Effetti speciali? Bastano un PC e l'IA per battere Hollywood

FakeApp è un software ormai celeberrimo per essere utilizzato (scorrettamente) nella realizzazione di falsi film porno in cui alla faccia della protagonista si sovrappone quella di un'attrice famosa. Tuttavia questo non è l'unico utilizzo che se ne può fare e l'utente che l'ha reso famoso, Deepfakes, forse anche per sedare il clamore mediatico attorno alla propria creazione, ha postato su YouTube un video che mostra un uso molto diverso e più socialmente accettabile: realizzare effetti speciali degni di Hollywood, ma con pochi soldi.

Come potete vedere nel video che segue, FakeApp questa volta è stato utilizzato per... beh, sì per cancellare i baffi dalla faccia di Henry Cavill, l'attore protagonista di Justice League nei panni di Superman.

La Warner Bros e la DC Comics durante la lavorazione del film hanno infatti dovuto spendere 25 milioni di dollari per rigirare alcune scene, fronteggiando l'affollata agenda lavorativa dei vari attori coinvolti e non potevano permettersi di attendere anche che Cavill, già impegnato sul set di un altro film per cui erano previsti i baffi, finisse per poi poterseli tagliare. La major ha quindi optato per cancellarglieli digitalmente, un problema secondario in una produzione da 300 milioni di dollari.

Leggi anche: PornHub dice no ai porno fake sulle proprie pagine

Deep Fakes però ha dimostrato che sarebbe bastato un computer di fascia media da 500 dollari e il software basato su intelligenza artificiale e algoritmi di deep learning, per ottenere risultati all'altezza. Certo, osservando con la massima attenzione qualche disallineamento sul labbro superiore di Cavill si nota mentre è assente nel lavoro professionale, ma i due budget impiegati non sono paragonabili.

Cattura JPG

Per "addestrare" l'IA sono inoltre servite migliaia di fotografie di Henry Cavill, ma anche questo, ai tempi di Internet e Google, non è un problema tale da far aumentare il budget a dismisura. Una bella idea quella di Deepfakes, non tanto per i risultati ottenuti perché dimostra quello che ripetiamo sempre e cioè che la tecnologia in sé è uno strumento neutrale, che può essere utilizzato per fare cose belle e divertenti o per realizzare operazioni illegali e moralmente riprovevoli. La differenza la fa sempre l'essere umano che la utilizza.


Tom's Consiglia

Vi siete persi Batman vs.Superman: Dawn of Justice? Recuperatelo in Blu-ray.

Pubblicità

AREE TEMATICHE