Hot topics:
News su Black Friday 2017
3 minuti

Il Fisco francese vuole 1 miliardo di euro da Google

Secondo Le Canard Enchainé Google rischia una sanatoria fiscale da 1 miliardo di euro. Pare che Hollande, nell'incontro con Eric Schmidt di lunedì, abbia tirato fuori la questione. Si parla di escamotage fiscali chiamati "sandwich olandese" e "raddoppio irlandese".

Il Fisco francese vuole 1 miliardo di euro da Google

Il Fisco francese si prepara a sfilare dalle tasche di Google 1 miliardo di euro. Lo scoop è del settimanale satirico Le Canard Enchainé, che oggi in edicola rischia di far saltare le coronarie finanziarie statunitensi. In pratica pare che la Direzione generale delle imposte domanderà a Google di sanare la situazione fiscale di quattro esercizi contabili.

Adoro questi brevi momenti di quiete prima della tempesta. Mi riportano sempre a Beethoven. Riesci a sentirlo ?! È come... quando poggi l'orecchio sull'erba. Riesci a sentirla crescere, riesci a sentire l'interno che passsssa! Ti piace Beethoven?! Adesso te lo faccio sentire...

"Se entro la fine dell'anno i negoziati tra Google e gli editori non dovessero concludersi, Google sa già cosa l'aspetta da un punto di vista fiscale: 1 miliardo", si legge sul giornale. Il portavoce dell'azienda in queste ore ha confermato che non è stata ancora ricevuta alcuna notifica riguardante le correzioni fiscali. In ogni caso "Google continuerà a cooperare con le autorità francesi come fatto finora". Questa la versione ufficiale, ma secondo indiscrezioni lunedì il Presidente francese Hollande avrebbe evocato lo spettro della sanatoria.

Il sistema Google - clicca per ingrandire

Google in pratica è accusata di aver pagato poche tasse tra il 2008 e il 2010 sfruttando escamotage fiscali chiamati "sandwich olandese" e "raddoppio irlandese". Nel primo caso si intestano le azioni di una società a una holding olandese che è posseduta a sua volta da un'altra delle Antille olandesi. I dividendi transitano dalla prima della catena (esenti da tasse) all'Olanda, per poi finire alle Antille dove vengono corrisposti senza dover pagare imposte alla fonte. Nel secondo caso (Double Irish arrangement) vengono sfruttati i pagamenti fra entità diverse di una stessa struttura per trasferire i redditi da un paese con imposte più alte a uno con imposte più basse. Un classico giochino che è adottato anche da Apple, Facebook, Microsoft e Oracle.

Per quanto riguarda il caso specifico di Google pare che sia riuscita a eludere le tasse francesi mettendo in gioco la sua sede irlandese, un'intermediaria olandese e Google Ireland Holdings delle Bermuda. Un sistema che avrebbe consentito in due anni di pagare al Fisco solo 5 milioni di euro di tasse a fronte di un volume di affari di circa 1,25/1,4 miliardi di euro.

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #E-Gov?
Iscriviti alla newsletter!