Hot topics:
2 minuti

Fatturazione a 28 giorni? L'AGCOM stabilisce rimborsi

La sanzione comminata a TIM, Wind Tre, Fastweb e Vodafone per la fatturazione a "28 giorni" comprende anche l'obbligo di rimborso.

Fatturazione a 28 giorni? L'AGCOM stabilisce rimborsi

La fatturazione a 28 giorni costerà cara agli operatori: l'AGCOM non solo ha comminato multe record a TIM, Wind Tre, Fastweb e Vodafone ma sono previsti rimborsi per tutti i clienti.

La settimana scorsa il Garante delle Comunicazioni aveva confermato 1,16 milioni di euro di multa a ogni operatore coinvolto "per la mancata osservanza della propria delibera in materia di cadenza di rinnovo delle offerte e di fatturazione dei servizi, relativamente alla telefonia fissa e alle offerte convergenti fisso-mobile".

agcom

L'ulteriore novità si è scoperta poi solo con la pubblicazione delle quattro delibere. Si legge infatti che AGCOM diffida "la citata società a provvedere - in sede di ripristino del ciclo di fatturazione con cadenza mensile o di multipli del mese - a stornare gli importi corrispondenti al corrispettivo per il numero di giorni che, a partire dal 23 giugno 2017, non sono stati fruiti dagli utenti in termini di erogazione del servizio a causa del disallineamento fra ciclo di fatturazione quadrisettimanale e ciclo di fatturazione mensile".

Leggi anche: Si legge fatturazione mensile, e loro capiscono a 30 giorni

"Nella prima fattura emessa con cadenza mensile l'operatore è tenuto a comunicare con adeguato risalto che lo storno è avvenuto in ottemperanza al presente provvedimento".

Questo vuol dire che in fattura i clienti residenziali e quelli che hanno attivato abbonamenti a pacchetto fisso-mobile dovranno godere di un accredito corrispondente a quanto sborsato in più dal 23 giugno 2017 per via del nuovo ciclo di fatturazione. Da ricordare che la semplice transizione dalla fatturazione mensile a quella a 28 giorni ha consentito agli operatori di godere di un plus di 1,19 miliardi di euro in un anno - calcolando utenze residenziali, Internet e SIM ad abbonamento.

Non mancano però criticità. Da una parte incombe il ricorso degli operatori al TAR del Lazio per la delibera AGCOM sul ripristino della fatturazione mensile - l'udienza è fissata per febbraio - dall'altra non è escluso che questa ultima delibera sanzionatoria venga impugnata.

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Telco?
Iscriviti alla newsletter!