Fortnite in modalità Epic, 10 schede video alla prova

Come abbiamo provato Fortnite

Fortnite è uno dei giochi del momento. Il titolo ha riscosso un enorme successo da quando Epic ha aggiunto la modalità free-to-play Battle Royale lo scorso settembre, basata sulla modalità già disponibile Save the World mode (PvE).

Il gioco è disponibile su PlayStation 4, Xbox One, Windows e macOS. La sua base è l'Unreal Engine 4 ed è compatibile con le DirectX 11 (Metal su macOS). Per quanto riguarda i PC, è stato progettato per girare anche su hardware di fascia bassa, anche la grafica integrata - previa analisi di impostazioni di dettaglio e risoluzioni.

fortnite 01

In questo articolo vediamo come si comporta Fortnite su un PC mainstream con diverse schede video e cosa serve per giocare alle impostazioni massime, che nel gioco sono identificate come "Epic".

Sequenza di test

Per testare Fortnite su qualsiasi tipo di hardware è necessario scegliere una sequenza di test che generi risultati utili e ripetibili. È sempre difficile scegliere una sequenza per i giochi che non includono un benchmark integrato. Per la nostra analisi abbiamo creato un walk-through riproducibile all'interno della missione "Prima e dopo la scienza" che si trova nella modalità Salva il mondo. Ecco la registrazione della sequenza in questo video:

Requisiti di sistema minimi e consigliati

Le configurazioni minima e consigliata per Fortnite sono disponibili direttamente sul sito di Epic. Che guardiate processore, memoria di sistema o potenza grafica, Fortnite non sembra particolarmente esigente.

  Configurazione minima Configurazione consigliata
Processore Intel Core i3 (2.4GHz) Intel Core i5 (2.8GHz)
Memoria 4GB 8GB
Scheda video Intel HD Graphics 4000 Nvidia GeForce GTX 660
AMD Radeon HD 7870
Sistema operativo Windows 7, 8.1 o 10 (64-bit) Windows 7, 8.1 o 10 (64-bit)
Spazio su disco - -

Schede video alla prova

Abbiamo scelto 10 schede video per questo test che rappresentano soluzioni principalmente entry-level e mainstream: MSI GTX 1060 Armor OC 6GB, Gigabyte GeForce GTX 1060 WF2OC-3GD 3GB, MSI GTX 1050 Ti Gaming X 4G, PNY GeForce GTX 1050 2GB, MSI GTX 970 Gaming 4G, MSI RX 580 Gaming 8G, Asus RX 570 Strix OC, Sapphire RX 560 Pulse 4G, MSI Radeon RX460 2GB OC e XFX Radeon R9 390 8G.

Configurazione di prova

Processore AMD Ryzen 5 1600X
Motherboard Asus ROG Strix X370-F Gaming
RAM G.Skill Flare X - F4-3200C14D-16GFX
SSD Crucial MX200 (500GB)
Alimentatore be quiet! Dark Power Pro 11 750W
Case Be quiet! Dark Base Pro 900
Pasta termica Thermal Grizzly Hydronaut
Sistema operativo Windows 10 x64 Pro 1709 (16299.248)
Driver Il gioco è stato testato usando gli ultimi driver pubblici disponibili nel momento in cui abbiamo svolto i test:
Nvidia GeForce Game Ready 391.24
AMD Radeon Adrenalin Edition 18.3.3
Gioco Il gioco è stato testato usando l'ultima versione del gioco disponibile al momento in cui abbiamo svolto i test:
Fortnite v3.3 (3948073)
fortnite 02
Clicca per ingrandire

Procedura di test

Tutti i dati prestazionali sono stati collezionati usando PresentMon e il nostro front end personalizzato. Per rappresentare accuratamente le prestazioni ogni scheda video è stata riscaldata fino a una temperatura stabile prima di collezionare le misure. La maggior parte delle nuove GPU usa meccanismi per ottimizzare le frequenze in base a variabili come consumi e temperatura. Perciò i test svolti durante il periodo di riscaldamento dovrebbe inquadrare meglio le prestazioni che vedrete giocando a casa vostra. Eseguiamo perciò la sequenza di test una volta per riscaldare la scheda prima di ottenere i dati ufficiali. Per quanto riguarda le impostazioni grafiche, abbiamo testato a risoluzione Full HD e poi QHD, con opzioni grafiche al massimo (Epic) e con Show Grass attiva.

Grafica e impostazioni di rendering

Fortnite non vi offre un sacco di opzioni grafiche. Le impostazioni più importanti sono abbastanza facili da manipolare. Oltre le impostazioni di qualità universali (Low, Medium, High ed Epic), potete regolare in modo individuale la distanza visiva, la qualità delle ombre (il parametro grafico più esigente), l'anti-aliasing e la qualità delle texture. Show Grass, un'opzione avida di risorse sulle schede di fascia più bassa, ha un proprio controllo.

imp
Clicca per ingrandire

High vs. Epic

Le differenze tra le impostazioni High ed Epic non sono evidenti. Shading e illuminazione sono solo leggermente differenti. In generale pensiamo che troverete l'impostazione High perfettamente adeguata se vorrete un frame rate più fluido.

Medium vs. Epic

La qualità delle ombre cala con l'impostazione Medium, mentre Show Grass è disabilitata di default - potete riabilitarla in modo indipendente. C'è anche un notevole calo nella qualità delle texture, oltre che della distanza visiva.

Low vs. Epic

L'impostazione Low è chiaramente progettata per GPU di fascia bassa, fino alle soluzioni grafiche integrate. La qualità d'immagine basilare e l'assenza completa di ombre impatta fortemente sull'appeal visivo del gioco. Insomma, non impostate i dettagli su Low a meno che non abbiate altra scelta. In questo caso però sarebbe meglio pensare ad aggiornare il vostro PC.

Continua a pagina 2

Pubblicità

AREE TEMATICHE