 

Pubblicità

AREE TEMATICHE